martedì 7 gennaio 2014

Io Sto Con Gli Indiani

Non lo posso nascondere, ho sempre parteggiato per gli Indiani nei film del Far West, anche se alla fine vinceva praticamente ogni volta la Cavalleria e dovevano soccombere, mai però senza onore o non avendo dato tutto. Anzi, vi dirò che probabilmente li supportavo proprio per questo motivo. E non è un patologico caso di pensiero gregario, è che non di regola ma davvero molto spesso il più forte è si vincente ma non ha un briciolo di genio, la sua faccia è si rocciosa ma senza un minimo di luce, probabilmente spenta nella sua consapevolezza di superiorità che dà quasi per scontata, e allora... non fa per me. E a proposito di facce, non ho mai capito se, dopo un certo numero di anni, si finisce per somigliare alla propria o è la faccia stessa che finisce per essere lo specchio di quello che si è: ci penso, e mentre lo faccio ribadisco la mia preferenza per i volti dei personaggi che mi colpiscono dalla seconda linea, non quelli in primo piano bensì quelli nei cui occhi riesco ad intravedere la scintilla, quelli che aggregano ad un pensiero non banale un’idea grandiosa di se, fosse anche utopica ed improbabile, ma già soltanto per il fatto che la sognano e non fanno nulla per nasconderla a chi trova il tempo di notarla e di guardarla meritano che qualcuno tifi per loro. Ma si, meglio decisamente gli Indiani amici miei, perchè il Generale della Cavalleria sotto quella maschera da duro in realtà ha una fragilità ad orologeria, una distanza emotiva dalle cose, un’assenza di generosità. Sembra granito, ma in realtà è solo granita, granita di panna. Guardate invece bene la faccia fiera dell'indiano, brucia, è passione pura, non si può non parteggiare per lui. Anche se poi probabilmente perderà, ma pensate un pò a quando, pur di rado, troverà l'inattesa vittoria, perchè qualche volta succede: se vince, è per sempre, se vince dopo essere stato dato per morto, evaso dal suo sudario dopo aver sentito il tanfo della fine e l’allegria neanche troppo simulata dei becchini, allora sarà una storia incredibile ed incancellabile di cui parlare da qui all'anno undicimila. E non importa se poi le altre mille volte ha vinto e vincerà la Cavalleria, perchè le sue vittorie evaporano rapide, come bolle di sapone soffiate e fatte volare da bimbi che hanno fretta di passare a giochi più divertenti e duraturi. Le sfiori e svaniscono, nella loro inconsistenza. Poi si, esulti, brindi, ti sbracci, ti metti le corone in testa, ma quando ti giri... dietro non c'è nessuno, o al massimo chi ha scelto di seguire quella strada non perchè ci credesse, quanto per la semplicità della scelta, per convenienza. Insomma, sono vittorie e corone immaginarie che durano quanto una merendina nella dispensa di Fat Albert.
E quindi ecco perchè, personalmente, amo e preferisco il Philip Callaghan di turno, che in "Holly e Benji" non vinceva mai nulla ma aveva il cuore del grande capitano amato e rispettato da tutti e negli occhi la voglia di riprovarci e migliorarsi sempre, andando anche oltre quelle che erano le sue reali capacità e possibilità. O perchè per esempio in una gara di velocità non tifo Bolt che poi vince sempre, o in quelle di corsa lo scontato Vettel, ma non perchè questi due grandi campioni non lo meritino, per carità, è solo che io credo che debba esserci gloria e tempo per tutti, in particolar modo per chi si impegna, per chi sogna, per chi non smette mai di credere e di inseguire un ideale. Perchè a volte, anche se raramente ma succede, il sogno diventa realtà, e allora è bellissimo. In un certo contesto, posso garantirvi che so più che bene di cosa sto parlando, e che è davvero così quando trovi proprio quello che hai sempre cercato anche quando tutto ciò che orbitava intorno a te ti portava a credere che, dopo tutto, fosse più facile e conveniente accontentarsi, lo fanno in tantissimi, perchè non tu? E invece no, e meno male! :) E' un pò come la scelta della squadra del cuore, puoi supportare quella che statisticamente, se non vince tutti gli anni, trionfa uno si e l'altro no, diventando quasi "abituale" del successo e godendone come fosse atto dovuto perdendone probabilmente quasi il gusto... oppure puoi credere in quelle Armate Brancaleone che spesso si sgretolano su se stesse sul più bello, o che la sfortuna (o anche altro... ma vabbè ^^) "azzoppa" crudelmente a un metro dal traguardo... quelle insomma che "non succede, ma se succede...!!!", e infatti dopo 20 anni di attesa capita il miracolo e, ancora oggi, c'è chi lo ricorda e festeggia come fosse accaduto ieri, tanta fu l'emozione di quel momento storico. Ecco, a me piace questo, mi piace credere in ciò che vale davvero ed attenderlo quindi tutto il tempo che occorre, anche se poi esisterebbero, e ben evidenti, altre strade più semplici per ottenere la stessa cosa ma... è solo apparenza, perchè nulla è uguale, nulla sarebbe davvero "la stessa cosa", nulla ha il medesimo sapore di ciò che hai pazientemente aspettato per tanto, tanto tempo, e finalmente l'hai raggiunto, in quel modo lì, e in quelle circostanze lì sempre sognate. Nulla, assolutamente :)

E allora, io tifo gli Indiani e me ne vanto ^^ e non mi importa niente se ritardo, perchè poi arrivo e quel momento è sempre speciale, sempre "di più", sempre "oltre", non certo come poteva essere arrivarci sfruttando scorciatoie o prendendo le strade più semplici :) Questo pensiero mi porta alla mente un cartone animato che mi colpì tanto da piccolo, lo davano sulle tv locali e pensate che la serie nemmeno finisce, venne interrotto a 1/3 dell'opera ^^ Era una storia davvero tristissima, ma di grande redenzione, che in breve riassumo: Sugar, orfano di madre dalla nascita, vive col padre, ex pugile professionista ora ritiratosi per star vicino al piccolo, in condizioni economiche precarie, ma sommerso dal suo amore, che poi è l'unica cosa che conta. Bisognoso di trovare soldi per non far mancare nulla al suo bimbo, il padre (intanto ammalatosi) torna sul ring per un incontro con l'astro nascente della boxe e futuro campione del mondo, e viene ferito gravemente, cosa che aggrava in maniera irrimediabile la sua già complicata condizione di salute. Sugar perde così anche lui (in una scena tristissima al Luna Park, con il papà che scappa dall'ospedale per mantenere la promessa di portarci dopo l'incontro il piccolo ed ignaro Sugar che mai aveva deluso, e ciò gli sarà fatale), e allora si impegna, contro tutto e tutti subendo mille angherie, per continuare il sogno del padre: diventare campione del mondo. Combattendo coi suoi guantoni, riuscirà dopo mille peripezie nell'impresa (lessi l'epilogo, non essendoci la fine della serie ^^) sconfiggendo, in una catarsi totale e perfetta, proprio colui che, in un incontro pur leale e senza volerlo, gli aveva portato via l'amato papà. Si, è solo un cartone e la storia davvero triste triste eh, lo so pure io ^^ Però... a me colpì tanto, anche se non ho mai fatto a pugni con nessuno in verità eh, e aborro in generale la violenza, eppure... qualcosa, e probabilmente so anche bene cosa, mi ha sempre portato a vedere questo cartone animato in maniera speciale, particolare, forse trovando nella "mancanza" di Sugar qualcosa che, in modo diverso, è mancato tanto anche a me. E poi daje, la sigla era gagliardissima! ^^ E per questo ve la propongo qui, per chiudere questo mio post probabilmente sconclusionato, ma che mi è piaciuto molto scrivere e, quindi... va più che bene così :)


Viva gli Indiani, viva Sugar, viva Philip... viva chi sogna, chi crede, chi non smette ;) Alla prossima :)

P.S. per la mia Gnappetta "wow-osa": 14-1-13-10-1 18-9 1-11-13 !! :)

28 commenti:

  1. Anche io tifo sempre per i diversamente vincenti!
    Cioè gente che non vince da protagonista ma si batte per rendere la vittoria altrui difficile (oppure arreca danni permanenti ai vittoriosi: questi li amo ancora di più :p)
    Insomma, se io non vinco, la vittoria altrui non deve essere mai completa... qualcosa devono perdere anche loro!! XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, i "danni permanenti ai vincenti" mi han fatto morire dal ridere, roba tipo insomma che adori l'indiano che taglia di netto la mano al generale che poi gli spara, o il pirata che accieca il capitano scrudele costringendolo a indossare per sempre la benda sull'occhio prima che venga freddato da tutta la ciurma :)))) Insomma, forzando un pò il concetto, sei un piccolo Hammurabi dei nostri giorni :DDDDD

      Buona giornata a te! :)

      p.s: visto che siamo in tema "Holly e Benji", e ho letto un tuo commento in merito a un personaggio che era stato punito dal cielo e per questo portava il ciuffo sull'occhio (^^), alludevi a Ed Warner immagino, vero? ^^

      Elimina
  2. Gli indiani son sempre stati anche i miei prediletti, ma la mia storia ha a che fare con le radici della mia famiglia - linea matriarcale.
    E di Holly e Benji a me piaceva da morire Benji quando aveva il cappellino, e Mark Lenders con quelle magliette dalle maniche arrotolate :)

    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, quindi se Moz è Hammurabi tu sei una Sacajawea dei nostri giorni!? Forte :D
      Quanto a "Holly e Benji", visto che tu di calcio ho visto ne sai e puoi cogliere, Mark Lenders nell'ultima serie finisce alla Juventus, percui non potevi non preferirlo, essendo la tua squadra :D Mentre Benji grandissimo portiere, il migliore, ma sempre rotto, non aveva continuità :D Però quando giocava era imbattibile :)))

      Buona giornata a te, è sempre un piacere leggerti :)

      Elimina
  3. Da piccola facevo sempre i criptogrammi e inventavo alfabeti alternativi.
    Quindi l'alfa-numerico è un po' facile da decodificare... :)))))
    Potevi almeno dirle %+ $" @#+
    Comunque, "hanno la forza dell’umiltà e tanta volontà" ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma io ho sempre avuto grossi problemi con i numeri, pensa che per lungo tempo contavo (?!) con le dita delle mani per star sicuro di non sbagliare.. ^^ ihihih :)))) Però poi sono migliorato, ed incredibilmente ti dirò che giorni fa ho affrontato un test di logica ed alcuni di matematica uscendone sorprendentemente bene.. ma non diciamolo in giro, anche perché ciò mi ha portato gravi "ritorsioni" da una barbara (non è il nome di battesimo, ma di popolo di appartenenza ^^) che non ha preso bene questo verdetto... :))))
      Comunque sia ecco, per me, era difficilissimo questo criptogramma alfanumerico ^^ Non lo avessi fatto io, non lo avrei credo mai capito, ihihihi :D Carino il tuo modo alternativo, il segno + è la lettera "o", vero? o sono a caso e vedo ciò che non c'è? :DDDD Sei una novella Richard Lepsius, anche se il mio codice è assai più semplice di quello egizio, direi :D

      Un saluto a te, maestra sempre (ovviamente!) attenta a tutto :)

      Elimina
    2. Esatto...il + è una "o"...
      Otto più :))

      Elimina
    3. 8+ ... ne gioisco, mi fa media coi 2 che prendo spesso e volentieri ^^ Ihihihi :D

      Grazie mille maestra, poi anzi, insegnami bene tutti i codici che vuoi, possono servirmi per mandare messaggi criptati alla mia bella :D

      Elimina
  4. Lo sai che ti riconosco proprio in questo post. Tifi per quelli come te, quando ti metti contro me: i perdenti. E lo sai bene, ihih.

    Però, punzecchiature a parte, ti ci vedo davvero in questo post per tantissimi motivi che magari stanno proprio tra le righe e che non c'è bisogno che io specifichi qui.
    Sei davvero bravo a dire quello che pensi, e soprattutto quello che pensi è profondo ed intenso. Sei un piccolo Sugar che alla fine ha vinto e vincerà sempre.
    Il fatto è che molto spesso ci crediamo perdenti senza capire che in realtà stiamo semplicemente nella battaglia sbagliata e che quindi non ne vale assolutamente la pena. Anche se è comunque bello andare sempre avanti per qualcosa che ci stimola e ci fa stare bene, giusta o sbagliata che sia. Ma forse sto scrivendo troppe cose (queste si sconclusionate, non le tue) non inerenti.

    Insomma, caro Maurizio, tu fai il (finto, ihih) storico, e abbini i personaggi ad ogni commento, ma per me rimarrai sempre il Gladiatore, per mille e mille motivi, e non si cambia assolutamente. E lui è un vincitore protagonista, ma ti dovrà piacere lo stesso :) Alla fine, in un modo o nell'altro, 'in questa vita o nell'altra' ha quello che vuole. Lo avrai anche tu :-*

    E rido e sorrido per i numeri, per i quiz di logica che...mamma mia, io ci farei un libro per quello che mi fai fare tutti i giorni, ihih. Infine sorrido di cuore per tutto quello che mi 'lasci' in giro. :-*

    Ps. *.* *.* siiiii, 18-9 1-11-13 col 13 periodico ihih

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola, Paola, Paola... tre volte (non a caso) bentrovata :) Sai benissimo che ho letto già da ieri questo tuo commento, ma attendevo un buon momento per risponderti per bene, come piace a me :) Ed il momento eccolo qui, sentitissimo e ideale, come tutte le cose che si attendono per farle e viverle al meglio, e che dopo l'attesa arrivano sempre :)
      Non mi avventuro in una discussione sull'esito delle competizioni con te, anche perchè c'è un post, precedente a questo qui, dal titolo inequivocabile ("vinci TU") che mi sembra più che sufficiente per rendere l'idea, nel senso, dove conta vincere, vinci sempre TU, poi si, esistono ambiti dove forse posso impormi (o dove già ci son riuscito, per tua disperazione ^^) ma... anche lì sospetto che troveresti coi tuoi potenti mezzi ed infinite risorse il modo di trionfare ^^ Ed io non avrei nulla da ridire, anzi... :-*
      Ma diventando seri (un pochino, del resto sempre un clown resto ^^), so perfettamente quanto tu riesca a leggere tra le mie righe, comprendendone i significati più "interni" che stanno dietro a qualche frase per altri magari ordinaria ma non per te, che hai lo straordinario dono di riuscire ad infilarti nella mia testa come se fosse la tua, ed allora senti e capisci così tutto quello che voglio comunicare. Non so se riesco poi a farlo davvero così bene come dici, ma mi fido del tuo parere, come mi fido di te in tutto il resto delle cose che, sempre più, ci legano ed uniscono a doppio filo :)
      Mi ci rivedo un pò in Sugar, certo con la boxe... non credo di essere un campione come lui, ma la tenacia, la voglia di andare dritto verso il suo obiettivo, il desiderio di avere la vittoria più importante per regalarla a se stesso e soprattutto a chi lo ama (o nel suo caso amava, visto il triste epilogo per il suo papà).. credo possano, con un pò di fantasia e "contestualizzazione", appartenermi, dai :) E non sai quanto ti do ragione, poi, sul discorso delle battaglie "sbagliate", infatti appunto Sugar non cercava il successo minimo, non si fermava lì alla vittoria per mera soddisfazione personale sul più forte della palestra prima, del quartiere poi, quindi della città e della regione... no, lui puntava al massimo, al traguardo come al massimo punto io, o almeno ci provo utopisticamente da tutta una vita, ehehe :) E... sai che, all'improvviso, l'ho trovato adesso? Si, lo so che lo sai... :-*
      Detto ciò, disconosco assolutamente l'appelativo di "finto storico", in quanto anzi, sin qui, ho tirato fuori in un escalation travolgente di cultura (^^) il re babilonese Hammurabi prima, l'indiana d'America Sacajawea poi, e anche il decriptatore dei geroglifici egizi infine, quindi... come si dice dalle parti mie, "mettice na pezza e stacce!" ^^ Ma visto che tu hai associato a me un personaggio tanto glorioso quanto a te particolarmente caro (e perciò doppiamente gradito alla mia persona), io onorato ne associo a te, che nascesti regina guerriera e barbara, tanto bella quanto feroce e implacabile al tuo passaggio, addirittura un quartetto di personaggi! nell'ordine, rigorosamente cronologico, Vercingetorige, il condottiero gallo che sfidò Roma, arrendendosi alla fine ma solo dopo aver combattuto strenuamente.. insomma, un pò come te dopo certe partite alla Wii ^^ quindi Attila il Re degli Unni, primo unificatore dei popoli barbarici dell'Eurasia (e quindi perfetto per te perchè tra quelli avrà certo "beccato" il tuo popolo d'origine ^^), e Gengis Khan, il sovrano mongolo che diede pur brevemente vita, unificando anche lui svariate tribù barbare (è un vizio ^^), al geograficamente più grande impero della storia. E da ultima... beh, Lucy Lawless, al secolo Xena, la principessa guerriera del famoso telefilm ^^ non per affinità fisiche eh, ma come "senso", ti ci vedo ad andare alla carica sul tuo cavallo bianco strillando all'impazzata come facesti ad un concerto (ihihih ^^) ed infilzando nemici con la spada di qua e di là :D

      ---> segue ^^

      Elimina
    2. ---> segue da su ^^

      Si, sono un idiota patentato, lo so bene, ma lo sai anche tu, e spero quindi ne stia ridendo :D
      Come hai sorriso per i numeri (decriptati, ma va benissimo :-*), per i "grassetti", per i quiz e come, in generale, sorridi e sorridiAMO per tutto, insieme, tutto il giorno e tutti i giorni :) E se io lascio in giro cose belle... beh, tu lasci dietro di te una scia di magia irresistibile, e sul tuo cammino tesori preziosi ed inestimabili, come quello che hai dentro alla tua testolina e dentro al tuo cuore bellissimo, sulle cui frequenze la vita diventa uno spettacolo come quello che, assieme a te, sto vivendo :)
      Detto questo, per quanto riguarda il contatto via blog ti saluto (altrove no, mai ^^), ho scritto un bel papiro e... ne sono felice, mi fa felice, perchè se ci pensi tutto è nato così e tutto continua così anche se ora i mezzi, i modi, le occasioni sono "oltre" qui ma... le cose belle, le tradizioni importanti e sentite, quelle poi che hai generato tu, non altri, e che quindi appartengono solo a te e rendono tutto speciale... vanno conservate, coltivate ed alimentate. E dedicarti lunghe risposte, a volte quasi infinite come la "o" di quel 13 periodico... è uno dei piaceri più grandi e belli cui non so, ne mai saprò e vorrò, rinunciare. Così come mai rinuncerò a te, splendida principessa guerriera che, senza distruggere (se non cose brutte che non mi servivano più), hai preso possesso della mia roccaforte che, oggi, sventola con orgoglio il tuo stendardo ^^ Questo è davvero ciò che "Massimo", almeno questo Massimo, voleva e vuole... in questa vita E nell'altra, ma intanto in questa, che è tutta da vivere e da godere alla grande. E mi sorprende ogni giorno realizzare di avere tutto questo, di averti, di star davvero vincendo da protagonista la più importante battaglia che si potrà mai ricordare.

      Un bacio enorme tesoro mio, "io e te siamo uguali, di un volo le due ali" :-*

      Elimina
    3. Sei veramente scemo e non posso mica non dirtelo pubblicamente?ihih.
      Risposta bellissima, la tua. Vediamo, cosa dirti.
      Prima di tutto, è una casualità che tutti i personaggi che mi hai proposto sono barbari e violenti?Perché, davvero, non mi ci riconosco affatto :-p
      E poi, guarda che quel video del concerto è un pezzo più unico che raro, fai bene a citarlo ahah
      Non ti rispondo neanche relativamente alle tue PALESI E FUTURE SCONFITTE ovunque, che tu cerchi di nascondere fingendo di potermi anche solo pareggiare. Mi fai quasi tenerezza, ihih.
      Però, guarda, tu scrivi tanto, e benissimo, io ti dico solo e semplicemente queste poche parole:
      Sei un ragazzo meraviglioso, fantastico, speciale, unico e non lo dico qui perché devo ostentare nulla ma perché, come dici tu, anche se abbiamo altri mezzi (per fortuna, eh), è comunque qui che è iniziato tutto. Ed è bellissimo e simpatico starci ancora, così.
      Sei uno scemotto, però mio.
      Bacino :-*
      Ps. Guarda, Maurizio, sono d'accordissimo con te. DICIAMO INSIEME BASTA ALLA VIOLENZA!Queste bulle che ti prendono dal collo...mah!

      Elimina
    4. Tenerezza tipo un cagnolino? tipo un cucciolo di Labrador non svezzato? mi ci vedo... ihihih ^^ Comunque no, è stato ASSOLUTAMENTE un caso che ti abbia associato dei personaggi tutti appartenenti alla stirpe barbara.. se non ci credi, chiedilo al mio amico Pinocchio... ahaha :))) E, riguardo quel video, mi rendo del tutto e pienamente conto da me di possedere un vero "gioiello", una pietra preziosa che il mondo non è ancora pronto a ricevere... troppo alto il livello... sono insomma depositario di un segreto di inestimabile valore, di una pellicola che solo pochi occhi avranno mai il privilegio di guardare, e soprattutto di ascoltare quel grido che è incredibile pensare sia uscito da un corpicino tanto piccino picciò, e invece... :))))
      Quanto alle tue brevi, ma sempre mai banali e graditissime, parole su di me, io "grazie" non te lo posso dire perchè tra noi abbiamo deciso che non si usa, quindi rispondo con un "che bello" :) E' davvero bello tutto insieme a te mia adorata Paola, è davvero bello Il Mondo Insieme a Te, tucciola :) E mi piace essere il tuo scemotto personale, tantissimo :)

      Ah, per chiudere si, assolutamente, stop alla violenza, negli stadi ma non solo, perchè anche nelle quattro mura domestiche succedono episodi di rara barbarie, terrore puro. Ed è inaccettabile questo. So di un amico, non dirò il nome per proteggerne l'anonimato, che è stato preso brutalmente per il collo da una gnometta del magico bosco, alla sprovvista, ed ancora oggi porta negli occhi lo sgomento e la fredda paura di quell'attimo: mi ha parlato di uno sguardo trasfigurato di questa ragazza, che poi fa anche un gesto strano (credo magia nera, boh..) con la mano, e un esclamazione che gela il sangue. Brutte cose tesoro mio, brutte cose, quindi accolgo pienamente il tuo appello e lo rilancio, DICIAMO INSIEME BASTA ALLA VIOLENZA!

      ^^

      Baciotto :-*

      Elimina
  5. Io tifo sempre per i buoni, chiunque essi siano! :)
    Sai che un film con gli indiani non l'ho mai visto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai? beh, dovresti rimediare, tipo "Balla coi Lupi" con Kevin Costner... lento come film, e lunghissimo (anche troppo ^^) però... storico, sette premi Oscar.. consigliatissimo :)

      Comunque si, viva i buoni, sempre! :) Ciao! ;)

      Elimina
  6. È la stessa cosa se invece che per gli indiani parteggio per la rivincita degli sfigati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, penso proprio di si anche perchè, purtroppo per loro, gli Indiani hanno davvero fatto una brutta fine... quindi si, sono sicuramente etichettabili come molto poco fortunati pure loro :)

      Un saluto a te, e buon anno nuovo! :)

      Elimina
  7. Io tifo per i buoni o per i cattivi che potrebbero esserlo. Certo da piccolo adoravo la cavalleria che arrivava a salvare le carovane attorniate da nugoli di indiani... col tempo si diventa selettivi e pure un po' infami, ci piace il torbido e le mezze misure, ci piacciono i perdenti che ti fregano alla fine. Hai visto Limitless con Bradley Cooper? Se no, recuperalo. Ieri invece di nuovo Il paziente inglese. Dopo aver assaporato S.Anna in Camprena vicino Pienza, durante le vacanze di Capodanno, con mia moglie l'abbiamo voluta rivivere in pellicola, con un altro perdente costretto a "riviversi"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lampur :) No, il film con Bradley Cooper non l'ho visto, ma mi dissero già che ne valeva la pena di vederlo, quindi a questo punto ascolterò il tuo consiglio cinematografico perchè mi hai ulteriormente incuriosito :)
      Ahaha, ma dai che è bello rivedere i propri filmati, su ^^ E poi certi posti della Toscana (se non sbaglio Pienza sta lì... sbaglio? ^^) sono molto caratteristici e particolarissimi, dai che sarà stato sicuramente un buon Capodanno, al di là delle pellicole :)

      p.s: vista l'ora del tuo commento, alzataccia o notte insonne? facce sapè :D

      Ciao! Buona giornata ;)

      Elimina
  8. Bellissimo post Maurizio, complimenti!
    Anche a me non fanno impazzire gli eroi scontati, quelli che lo sai che alla fine vincono e vissero tutti felici e contenti. Credo che un personaggio (e una persona) per essere davvero interessante, per avere spessore, debba mostrare le debolezze, insieme ai punti di forza, e le difficoltà, le contraddizioni fra bene e male, i sogni, come giustamente dici tu!
    Per cui, decisamente, viva gli indiani! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria :) Ti ringrazio molto, il post è venuto fuori davvero "così", come poi praticamente tutti quelli che ho messo sin qua (credo di averne "ragionati"... vediamo... allora, uno sicuramente, e forse un minimo un altro, stop, per il resto accendo, pagina bianca e... via senza sapere dove si finisce! ^^), quindi se ha una buona "resa" mi fa piacere :)
      Sul resto, beh, come spesso succede hai detto tutto bene tu e, diversamente da me, sei riuscita a farlo con la dote di sintesi che non mi appartiene e mai mi apparterrà ^^ Credo sia davvero fondamentale infatti mostrare tutto di se, non soltanto ciò che fa comodo o che "si conviene", perchè è solo così che si può venire del tutto capiti e apprezzati, ricevendo altrettanto in cambio in una "condivisione di fiducia e di anime" bellissima... e se non da tutti, almeno da chi sa guardare e guardarti. E qualcuno, garantisco, c'è, lo si trova, e poi diventa tutto davvero speciale :)

      Quindi si, viva gli indiani, buona giornata e "augh!" a te :D

      Elimina
  9. Anch'io ho sempre tifato per gli indiani. Anche se nei film li dipingevano cattivissimi. Poi crescendo abbiamo capito come stavano veramente le cose.
    Hai scritto un post che fa capire che bella persona sei. ^_^
    Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Sara, li dipingevano proprio come dei cattivoni, eppure.. del resto, non si dice che la storia la scrive chi vince? Eh ;)
      Grazie per l'ennesima volta delle parole dolci e graditissime che spendi per me, che non so se sono poi così bellissimo come persona, anzi non penso.. ^^ ma ovviamente mi fa tanto piacere leggere questo tuo pensiero davvero lusinghiero ;)

      Un abbraccio a te :)

      Elimina
  10. Sai Mauri, credo che da queste piccole cose si evincano le differenze tra persone profonde e pseudoprofonde o comunque caratteriali o silenziose.

    Ti abbraccio, viva gli indiani ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi state a fà troppi complimenti, diventerò un pellerossa?! :))))
      Scemenze a parte, ovviamente ti ringrazio tanto, passa una buonissima giornata :)

      Elimina
  11. Ho i western nel sangue. Colpa del mio papà.
    Indianissima.
    Questo post è un colpo di vento innocente e sognatore respirato a pieni polmoni. un saluto,
    Annuska

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annuska, ti ringrazio per questo bel commento, piacere di conoscerti :)
      Buona giornata :)

      Elimina