giovedì 26 settembre 2013

Un Giorno Così

Questo post nasce un pò "così", nel senso, ho pensato a diversi titoli, diversi modi di strutturarlo e diversi video da proporre, per esempio inizialmente intendevo intitolarlo "Home Run" e volevo fare una metafora col baseball (che comunque farò ugualmente, non temete ^^) ma non ho trovato il video adatto per mostrare bene ciò che intendevo dire, oltretutto poi ho pensato che se già tra i miei carissimi lettori c'è "diffidenza" col calcio, sport nazionale italiano, figuriamoci se conoscono e apprezzano il baseball che è roba americana! Non fa 'na piega, eh? :) Che poi nemmemo a me piace e interessa il baseball eh, lo specifico, però mi serviva come mezzo per spiegare un concetto. In questo sport infatti ci sono tanti modi per fare "punto", che si ottiene avanzando di base in base fino a ritornare al luogo di partenza: puoi star lì fermo e sperare che il lanciatore ti colpisca con la palla (possibilmente non in zone "delicate" ^^), ottenendo così di poter andare automaticamente in prima base, oppure puoi colpire tu la palla e poi correre correre correre valutando quante basi sei in grado di raggiungere prima che gli avversari ti "blocchino", o ancora puoi fare un "home run", ovvero mandare la palla fuori dal campo e, in quel caso, puoi farti comodamente tutto il giro esultando, tra gli applausi e le ovazioni, e segnare in un solo colpo un bel punto per la tua squadra. Vi chiederete cosa sto cercando di dire, e vi capisco (^^), il concetto che mi piaceva far risaltare sono appunto i modi diversi attraverso i quali si può avanzare, arrivando alla meta prefissata. Nel baseball ma anche e soprattutto nella vita di tutti i giorni. E in effetti li ho provati un pò tutti, alcuni di più altri meno, ad esempio ci sono stati periodi "immobili" in cui aspettavo che la palla mi colpisse, altri dove dopo averla colpita, pur magari potendo fare una base in più, avanzavo "guardingo" calcolando tutto quel che c'era da calcolare evitando rischi... o viceversa dove osavo troppo e venivo eliminato dal gioco... infine altri ancora dove ho sparato "home run" meravigliosi, godendomi il mio giro di campo e tutto quello che ci stava dentro. A conti fatti, magari avrei voluto fare qualche fuoricampo di più, evitare qualche eliminazione bruciante e essere colpito da qualche palla di meno ma, tutto sommato e sommato tutto, va anche bene così, credo di essere stato un giocatore decente dai, sicuramente costante di rendimento e con qualche "spunto notevole" qua e là, della serie "pochi ma buoni" ^^
E intanto tra una riflessione filosofico/metaforico/sportiva e l'altra continuo ad avvertire l'onda lunga della positività degli ultimi giorni, in realtà parecchio "immotivata" eh, perchè ci sono tante cose che vorrei andassero meglio o che potrei certamente fare in modo migliore, lo so, lo avverto e lo dico io per primo, però so pure che in questo momento mi sto muovendo, sto avanzando, non sono più fermo e c'è movimento dentro la mia testa, cosa basilare in questi casi, ma anche nel concreto: sotto tanti aspetti ed in diversi ambiti, in modo più o meno evidente, mi sto giocando le mie carte, sto prendendomi qualche rischio dove aver messo la palla in gioco e se stavolta mi "eliminano" perchè non mi fermo e voglio ottenere una base in più non fa niente, magari per altre cose invece avanzo con più calma ma comunque avanzo, e chissà che prima o poi non riesca pure a tirare fuori dal cilindro qualche inatteso fuoricampo: io ci sto e ci provo, sono sul punto di battuta, non ho granchè da perdere e semmai tanto da guadagnare, e solo io so quanto, ora, vorrei guadagnare ciò che cerco e voglio. Poi chiaramente dipende anche dal lanciatore, pure quello conta e non poco, ma se mi mette la palla giusta... sono convinto che adesso la colpisco, ho anche indicato ai tifosi col dito il punto fuori dal campo dove voglio mandarla come fanno i battitori sbruffoni che "se la sentono calda" (^^), quindi se adesso mi arriva quella palla lì dovrò necessariamente mandarcela, o farò una figuraccia ^^
Insomma, sciocche metafore a parte al momento sono contento quasi "a priori" ^^ Non so se sia un bene ma sicuramente non è un male, come vi dicevo sto trovando per strada tante piccole cose che mi danno soddisfazione e soprattutto mi sento "in movimento", e mi chiedo se in fondo la felicità non sia proprio questo, gustarsi il buono che c'è di noi e attorno a noi prendendoci così solo ciò che ci fa star bene, senza ammorbarsi del resto. Poi sarà pure vero che questa super Roma mi aiuta non poco... anche ieri colpaccio contro la Samp ma vabbè, questo è un altro discorso, molto poco interessante per voi ^^ E allora, in tutto questo e per tutte queste semplicissime e quasi effimere cose, ho pensato che oggi è proprio "Un Giorno Così", uno di quelli capaci di "cancellare 120 giorni stronzi" e di "cacciarmi via tutti gli sbattimenti", anche se questi in realtà "ogni giorno sembran sempre di più, ogni giorno fan paura di più", quindi non è che non ci siano o non esistano, anzi! E' solo che il loro peso lo avverto "ogni giorno però non adesso che c'è un giorno così" :)
Ecco il motivo per il quale ho cambiato titolo e scelto questa canzone da proporvi, che è tra le mie preferite ed è tratta dalla perla della cinematografia mondiale "Jolly Blue - il film degli 883" ^^ Oltretutto recentemente cito e mi citano Max un pò ovunque qui ed in altri blog e, in effetti, lui che è stato senza dubbio IL cantante della mia giovinezza (la prima musicassetta comprata coi miei soldi, pagandola ancora in lire, era sua ^^) merita ogni tanto di venire citato, anzi mi cospargo il capo di cenere per non averlo più fatto da un pò di tempo a questa parte ^^ Anche se mi pare di aver letto che ha lasciato la moglie via Twitter, poi non so se è vero, ma nel caso... "quoque tu Max!" No, non se fà Max, non se fà! ^^


Alla prossima... :)

30 commenti:

  1. Ma ragazzo, quanto sei positivo ed ottimista????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, in effetti fa un pò strano pure a me, mi mancono un pò i momenti "nichilismo" e di "esistenzialismo Kierkegaardiano" :))))) ma prima o poi tornano, oh si, tutto torna! ^^

      Però, per ora, va decisamente bene così, specie se mi arrivano i "lanci" giusti e posso trovare magari altri motivi per continuare a esserlo, anche molto più di adesso... io ci spero! ;)

      Ciaoooo :)

      Elimina
  2. L'ho letta anche io la storia di Max, e, da quanto ho capito, non si sono lasciati tramite Twitter ma diciamo è stato forse più un annuncio, che la moglie (ex, ormai) ha contornato con un commento dolce ed affettuoso. Ok, paragrafo gossip chiuso.
    Io mi son sempre impegnata, ma non ho MAI capito come funziona il gioco del Baseball. Ora che lo hai spiegato tu, FORSE ci sono arrivata un po'. Però ho capito bene la metafora.
    E l'ho trovata molto realistica. E bella.
    Ringrazia che le palle non ti siano arrivate in testa, quello si che sarebbe stato un bel guaio!Secondo me, meglio essere eliminato ma aver osato, che aver avuto paura di correre, correre, correre...
    Vuoi mettere un rimpianto con un rimorso?
    Bravo, contagia tutti con la tua allegria e la tua positività, che ad essere tristi ci riescono un po' tutti da soli, purtroppo :)
    E comunque, voglio vedere quando userai una citazione di chi sai tu!
    Ciao e buonissima giornata :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, partendo dalla fine, per quanto riguarda "chi sai tu", ovvero che so io per via di tu (^^), va bene, mi prendo questo impegno, sei sempre così carina con me che.. te lo meriti, te lo "devo" :D Certo, conosco soprattutto la sua "prima parte", e molto molto poco le ultime creazioni, ma qualcosa saprò trovare di adatto prima o poi, anzi facciamo più prima che poi :) promesso ^^
      Quanto a Max, grazie della delucidazione, non sono molto "gossipparo", anzi, però vedendo qualche giorno fa sulla mail di libero.it, che è un portale indegno che pubblicizza tutte cavolate o zozzerie varie (è vero, e se qualcuno di voi ci lavorasse mi discolpo ma è così ^^), avevo appunto letto una cosa tipo "Max molla la moglie via Twitter".. in ogni caso e da qualunque punto di vista la si veda, che amarezza! :))))
      Quanto al Baseball.. io ci giocavo agli scout, era divertente e ricordo tante belle partite, una su tutte dove mandai la palla non fuori campo, ma in una buca che era dentro al campo, però nessuno riuscì a prenderla perchè era troppo in fondo, e io ho fatto tutto il giro sfottendo l'altra squadra e ridendo come un pazzo, ahahah, che spettacolo! ^^ Poi ho fatto anche dei fuori campo veri altre volte, ma quella fu una vera perla :D In fondo il gioco non è complicatissimo, magari un giorno te lo spiego... o magari no, mi dirai tu, ma se vuoi mi offro ^^
      Comunque la cosa importante è che sia stata recepita, e magari apprezzata, la metafora :) Quello era l'obiettivo :)

      Ah, confermo che le palle da baseball in testa fanno male! non le ho prese io, ma un amico mio penso sia diventato più scemo di quanto già non fosse proprio a causa di una di queste, ihihihi ^^

      Ciao, buonissimissima giornata a te! :) con tanti smile! ^^

      Elimina
    2. Cavolo, davvero?Beato tu, i miei amici sono scemi di natura, ihih.
      Comunque agli scout eri un lupetto?Come dicono tutti nei telefilm americani?ihih, che bello. Io non ci sarei mai andata :-D Da piccola ero timidissima, non volevo mai stare sola. Questa cosa me la son portata dietro per un bel po'. Anche alle superiori arrossivo spessissimo. Però le unghie affilate ce le ho avuto sempre. Invece immagino te come un bimbo calmissimo.
      Uno di quelli adatti agli scout, insomma.
      Per la spiegazione da Baseball, fidati, perderesti tempo: è una cosa che il mio cervello ha deciso di non voler recepire in nessun modo xD
      Ciao :-D :)

      Elimina
    3. Beh, sul come ero da piccolo.. magari fatti dire da Maria Beatrice o dagli altri che c'erano allora e che passano di qui più o meno anonimamente.. ^^ pensa che lei non mi poteva vedere perché da piccolo la prendevo un pò (poco però ^^) in giro.. poi però invece col tempo ha finito per stravedere per me, e infatti oggi non sa starmi lontana, ahaha ^^ del resto si sa che quando sei piccolo fai e dici tante stupidaggini, e soprattutto che se prendi qualche bimba in giro è perché ti colpisce in qualche modo, sennò uno non perderebbe tempo per ciò che non trova interessante: è filosofia spicciola ma penso veritiera ^^
      Poi non ero sicuramente Dennis la minaccia o Piccola peste colpisce ancora, questo no ^^ però sapevo il fatto mio, anche se poi col tempo mi sono molto "rabbonito" :))) soprattutto, mi sono sempre trovato bene fra la gente e nei gruppi, e evidentemente a loro volta loro con me, questo però senza mai perdere di vista la mia identità, i miei valori e le cose in cui credevo e credo: insomma, sono sempre stato amichevole e ben inserito nel contesto di gruppo ma anche onesto se qualcosa non la condividevo, e penso questo sia stato apprezzato.
      Gli scout comunque, approfitto perché il tuo commento me ne da occasione, non sono assolutamente come sembrano da fuori! Soprattutto poi come quelli dei film americani: poi non so se la nostra è stata un esperienza particolare però io mi sono un sacco divertito, ho fatto praticamente tutto il percorso e incontrato un sacco di gente di ogni tipo,con cui soprattutto ho condiviso poi esperienze particolari che altrimenti non avrei mai provato, penso ad esempio al dormire in tenda, o al superare magari qualche ostacolo o raggiungere un determinato obiettivo faticando ed impegnandoci tutti insieme. Credo anzi che questo sia stato una fortuna per me e abbia stretto a doppio filo determinati rapporti che ancora oggi mi porto dietro, ci siamo conosciuti con questi amici ad un livello ed in un contesto probabilmente irripetibile :)
      E poi, soprattutto, quante ne abbiamo combinate! Davvero, storie che ancora si ricordano e tramandano tra noi, e che a raccontarle molti non ci crederebbero..perché è tutto molto molto poco come si immagina che quell'ambiente sia, credimi ^^
      Magari di questo, non del baseball, potremo riparlarne, anche se mi sa che dovresti armarti in quel caso di taaaanta pazienza :)))

      ;)

      Elimina
    4. A pazienza sto messa così, così, ma so ascoltare :)
      Comunque no, seriamente penso che quella che hai fatto tu sia un'esperienza molto positiva e che ti permette di formare il tuo carattere. Certo, poi dipende proprio dall'indole del bambino, ripeto, una bimba come me l'avrebbe vissuto più come un trauma :-)
      Infine sono d'accordo con te, quando un maschietto ti prende di mira, qualcosa sotto c'è. Purtroppo :-D

      Elimina
    5. Si, sicuramente ci sono, e c'erano allora, bambini più o meno adatti alla cosa, anche se in fondo basta sapersi adattare e volersi divertire con cose e in modi semplici, secondo me. E io infatti mi sono proprio tanto divertito, magari l'avresti fatto anche tu, chi lo sa ^^
      Sul "prendere di mira"... ecco, diglielo te và, che "quella" ancora mi rinfaccia tante cose, pure troppe direi, visto che nel tempo mi sono fatto ampiamente perdonare... ma vabbè, siete complicate voi, quindi... non indago oltre cercando di capire ciò che non posso e me la faccio andar bene così :D

      Buona giornata! :)

      Elimina
    6. Sono sicura che lo sappia già da se, altrimenti hai voglia a farti perdonare :-)
      Ciao :)

      Elimina
    7. Ehhh, non lo so sai... io la conosco bene e dice spesso che a furia di legarsi al dito miei presunti "torti giovanili" ormai è più fasciata di una mummia, ahahahah ^^
      Lei non perdona facilmente, eppure penso che dovrebbe proprio farlo, perchè ormai da anni e anni io sono nei suoi confronti tanto tanto buono, pure troppo (^^), e poi soprattutto perchè... non ricordo assolutamente nulla di ciò che sostiene le abbia fatto! ^^ o meglio, quel poco che ricordo lo ritengo, io, "irrilevante" :)))) quindi o s'è inventata tutto (e non mi stupirei poi tanto eh! ^^) oppure... è ora che dimentichi anche lei :D
      ahahah, se legge vedrai poi come mi rompe... infatti sto correndo grandi rischi, sappilo :))))) ma in nome della verità, mi espongo, sono innocente! ^^

      Ciao, buona giornata Pà ;)

      p.s: ma poi quei due cd? li hai fatti si? :)

      Elimina
    8. Brava, sono d'accordo con lei, il perdono richiede anni e torture da parte sua a te :-D

      Comunque per i CD dei piccoli no, ancora no, sto aspettando che mia sorella mi dia aggiornamenti su quello che hanno ora. Intendo, se so che non apprezzano (sono piccoli, lo posso capire per ora :)) il genere 'tranquillo' e 'enigmatico', cercherò di accontentarli con qualcosa di più allegro e frivolo (frivolo?Tiziano mai, ma concedetemi il termine per spiegarmi al meglio). In fondo glielo devo far apprezzare, non farli scappare :-D
      Ti aggiornerò sulla playlist :-)

      Elimina
    9. Ok! :) Io intanto, perchè te l'ho promesso e non sono certo marinaio io (^^), sto cercando la giusta citazione del tuo caro Tiziano per "omaggiarti" in uno dei prossimi pezzi che scriverò. Non so quando, e non so come... ma so che succederà, questo è sicuro :D Quindi, stay tuned! :)

      Elimina
    10. Sono curiosa di sapere quale sceglierai :) Io la playlist dei piccoli l'ho scelta (sono un lampo, se parliamo di Tiziano), però non te la dico, ancora, o potresti esserne influenzato. E siccome io costringo ma PACIFICAMENTE la gente, aspettiamo te :)
      Buona giornata :)

      Elimina
  3. Bellissimi i 'giorni così'! Soprattutto quando vengono dopo un periodo più sottotono...
    Sono d'accordo con te: la felicità si concretizza quando il nostro sguardo si allena a riconoscerla nei dettagli che fanno bello il più banale dei giorni.. buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale :) Esatto, quando riesci a "toccare" la differenza tra oggi e qualche tempo.. è una bella cosa :) E soprattutto, per essere felici basta davvero poco :) Quasi tutto (non tutto tutto tutto, questo va detto ^^) dipende da noi stessi, poi chiaro che se "il resto" ci da una mano è preferibile e tutto diventa ancor più semplice e migliore ^^

      Ciao! :)

      Elimina
  4. La felicità non deve essere la meta, ma il percorso.. dobbiamo cercare di essere felici ogni giorno :)
    Questa non è mia, non ricordo chi l'ha detta e/o dove l'ho sentita, ma mi piace.
    Un giorno così ...una delle mie prime cassette fu La donna il sogno e il grande incubo...ma non ricordo se ne faceva parte, in questo momento. Mi sa che apparteniamo alla stessa generazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzitutto grazie del passaggio e del commento :) Quanto a "La donna il sogno e il grande incubo", l'album è del 1995, contenente perle come "Ti Sento Vivere", "Senza Averti Qui", "Una Canzone d'Amore", "Gli Anni" e anche "Tieni il Tempo"... insomma, un signor CD! :D c'era anche la copertina molto particolare:

      Copertina

      "Un Giorno Così" è del 1997, e stava nell'album "La Dura Legge del Gol!", che poi è appunto quello che comprai io coi miei soldini, che emozione ^^ E quanto l'ho consumata quella cassetta :D

      Quindi, parentesi da fan accanito del 883 a parte, si, penso che siamo molto molto vicini di "generazione", i tempi quelli sembrano ^^

      Grazie ancora del passaggio, e torna quando vuoi! :)

      Elimina
    2. Allora avevo anche la dura legge del gol...musicassetta purtroppo prestata e mai più rivista :( altrimenti non mi sarei sbagliata! Tornerò sicuramente!! :)

      Elimina
    3. Ahiahiahiiii, mi spiace per questa perdita dolorosissima ^^ Io la mia la conservo ancora cara come un Santo Graal, non capita spesso di spendere "nonsoquante-milalire" per la prima volta... è un bel ricordo :D
      Di "La Donna, Il Sogno e il Grande Incubo" avevo invece il quaderno ad anelli per la scuola... ahahah, che storie :D

      A presto allora, o di qua o dillà ;) buona giornata! :)

      Elimina
  5. bellino bellino questo post ma non è una novità per me!!!e che ricordi con max pezzali e gli 883!!! mi piaceva tantissimo questa canzone anche visto che mi ricorda anni belli e se ci ripenso mi è capitato spessissimo di mandar giù profumi e cose prima di perderle che non si sa mai come dice lui *_* ciao marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cantante di una generazione intera, senza dubbio :) canzoni semplicissime al pari delle parole usate, però la sua forza credo fosse proprio quella, oltre al cantare cose che tutti potevano capire e in cui ci si potesse facilmente immedesimare perchè era un pò quello che viveva il ragazzo medio di quegli anni :)
      Inoltre, ho sempre apprezzato che abbia dedicato davvero tante canzoni ai suoi amici, quelli di sempre, un valore aggiunto che io ho sempre tenuto molto in considerazione, forse perchè ci rivedevo qualcuno che conoscevo :)

      Ciao a te, e grazie come sempre ;)

      Elimina
  6. Eh beh, che credevi... che vedevo spuntare una faccia nuova nel mio blog e non venivo a farmi i fattacci tuoi? :)

    Innanzitutto, ottima scelta quella della foto profilo. Insieme a Sheldon Cooper, Stewie Griffin e l'Inserviente... direi che trattasi di uno dei più grandiosi personaggi che mente umana potesse concepire. Quindi già mi stai simpatico così, sulla fiducia. Come il macellaio dietro casa, che non ti può stare sulle palle visto quanto è vicino.

    Bel post, il tuo. Bella metafora sportiva, anche se di baseball ci capisco davvero un fico secco. Ma del resto parli a una patita del curling, non è che si può pretendere. E Max Pezzali... Monsieur Le Trash :) ha segnato una generazione. Ricordo ancora le musicassette tarocche e le canzoni imparate a memoria, da cantare sullo scooter seduti dietro e senza casco. Bei tempi, si :)

    Saluti. Do uno sguardo a questo tuo angolino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, mi fa piacere senz'altro allora questa "invasione", fa pure ^^

      Sul dottor Cox non posso che essere più che daccordo, ne ho parlato qua e là durante questo primo quasi-anno di vita del blog, ma penso sempre di non averlo fatto abbastanza ^^ Però è pure vero che Perry è un personaggio talmente ampio che non si può ridurlo a qualche post o qualche video... vi visto e conosciuto tutto :D
      Bella la metafora sul macellaio, mi onora la fiducia accordata (oddio, paro quelli che ringraziano per gli acquisti fatti nel loro negozio ^^), anche se quello vicino casa mia adesso ha cambiato e fa il "cassamortaro", in italiano "quello delle onoranze funebri", e da quando è successo ciò la cosa mi inquieta non poco, ma vabbè :)))

      Su Max... ehhh, il livello top del trash lo raggiungeva soprattutto Repetto coi suoi balli, ci ho fatto un post credo nei primi mesi del blog... vediamo se te lo trovo... eccolo!

      LOL - Mauro Repetto & Co.

      Davvero tempi impareggiabili e inimitabili... nel bene e nel male! :)))))

      Alla prossima allora, ci teniamo sott'occhio dai :D

      Elimina
  7. Ciao e grazie per il commento che mi hai lasciato.
    "Essere in movimento" è già una cosa buona credimi.
    Saluti e buona serata ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente si, hai ragionissima :) grazie a te del passaggio qui, buona domenica :)

      Elimina
  8. Una volta titolai un mio post così, riferendomi alla medesima canzone!
    In ogni caso, l'immobilità non porta a nulla, la manna dal cielo non arriva... Meglio muoversi, sempre, in mille direzioni^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh non mi stupisce saperlo, che max sia trasversale e universale è risaputo, poi ho letto qua e là che più di qualcosa in comune ce l'abbiamo e quindi ci sta :)
      Per il resto si, è esattamente come dici, dal cielo non casca nulla o, se qualcosa cade, non lo fa certo a pochi passi da noi, quindi è bene muoversi per essere noi i protagonisti di ciò che ci capita :) e se poi, muovendoci, ci capita pure di finire per trovarci proprio dove cadono le pochissime cose che cadono dal cielo, beh, pure meglio a quel punto

      Buona domenica ;)

      Elimina
    2. Esatto, la penso come te!! :)

      Moz-

      Elimina
  9. Qualche tempo fa ho letto un libro molto carino e divertente (Momenti di trascurabile felicità) che mi ha fatto proprio pensare a tutti quei piccoli gesti che magari passano inosservati e che invece ti cambiano la giornata. Ed è una cosa bella che ci siano persone in grado di coglierli e trasformarli in ottimismo da distribuire un po' in giro :D
    Buona domenica ;)

    p.s: con Max mi hai aperto un cassetto con qualche bel ricordo bimbominkioso ahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco il libro, ma magari gli darò uno sguardo :) E grazie per ciò che hai scritto, ricambio pure il buona domenica anche se ormai è finita ma vabbè... magari passi una buona serata e va bene uguale ^^

      Su Max... ahaha, si beh, diciamo che io sono "fazioso" in quell'ambito quindi... nonostante tutto, e nonostante l'evidenza di molte cose "bimbominkiose" oggettivamente a lui legate (^^)... lo stimo infinitamente ^^ I ricordi legati ai suoi pezzi e a quegli anni superano anche l'evidenza, diciamo così :D

      Alla prossima! ;)

      Elimina