venerdì 5 luglio 2013

Nel Cuore di Roma

Stamattina ho accompagnato una mia carissima e bellissima (e non so se è più carissima o bellissima eh... quindi fate voi ^^ p.s: Giò se passi di qui, ti saluto! ^^) amica nel cuore di Roma, zona Stazione Termini, visto che lei purtroppo fra una settimana ci darà il grande dolore di andarsene via in Inghilterra per un bel pò di tempo, e quindi doveva saggiamente premunirsi di un pò di sterline. Ora, tralasciando che per arrivare dove dovevamo fra il navigatore, le zone ZTL (Zone Traffico Limitato, per i profani ^^) e le aree pedonali, più l'immancabile traffico... è stata una mezza impresa, e che nel mentre degli ambulanti mi hanno pure "rifilato" un paio di calzini che non credo utilizzerò mai (non tanto per la dubbia provenienza, quanto per la misura sbagliatissima ^^), riuscendo un attimino a estraniarsi da tutto questo, e a guardarsi un pò intorno, mi è venuto da pensare a quanto sia bella questa città. Chiaramente ha pure tanti, tantissimi "contro", e molte volte invidio sinceramente chi vive fuori, in zone tranquille e senza tutto lo stress e la "frenesia" cittadina che ti divorano, perchè questo fanno eh... però d'altra parte un posto così, dove c'è tutto, dove hai tutto, e dove ogni cosa "trasuda" di storia, d'antico... credo sia merce davvero rara. Ovviamente bisogna saperla vivere, sapersi muovere al suo interno nei modi e nei momenti giusti, però ecco, mi sono reso conto di quanto sarebbe poi difficile staccarsi, anche potendo, da tutto questo. Non so come spiegarlo, sarà semplicemente che noi romani siamo profondamente radicati alla nostra terra, si siamo cittadini del mondo ma, poi, il nostro epicentro è e resta sempre questo, quello in cui viviamo, quello da cui ogni tanto desideriamo fuggire salvo poi, ogni volta che siamo lontani, ritrovarci "attirati", "calamitati" al punto d'origine. E' un pò come il Signore degli Anelli senza l'anello... ne abbiamo bisogno, noi di lei e lei di noi ^^
E allora, in questo attraversamento della città mi è venuta in mente una vecchia canzone di Venditti, autore che tra l'altro non ho mai seguito molto, anzi.. escludendo ovviamente gli "inni" calcisticamente noti, mi piaceva giusto per il bell'uso del sax ad esempio in "Alta Marea", una canzone della quale ho diversi flash di svariati viaggi in macchina fatti da piccolo, perchè a mia madre piaceva tanto e la sentivamo quindi molto spesso. Anche qui c'è il sax, evidentemente uno strumento che caratterizza molti suoi pezzi, e poi ci sono soprattutto tante immagini di questa bellissima città che, oggi, mi andava di condividere con voi :)


Ovviamente lasciate perdere i pezzi "e io ti amo ancora", perchè recentemente abbiamo detto "basta!" e così è e DEVE essere, è la mia risposta definitiva e la accendiamo pure! ^^ Invitandovi perciò a concentrarvi semplicemente sulle immagini e sulle atmosfere che suggerisce questo brano, vi saluto dandovi appuntamento alle prossime "Righe Libere" :)

13 commenti:

  1. Da quattro anni vivo a Roma anch'io.
    Abbiamo un rapporto controverso, vengo da una terra molto più vuota e piccola, ma non nego di esserne incantata.

    Passa a prendere pure me per Roma, chè non sono automunita e me fai 'n favore.
    Ciao :)

    RispondiElimina
  2. Ah, pure tu sei nella città eterna? allora però devi levarmi il dubbio sugli "orari" del tuo blog, visto come sono impostati credevo fossi all'estero :D Ma magari c'è proprio una scelta tua in questo, nel caso fammi sapere, può essere interessante! :)

    Ciò detto, senz'altro il rapporto con la città non può che essere controverso, è un pò catulliana, "odio e amo", ci sono cose davvero intollerabili ma anche altre assolutamente meravigliose ed uniche, potrei fartene tanti esempi :) Quindi, alla fine, si tratta solo di "muoversi" al meglio tra tutte queste cose :) Ah, sul passare a prendere... visto quanto ho impiegato oggi per andare a Termini in auto mi viene quasi il dubbio che ci si metta meno coi mezzi, sicuramente almeno in certi orari ^^ E poi passeggiare fa bene, a me piace molto.. l'auto è certo comoda ma, per fortuna (penso) non ne sono schiavo, nei limiti del possibile chiaro :)

    Grazie del passaggio, alla prossima! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho volutamente impostato i miei orari in modo sballato, per aggiungere confusione su confusione. Un pò sciocco, un pò saggio, non saprei.

      Passa a prendermi quando avrò 30 kg di valigia per tornare a casa. Magari al ritorno ti ci scappa pure una salsiccia dal bel Sud.

      Ciao :)

      Elimina
    2. 30 kili di valigia? Cavolo, viaggi leggera :D salsicce del sud.. hmmm.. forse della Calabria? È un azzardo eh, ho davvero pochissimi elementi, fammi sapere se c'ho preso :)

      Elimina
    3. Il sud si somiglia tutto ma hai sbagliato localizzazione.
      Ti saluti

      Elimina
    4. Io ho dei parenti in Puglia, fa a finire che scopriamo che siamo imparentati, ahahah :D

      Elimina
  3. Dunque...mi vergogno un po' a dichiarare che Roma non l'ho mai vista. :(
    Sai, noi del nord-est, chiusi nella nostra valle... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maestra, ma come!
      Quando verrai sarai mia ospite :)

      Elimina
  4. Ciao maestra :) davvero non sei mai stata nella città eterna? Neanche fugacemente? Bisognerà rimediare, prima o poi penso che ne valga la pena, anche se sicuramente da quel che scrivi anche la tua valle del nord est sembra essere un bellissimo posto, in modo diverso forse ma non per questo meno significativo :)

    RispondiElimina
  5. Oddio che giri che ci ha fatto fare il navigatore oggi....forse ho preso anche una bella multa...comunque grazie della compagnia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao "anonima" Giorgia! :D Grazie del tuo saluto, e per la multa... speriamo di no! :| sennò ti vengono a cercare in Inghilterra ^^

      Elimina
  6. ti aspetto a londra!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella Londra! Ci devo proprio tornare... :)

      Elimina