giovedì 29 maggio 2014

Sulle Pagine Del Tempo

Tutto nasce da un' agendina. Qualche tempo fa ne ho trovata casualmente una, non mia, sulle cui pagine si parlava con tanto amore di me. Era di mia madre, che scriveva ormai oltre 22 anni fa di se stessa, delle sue paure, dei suoi affetti e, appunto, dell' amore per me e per mio fratello. Specifico che non l' ho cercata volontariamente, mi è proprio capitata tra le mani sistemando alcuni cassetti e ho davvero letto soltanto quella pagina, come se fosse un guardare tanto bello, si, ma non autorizzato, ed io alla privacy tengo moltissimo, tanto mia quanto altrui. Ho però ovviamente raccontato l' accaduto a mia madre ed è stato veramente un bel momento.
Questo episodio mi ha così colpito che, pochi giorni dopo, mi sono recato in un negozio di cartoleria ed ho acquistato una bella agendina di velluto nero con il bordino giallo acceso, un colore che mi piace tanto. Non l' ho comprata però per me, ma per regalarla ad una persona speciale, scrivendole una dedica sulla prima pagina ed invitandola a far "bruciare" quelle successive, ancora bianche in quel momento, con tutti i suoi pensieri e soprattutto con tutto il suo amore, che è immenso. Mi piaceva insomma l' idea che un giorno, come accaduto casualmente a me con l' agendina di mia madre, anche Lei potesse ritrovare questo piccolo "scrigno" pieno dei suoi pensieri, e spero riderne ed emozionarsene come ho fatto io. Magari anche non da sola, magari proprio assieme a me... sarebbe molto bello :)
Così succede che, martedi sera, Lei mi dice che sta scrivendo su quell' agendina che le ho regalato e... ho un flashback: anch' io, pur brevemente, ne ho avuta una. La utilizzavo quando facevo gli scout, ci annotavo i miei pensieri la sera prima di andare a dormire o subito dopo qualche accadimento importante. Ho sempre amato molto scrivere e l' ho fatto moltissimo ma in generale non utilizzavo agendine, però questa... d' improvviso me la ricordo, e decido quindi di mettermi alla sua ricerca. Per fortuna sono una persona abbastanza ordinata, quindi metto le mani dove penso di trovarla e... eccola lì: arancione sgargiante, sopra c'è lo scudetto della Roma attaccato con lo scotch, pratica che era un pò una mia sciocca "mania" di quegli anni, lo facevo sui diari di scuola soprattutto ma anche su quaderni ad anelli e cose simili, attaccandoci loghetti, scritte o cose che li caratterizzassero e li rendessero proprio miei. Non dico bizzarro, ma particolare forse si ^^
Comunque sia, mi ritrovo così con in mano quell' agendina e non ricordo assolutamente cosa posso averci scritto ma i momenti in cui lo facevo mi tornano invece subito alla mente, quindi la apro ed inizio a "mangiarmela" letteralmente con gli occhi. E sorrido ricordando questo o quell' episodio, quella lunga camminata, quella discussione con gli amici di sempre. Già, perchè dovete sapere che per quanto sia usuale ritenere gli scout una cosa "sfigata" (diciamocelo dai, senza paura! ^^) questo è un madornale errore: la tv ci ha offerto un' immagine di dei tizi perfettini, precisini, pignoli, tontoloni, che insomma non sono proprio il top del top della popolarità ^^ Ma, appunto, è un' immagine del tutto fuorviante e solo chi ci è stato dentro può capirlo. Certo, ci sono ANCHE alcuni tipi che effettivamente sono davvero così, ma non certo tutti, anzi... e non credereste, se ve le raccontassi, alle cose incredibili che abbiamo combinato negli anni, tutto eravamo meno che bravi fanciulli ^^ O meglio no, bravi si, ma rammolliti e poco allegri no, tutt' altro :)
Ma tutto questo per dire cosa? che le persone di cui parlavo su quell' agendina ormai oltre 10 anni fa, OGGI... sono ancora qui, praticamente TUTTE. Oggi che siamo grandi, si lavora, si studia, si progetta il futuro, c'è chi si è trasferito, chi lo farà, chi si è sposato, chi convive... ma TUTTI sono ancora nella mia vita, OGGI. E nelle posizioni oltretutto più importanti, a testimonianza di un qualcosa che è nato in quel contesto riunendo ragazzi dello stesso quartiere che poi però hanno deciso, oltre quell' ambiente, di frequentarsi, di viaggiare assieme, di far sport o attività di svago comuni, più semplicemente di regalarsi, l' un l' altro, una grande amicizia che, senza alcun dubbio, per me è figlia delle splendide esperienze che SOLO un contesto di quel genere, talvolta "estremo" anche, può darti. Perchè là non c'è il telefonino, il vestito firmato nè le comodità di tutti i giorni. E allora escono le persone vere, per come sono, nel modo più puro ed essenziale, con tutta la forza della semplicità, quando una borraccia o un panino da condividere con chi ne ha davvero bisogno anche se sei assetatissimo e affamatissimo tu stesso hanno un valore immenso. Posso dire, con certezza e senza dubbio alcuno, che questi sono rapporti speciali che mi porterò sempre dietro nella vita, ho avuto amicizie anche a scuola, certo, ma OGGI, della scuola (includendo tutte le varie esperienze a cominciare dalle elementari), se va bene sento casualmente ancora QUALCUNO, degli scout invece li frequento ancora praticamente TUTTI. E non parlo di 5 persone... ma almeno di una dozzina e guardacaso proprio domani sera ci rivediamo, TUTTI, per festeggiare il compleanno di una nostra amica. Quanta soddisfazione mi da aver speso bene il mio tempo, averlo fatto per qualcosa che ad altri sembrava "sfigata" ed invece... gli sfigati erano nettamente loro, perchè io oggi ho tanti amici, veri, e sfido in primis quelle stesse persone che facevano ironia, come chiunque altro, a trovarne di migliori :)
Adesso torniamo però all' agendina, che è il fulcro e il motivo di questo post: rileggermi a distanza di così tanto tempo è stato davvero forte ma, dall' inizio alla fine, assolutamente bellissimo. Non ho trovato nulla di doloroso, nulla di negativo, sarà che sono sempre stato uno che cercava il positivo nelle cose ma mi ha tanto colpito il fatto che, pur se quelle pagine raccontano anche di momenti non fantastici, nulla è mai riuscito ad abbattermi. E comunque la maggior parte di questa agenda è occupata da episodi simpatici o dal racconto di mie sensazioni nate da ciò che per qualcun' altro potrebbe essere il nulla ma che a me invece "muoveva" qualcosa, come lo sguardo di una persona incontrata per caso o la vastità immensa di un paesaggio a 3000 metri d' altezza. Parlavo tanto di me, dei miei pensieri, e per farlo ogni momento era buono, soprattutto la sera mentre gli altri dormivano ed io invece me ne stavo lì col mio quadernino vicino al fuoco o alla luce (scarica tipo lumicino votivo ^^) della mia torcia.
In particolare mi ha colpito un pezzo, quasi alla fine dell' agendina, in cui "contravvengo" a una regola che, all' inizio della scrittura, io stesso invece mi ero dato: "in questa agendina parlerò solo delle vicende e delle emozioni legate alla mia esperienza scout, non di altro", scrivevo, e infatti fin là avevo rispettato questo mio "dettame" alla lettera. Ma appunto, all' improvviso, arriva un pensiero slegato dal contesto dell'agendina, due paginette praticamente intere a parlare di qualcosa che evidentemente "pesava" tanto nel mio cuore e, quindi, da qualche parte dovevo appoggiarla perchè mi sgravasse dal suo peso. Parlavo di qualcuno che non c' era, del perchè non c' era e di quanto questo non mi facesse star bene ma, al contempo, restavo convinto del fatto che avrei dovuto continuare ad insistere perchè, prima o poi, avrei avuto quello che volevo e proprio come lo volevo. Leggere queste mie parole di praticamente un decennio fa, oggi, mi ha colpito immensamente, mi ha fatto capire perfettamente perchè io sono come sono, perchè non potrei essere diverso da questo. E allora con un sorriso grandissimo perchè, nel frattempo, mi sono accorto che oggi io quella persona l' ho finalmente trovata, mi sono messo di buona volontà a riscrivere quelle parole altrove, affinchè non restassero solo lì fra svariate cancellature e "chiuse" nella grafia incerta tipica di chi scrive praticamente al buio come ero costretto fare in quei giorni lontani, ma potessero ri-emergere adesso in questo nuovo tempo, scritte dal me di ieri per il me di oggi, in tutta la loro timida ma eccezzionale forza.
Si, ho letto tante cose che mi "spiegano" perchè sono così ora, ho osservato tante analogie ma anche tanta crescita (e meno male! ^^) rispetto al me di quel tempo pensando alle piccole e grandi paure che potevo in quel momento avere ritenendole insuperabili e che invece adesso mi fanno sorridere. Insomma, è stato un eccezionale viaggio nel tempo, nel mio tempo, che davvero mi ha lasciato dentro qualcosa di enormemente positivo. E il bello è che, oltre a quell' agendina, ho scatole intere di bigliettini e fogli, miei o scritti per me da amici, e poi regali, pensieri, dediche... non mi rendo nemmeno io conto di quanto sia prezioso, fantastico, quello che ho vissuto e, oggi, mi porto dietro. Un qualcosa che farebbe invidia a molti, e che invece per me è stata ed è la normalità.
Insomma, è deciso, un giorno me lo passo tutto intero a ri-leggermi ogni cosa... sarà un lavorone ma ne uscirò sicuramente pieno di sorrisi e con una meravigliosa "rispolverata" alla mente, di quelle che fanno tanto, tanto bene :) Capendo che certi angoli del passato, fortunatamente, sono diventati curve sicurissime nella mia memoria, e che io sono quel che sono soprattutto perchè so esattamente da dove provengo. Posti belli, persone belle, pensieri bellissimi e sogni mai abbandonati. Con questo bagaglio alle spalle, questa consapevolezza tangibile delle mie origini e dei miei valori, posso guardare senza paura al futuro: sarà tutto quello che desidero sia, da scrivere non più su un' agenda ma, appunto, sulle pagine del tempo che ho davanti.

Alla prossima! ;)

39 commenti:

  1. ho letto il tuo post tutto d'un fiato, che bello!!! come te, pure io mi sono costruita il mio giro di amicizie ai tempi delle frequentazioni in chiesa... ma niente scout per me... bensì azione cattolica! e dopodomani ci ritroveremo tutti quanti insieme a festeggiare il matrimonio di una di noi che si sposa.... con uno scout!!! ;)
    per quel che riguarda i miei pensieri appuntati in giro... ho tipo 2 o 3 quadernini tutti incominciati ma mai finiti in cui scrivevo le mie cose... ne ho trovato uno intonso l'altro giorno mentre rimettevo a posto... sarà il caso di scriverci su qualcosa, no!?!? a presto! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kanachan :)
      Sono contento che il mio post sia stato per te una buona lettura, e che seppure in un "contesto" diverso ti abbia riportato alla mente il tuo giro di amicizie più belle e più strette (l' A.C.R. no?). E che bella cosa ritrovarvi tutti assieme domani per questo matrimonio :) Penso che avere la consapevolezza, tangibile in queste occasioni, di essere tanto importanti per qualcuno sia davvero molto piacevole, ti faccia insomma sorridere realizzando quanto di bello hai costruito :)
      Per i pensieri, si, anche la mia agendina non è finita (si interrompe proprio bruscamente, come se fossi stato tramortito e derubato durante quell' estate in cammino, ihihi ^^), ormai resta ovviamente così, però col senno di poi avrei dovuto/voluto riempirla, anche se effettivamente ho tantissimi altri fogli, biglietti ecc, come dicevo, quindi... non mi lamento :)
      E assolutamente, io ti appoggio la scrittura sul quadernino che hai trovato... mi sembra doveroso! :)

      Passa una buona giornata, e a presto :)

      Elimina
  2. Son sempre delle botte al cuore, quando si ritrova qualcosa del nostro passato. Più che altro, è una sorta di piccolo specchio di noi come eravamo. Qualche ruga in meno, parecchie aperture in più.
    Son robe fighissime.

    Per un principio molto simile, io ADORO FOLLEMENTE i negozietti/mercatini dell'usato.
    Ne parlerò, mi sa, in un post. Quindi grazie mille per l'inconsapevole ispirazione e... buona lettura della tua agendina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Harley :) mi fa tanto piacere leggerti qui ;)
      E quanto hai ragione, ritrovare queste cose è davvero coinvolgente, poi nel caso specifico sono anche stato fortunato che è TUTTA roba piacevolissima, ho riso tanto e, come scrivevo, mi sembrava, per alcune cose, che fossero come messaggi scritti "da me per me", come un viaggio nel tempo :) Non so se mi spiego, leggere oggi di paure che 10 anni fa magari avevo e adesso invece non ho più, o di sensazioni sulla solidità di qualche amicizia che, poi, oggi posso confermare non erano per nulla sbagliate o esagerate... mi ha fatto un grandissimo effetto, positivissimo :) E come detto ho ancora tantissima roba da ri-leggere, tutta chiusa in una scatola blu che contiene, davvero, pezzi della mia vita :)

      Sono contento di averti dato involontariamente ispirazione per un nuovo post, che ovviamente leggerò con grande piacere :) Anche a me piaceva molto andare per mercatini, ho perso un pò l'abitudine ma da piccolo, con mia nonna, ci andavo tutte le domeniche ^^

      Buona giornata a te, e torna presto! ;)

      Elimina
  3. Insomma, sei finito a parlare di scoutismo.
    A me è capitato di recente di risentire una cara amica dell'epoca, ma il gruppo non è più così unito, tutti sono via. Io stesso non vivo più nella città dove ho fatto lo scout.
    Comunque ti capisco.
    E capisco le sensazioni vissute rileggendo quelle cose.
    Il mio blog è proprio l'agendina che dici tu :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, alla fine dopo... 1 anno, 7 mesi e qualche giorno dall' apertura del blog... sono "caduto", ho "ceduto" :D Ma tu sai meglio di me che, volendo, altro che un pezzetto di post... ci si potrebbe dedicare un blog intero, poi oh, io mi sono divertito davvero tanto :) Dall' esterno si ha una percezione del tutto sbagliata, poi non so se son stato fortunato io a finire in un gruppo molto "new age" e fatto di persone divertentissime e valide... ma anche fosse, mi va bene così ^^
      Nel tuo caso immagino che appunto, non vivendo voi più nello stesso posto... perdersi sia normale, almeno il "vantaggio" della città è questo, bene o male stanno tutti qui, magari non nella stessa casa ma comunque... sono reperibili :)
      E' stato davvero forte rileggere questa agendina, poi ho trovato la lettera dei due passaggi (reparto/clan e clan/partenza), un sacco di biglietti e lettere a me scritte in quelle occasioni e altre, dediche, regalini... davvero, ho sorriso proprio come poche altre volte, ed è bellissimo pensare che "devo" tutto questo semplicemente all' aver avuto cura di quei fogli, all' averli conservati con cura, oltre ovviamente all' aver curato bene le mie amicizie :)

      Un saluto a te allora, buona giornata :)

      Elimina
    2. Mamma mia che precisino che sei... XD
      Sei proprio il cliché dello scout :p

      Moz-

      Elimina
  4. Ciao Maurizio, ai miei tempi si parlava più di "diario intimo" che di agenda, ma io ho prefeiro tenere tutto nella mia mente. Pensa che ancora oggi mi vedo con un amico dei tempi di scuola (45 anni fa) e parliamo di tutto quello che era il nostro mondo a quel tempo. IL tuo post è una favola. Buonanotte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elio :)
      Che bella cosa questa del tuo amico di infanzia che, dopo tanto tempo, ancora frequenti con, ovviamente, immenso piacere :) Anch' io spero di poter dire in futuro la stessa cosa, e ho fiducia che sia così, non dico con tutti tutti tutti magari ma... sono fiducioso, ed è bello rendersene conto :)
      Grazie mille del tuo passaggio qui, della condivisione che hai fatto (non sapevo della definizione "diario intimo", ti ringrazio di avermela insegnata) e del bellissimo complimento al post :)

      Tu mi hai dato la buonanotte, io ti leggo dopo pranzo quindi... buon pomeriggio e serata! :)

      Elimina
  5. Non sai quanto discuto con mia moglie per la mia mania di raccogliere biglietti, lettere, appunti, in agendine e cartelle apposite... tutto per avere ogni tanto il brivido di riaprire uno scrigno magico, anche a distanza di anni, che ti ricollega come una prodigiosa macchina del tempo casareccia ma efficacissima... tenere a mente da dove si proviene, anche con le ferite e le sofferenze, non fa che rafforzare la strada futura.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Discuti più con lei o con Silver Surfer? ahahah, è una querelle appassionante, soprattutto per la mia signora (ihihih, adesso mi prenderà a mattarellate per averlo spifferato! ^^ ehhhh ste donne, sempre a pensare al gossip! ^^)
      Ma scemenze a parte, io credo tu facci abenissimo a raccogliere quelli che, secondo me, sono semplicemente pezzi della tua vita :) c'è chi butta i bigliettini di auguri, anche se c'è solo scritto "Buon Natale, i nonni" io invece li conservo tutti :) Penso che scrivere qualcosa a qualcuno, a mano, sia un gesto davvero importante, e quindi come tale vada apprezzato e rispettato :) E allora ripeto, fai benissimo a conservare tutto (lo faccio anch'io in una scatola apposita e in alcuni piccoli contentitori), soprattutto se sono cose positive, perchè appunto poi ti capita come successo a me, ti ci ri-imbatti o per caso o volontariamente e... è davvero bellissimo :)
      Hai espresso un concetto che mi piace tantissimo, poi, nel finale... e allora dai, approfitta del momento perchè so che non lo ripeterò, supera lo stipite e salta pure un pò di file di posti a sedere... è il tuo momento per avvicinarti ai posti più prestigiosi della cerimonia, sfruttalooooooo! :)))))

      Buonissima giornata a te, e grazie ;)

      Elimina
  6. Tu sai come capisco il tuo "quel che non c'era".
    Non esisterà mai nulla che cancelli quella ferita. Però credimi, abbiamo così tanto da dare a chi ci ama e amiamo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente, hai ragionissima, abbiamo tanto da dare, c'è chi ci ama... diamoglielo senza pensare al resto, e andrà benissimo così :)

      Buona serata a te, Gioia :)

      Elimina
  7. Io degli scout ho sempre ammirato quello stoicismo che li porta a indossare i calzoncini corti anche a dicembre con la neve XD
    No dai, scherzi a parte, questo post mi ha commosso perché le emozioni che ti hanno legato a questo gruppo di amici, me le raccontava spesso un' amica che non c'è più. Ma io non capivo e un po' la sfanculavo perchè, come dici tu, è un'esperienza che bisogna vivere per poterla apprezzare.
    Un abbraccio e buon week end Mauri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, tecnicamente però c'è un motivo per questa scelta del calzoncino a dicembre... ma non so se vorresti saperlo, più che altro se ti interessa ^^ Però potrei dirtelo, è una cosa semplicemente "logistica", dovuta al materiale di cui erano fatti :)))))
      Mi spiace per la tua amica che non c'è più... spero comunque che ricordarla non sia per te motivo "doloroso", ma al contrario, e immagino sia proprio così :)
      Come dicevo, è un tipo di realtà che, da fuori, io penso sia distortissima (e io stesso, da esterno, non la vedrei come la cosa più cool del mondo ^^), però oh, io mi ci sono tanto divertito e potrei "dissacrare" svariati miti a riguardo... non c'erano molti stinchi di santo, anzi! ^^

      Un abbraccio e buon week end anche a te, Lila :)

      Elimina
    2. Racconta racconta che 'mo sono curiosa :D

      Elimina
    3. Ahaha, va bene oh, l'hai voluto te ^^ allora, semplicemente, il "manuale" vuole che, dal momento che il pantalone lungo è ufficialmente in velluto, un tessuto tra i più pessimi per quanto riguarda l' impermeabilità e soprattutto l' asciugatura, sia preferibile, in una condizione di bagnato (in particolare camminando sulla neve) utilizzare i pantaloni corti. Questo perché così, non toccando terra, non si inzuppano di litri e litri di acqua, ed è certo più semplice fermarsi a cambiare dei calzini parzialmente zuppi (solo la parte alta), che si asciugheranno poi rapidamente anche col tempo brutto, piuttosto che cambiare un pantalone intero :)

      Questa è la reale motivazione... felice di aver soddisfatto la tua curiosità, non indugiare e scrivimi ancora a "In campeggio con Maurizio" per eventuali altre domande ^^

      :))))))))

      Elimina
  8. Caro Maurizio , questo bellissimo post mi fa pentire amaramente di non essere mai riuscita a terminare un'agendina. E pensare che spesso data la mia mania per la scrittura me ne regalavano delle belle, ma poche pagine e poi via...quasi a non voler lasciar scritto le mie sensazioni e sentimenti..
    Un gran peccato..
    Bacio amico mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella :)
      Io penso due cose: la prima, anche se non le hai mai terminate però almeno le hai iniziate, e i pensieri di quelle poche pagine... potresti metterli tutti insieme in una, nuova, che invece magari, da qui, potresti pensare di cominciare a scrivere... no? :) E questo ovviamente si lega alla seconda cosa, e cioè che appunto, per quanto si possa anche legittimamente rammaricarsi di un qualcosa che si voleva fare nel passato ma si è scelto/deciso/preferito di non fare... OGGI è possibile essere noi protagonisti del nostro tempo e quindi, più che pensare a quello che avremmo voluto e non abbiamo fatto, possiamo pensare a farlo, adesso, recuperando il tempo perduto :)
      Questo vale per l'agedina come, direi, per tutte le cose :)

      Quindi dai... pensaci! ;) Un abbraccio a te, buon sabato! :)

      Elimina
    2. Ci penserò , Maurizio caro, anche se la mia vita , da un anno a questa parte , ha un altro nome!

      Elimina
    3. Lo so, Nella, ma forse proprio per questo motivo.. fare uscire i tuoi sentimenti ed i tuoi pensieri, a pieno e solamente per te stessa non quindi in un blog ma in qualcosa di solamente tuo, potrebbe essere un buon modo per guardare avanti. Almeno vale la pena provarci, penso... poi sai tu :)

      Ti abbraccio ;)

      Elimina
  9. Oooooh, che belle le agendine. Come sai le amo e come sai adoro tantissimo quella che mi hai regalato. Soprattutto dolcissimo il motivo per cui me l'hai voluta donare e le parole in quella primissima pagina.

    Trovo davvero tenerissimo il tuo stupore nel ritrovare vecchie righe scritte da tua madre; righe che parlavano, appunto, di te e tuo fratello. Come ti dissi a suo tempo in privato, è davvero d'effetto che ti sia stupito di un amore che infondo ogni persona, soprattutto ogni bimbo, dovrebbe ricevere. Ma questa è un'altra storia, ed il tuo post è così allegro che non c'è bisogno di aggiungere altro.

    Ci tengo a sottolineare che sei tu lo sfigato, non io che ti dico di esserlo, quindi gne, gne e vediamo se 'me ne canti quattro'. Ti ho ascoltato tante volte raccontarmi di quegli anni, ho riso insieme a te quando mi facevi anche le imitazioni di questo o quello e mi hai fatto entrare in un mondo sconosciuto di cui adesso conosco tutti gli scoop più succosi ihih. Però è sempre bello vedere che trovi sempre cose carine da dirci su, e lo è perché so che è una cosa che ti rende felice.
    Oltretutto, proprio adesso sei dai tuoi amici (a cui hai un po' dedicato questo post, su, dillo) quindi penso sia un coronamento perfetto per quanto da te scritto :)

    Concludo, infine, dicendo che è proprio vero: è stupendo leggersi nel passato, magari sorridendo perché certe cose che 'non le farò mai', invece le abbiamo fatte eccome, e viceversa.
    Soprattutto è eccezionale avere la sicurezza delle proprie origini e molto più quella dei nostri ideali, delle nostre convinzioni, dei nostri principi. Osservare con orgoglio che volevamo qualcosa con tutta la nostra forza ed oggi, nonostante mille peripezie, nonostante ci siano state anche strade più semplici, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo senza accontentarci mai.

    Più in particolare, se permetti (e certo che permetti ihih) penso tu possa essere orgoglioso in generale dell'uomo che sei diventato e di quel ragazzino che (quando io ero neanche una marmocchia, lo dico perché è d'effetto NON PER SOTTOLINEARE CHE SEI VECCHIO) era già grande, nel cuore e nell'anima.

    Intanto sono le 01.23, tu non sei ancora tornato a casa e quindi stiamo per litigare xD
    Ahahah, no, scherzo, solo perché il commento conoscendoti chissà quando lo leggi xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sai che c'è? A parte che ti amo e questo non dimentichiamolo mai ma anzi ricordiamocelo sempre, c'è che io e te siamo uguali, e che utilizzare questo mezzo ancora oggi quando invece ne abbiamo infiniti altri per comunicarci le nostre emozioni è assoltuamente un qualcosa che, a me, riempie di straordinaria gioia. E mi fa sentire privilegiato.
      Perchè? perchè parlavamo appunto qui di agendine, quella che ho trovato di mia mamma, quella che ho regalato a te, quella che tenevo io e quelle che riempivi tu... ma probabilmente la più eccezionale agenda di cui io (e quindi tu, che ripeto sei uguale a me) dispongo è questa, è qui. Questo spazio è una miniera preziosa di nostre emozioni, impreziosite poi anche dai commenti e dalle risposte che ad essi diamo: è come se fosse un agendina volutamente pubblica (fino al limite che noi stabiliamo, chiaro) con la possibilità, per chi la legge, di darci un suo punto di vista, che valorizza ancor più i nostri concetti ponendoli sotto luci nuove. Soprattutto, poi, è una continua dimostrazione di amore che ci diamo l'un l'altra! E' davvero un dono tutto questo, e non sono nemmeno convinto che ce ne rendiamo conto, sai amore mio? :) Invece dovremmo, dovremmo perchè come sai io sto sempre molto attento a non dare mai per scontato nulla, e quello che abbiamo, io e te, è semplicemente eccezionale: vallo a raccontare in giro, non ti crederebbero, di certo non ti capirebbero completamente pensando sia qualcosa degna del miglior film o libro rosa... e invece c'è, esiste, lo vivi.
      Lo vivi tutto il giorno e tutti i giorni ormai da oltre mezzo anno (il contatore, lo ribadisco, è "contestabile", ma va benissimo così, ci piace così), ci sei dentro e sempre più ci vuoi stare ed entrare... tu che sei capace di star sveglia fino a tarda notte solo per aspettare il mio ritorno e poterci sentire, nonostante un alzataccia prevista per il giorno dopo (della quale, nanescamente, non mi parli sino al momento della buonanotte, facendomi sentire in mega colpissima.. 'nnaggia a te! ^^), tu che fai tanti sacrifici, e lo so che è così, per noi, perchè sei bellissima e fantastica e potresti avere tutto e tutti, ma invece... vuoi stare con me. Si, pensarlo è incredibile, tu mi fai sentire ogni giorno così speciale e amato come mai mi son sentito, nonostante io sia un "vecchietto" (però faccio tendenza, tipo Clooney, a quanto pare... tiè! ^^), nonostante sia provvisoriamente ancora lontano da te "spazialmente", ma non col cuore, non con la testa, non con le emozioni. Mai.
      E allora, per me, c'è solo una cosa da fare e sai benissimo a cosa sto pensando, come sai benissimo che sarei, e sarò quando verrà il momento, pronto a farla. E lo dico qui perchè resti scritto anche se potrebbe "convenirmi" non lo fosse, ma non dico bugie io, lo sai, soprattutto sono uno di parola. E la mia parola dice te, come anche il mio cuore, la mia testa e tutto il resto. So cosa voglio, e sei tu.
      Hai scritto una cosa molto bella sulle origini, i principi, gli ideali ed il non accontentarsi, bene, sono consapevolissimo del mondo da cui vengo, i miei principi li ho ben saldi come saldi li hai tu, i miei ideali li rivedo in te e sul non accontentarsi, beh... avere te significa avere il meglio, quindi proprio non si può dire che io mi sia accontentato.

      Sei il meglio che potessi volere, il massimo che potessi trovare, una persona talmente meravigliosa che sarebbe difficile anche realizzarla con l'ausilio di macchinari perfetti per quanto è inarrivabile la tua bellezza interiore ed esteriore, che invece eccezionalmente naturale, appunto.
      Stamattina ti ho detto che, oggi, ti amo come non mai. Bene, te lo ribadisco ora, anche se so che già domani potrò, dovrò e vorrò dirti la stessa cosa: Paola, io ti amo più che mai, consentimi di dirtelo domani, dopodomani, dopodomani ancora e in tutti i giorni della mia vita.

      Più in là di ogni domani. Se ci sarai tu, ci sarò anch'io. Lo sai! ;)
      Sei tu l'unico nome che voglio sia scritto su tutte le pagine del mio tempo! :)

      Elimina
  10. E NOMINIAMOLI QUESTI SCOUTTTTTTTT SE NON FOSSE STATO PER LORO IERI SERA NON CI SAREMMO AMMAZZATI DAL RIDERE....La flora e la fauna lì trovata è era così particolare che sarebbe uno sfregio non sponsorizzarla!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Soprattutto, diciamolo, è grazie alla serata di ieri che tu, oggi, mi hai lasciato questo commento che quindi, finalmente, direi mette la parola fine alla nostra "querelle", ihihih ^^ o no? ^^
      Ma scemenze a parte, sono tanto contento che tu abbia letto e commentato qui "rilanciando" il concetto che ho voluto far risaltare in questo post, in effetti nel nostro passato abbiamo condiviso davvero tanto, momenti estremamente importanti e preziosi. Ed è stato davvero bello rivederci tutti assieme dopo svariati mesi. E' stata proprio una serata piacevolissima nella sua estrema semplicità: bastano un pò di veri amici, tanto buonumore, stuzzichini vari e sedie. Non dico sia la ricetta della felicità (^^), ma ci si avvicina non poco, di certo è un toccasana per il sorriso :)

      A presto allora, viva la pace nel mondo! :D

      Elimina
  11. Per i primi due anni io e il consorte ci siamo scritti lettere di carta. Io ho conservato tutte le sue, lui tutte le mie. Ora sono insieme, uno scrigno gigantesco, che ci ricorda da dove veniamo, perché siamo quelli che siamo, quanto è stato bello fare quel percorso.
    Anche io conservo tutto, e adoro rileggere le parole scritte da me o dagli altri per me! Quando la malinconia fa capolino è un balsamo insostituibile
    Ti bacio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale :)
      Che cosa carina, anche alla luce poi di quanto sta per accadervi... penso sia davvero bellissima la vostra "raccolta comune", e che rappresenti un qualcosa che, nel tempo, vi ricorderà sempre da dove provenite, chi siete e quanto amore c'è fra di voi :)
      Fai bene a conservare le cose ed a rileggerle, come hai ben detto parlando di balsamo insostituibile, sono momenti che davvero non hanno prezzo, rileggere noi stessi dal passato o delle parole scritte e dedicate proprio a noi, magari scritte appunto a mano, che "sa" tanto di cose antiche e di tempo dedicato... bellissimo :)

      Buona domenica a te! :)

      Elimina
  12. OOOO Mauri! Io ero del gruppo azione cattolica! xD rivalità storiche ;)
    Belli gli amarcord, ci vivo.

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, c'era una lotta intestina in effetti tra le due fazioni, soprattutto per gli spazi ^^ anche se, qui almeno, abbiamo vinto noi e chiuso loro, ihihi ^^ però a me stavano simpatici :)

      L'amarcord fa sempre bene secondo me, soprattutto quando si tratta di cose belle e contesti che ci hanno dato tanto sotto ogni punto di vista ;)

      Buona serata a te Astro ;)

      Elimina
  13. Che bello ritrovare i vecchi diari.. Ne avevo uno anche io, ma essendo una disordinata cronica mi è difficile immaginare dove sia finito, chissà magari poi mi ci metto e lo cerco.
    Tempo fa trovai delle lettere che mia madre scrisse a mio padre quando lui faceva il carabiniere in sardegna e lei lo aspettava, innamorata folle, qui a roma; si, è vero non avrei dovuto, ma saperne il contenuto è stato troppo allettante e ho ceduto alla curiosità... Ho letto delle cose molto belle, ho sentito l'amore forte che li univa e che li unisce tutt'ora, ho potuto rendermi conto di quanto l'amore possa far bene alle persone.

    No, non mi sono pentita ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Moon :)
      Che bello questo episodio che hai condiviso, soprattutto alla luce del finale, dove li ritroviamo, ancora, innamorati e insieme anche se è passato tanto tempo da quelle lettere... davvero bellissimo! :) E allora si, hai letto qualcosa di loro ma, in questo caso, quantomeno solo cose belle e soprattutto, poi, che si sono realizzate assieme al loro amore :) Che, decisamente si, fa benissimo alle persone, e cambia davvero tutto :)
      Quanto al tuo diario... chissà che non riesci a trovarlo, magari quando nemmeno lo stai cercando... nel caso dagli una letta, credo ne valga sempre la pena ;)

      Buona giornata e settimana a te :)

      Elimina
  14. Ma che bello!! Soprattutto ora che con le note o qualche app nello smartphone si è persa l'usanza di scrivere con carta e penna :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si Guenna, in effetti se uno si ferma a pensarci, il "gesto" della scrittura a mano con carta e penna è letteralmente caduto in disuso... ed è un peccato perché, invece, io credo sia una di quelle cose che significano proprio "tempo dedicato", nella sua semplicità essenziale. Perciò, se posso, cerco sempre di scrivere più con carta e penna che col resto... ;)

      Buona serata a te :)

      Elimina
  15. Caro Maurizio hai scritto cose bellissime, che ripasserò a leggere con più calma. Domani parto e sono di fretta. Un grande abbraccio ^_^ A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara :)
      Ti auguro allora una buonissima partenza e vacanza, divertiti e goditi queste belle giornate :) E poi certo, quando torni e quindi hai modo, torna qui, mi fa sempre immenso piacere leggerti :)

      Ciao, buona giornata ;)

      Elimina
  16. È successo anche a me di tirare fuori da una scatola di cartone i miei vecchi diari,mi sono commossa,ho riso con tenerezza di me e mi sonoguardata allo specchio sorridendo di chi sono oggi,delle cose superate,di quelle non realizzate, di quanto sono cresciuta,più di quel che avrei immaginato allora.
    Il tuo post è veramente molto bello...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carolina,
      ho trovato con piacere questo tuo commento al mio vecchio post, ti ringrazio per il complimento che mi hai fatto :) Ed è bello sapere che, come me, ci sono anche altri che hanno questa bella abitudine di conservare le proprie cose per poi tirarle fuori dopo tanto facendo letteralmente un salto nei propri ricordi :)
      Bello poi quando, come nel tuo caso, nel farlo si nota la nostra crescita e quante sfide abbiamo superato, ma anche ciò che non è andato come volevamo ci serve e ci "forma" ugualmente :)

      Una buona giornata a te :)

      Elimina