venerdì 1 agosto 2014

Il Mio Buon Amico "S"

Inizia il mese più caldo dell' anno e, forse proprio per gli effetti dell' afa e del calore eccessivo che stordiscono un pò tutti, oggi affonto un argomento "particolare", sicuramente uno degli ultimi che vi aspettereste di trovarvi a leggere qui. Ma ogni tanto ammetto che mi piace essere poco prevedibile, e a pensarci bene è anche un qualcosa che mi è sempre appartenuto nel mio modo di affrontare le cose e la vita.
E allora, senza scendere nei dettagli su cose e persone perchè ne rispetto la riservatezza e soprattutto poi non l' ho mai fatto qui nel mio blog e non intendo cominciare adesso, la mia riflessione di oggi nasce dall' esperienza e dalla storia di un mio carissimo amico, forse il più stretto in assoluto anche se non riesco a vederlo tanto spesso quanto vorrei, che chiameremo col nome di fantasia "S". Ebbene, ho conosciuto "S" in prima media e quindi, ormai, la nostra amicizia dura da più della metà della mia vita, osservazione che di per se stessa mi fa molto effetto e mi porterebbe a fare ulteriori considerazioni anche su questo aspetto, ma siamo qui per un altro motivo oggi. Ci siamo subito trovati in sintonia l' uno con l' altro, seppure durante il primo anno qualche "sgarbetto" glielo ho fatto (da piccolo in effetti ero un pochino dispettoso, ma in buona fede ^^) e non avrei dovuto, perchè lui invece non faceva mai nulla di male a nessuno, anzi credo che in generale io non conosca una persona più buona (nel senso stretto del termine), tranquilla e amichevole del buon "S". Ma al tempo non potevo saperlo, e poi che cavolo, avevo pure 11 anni, passatemela! ^^ E il mio pentimento, come vedete e come lui per primo sa, è sincerissimo :)
E insomma, io e "S" diventiamo molto amici, mi piace passarci il tempo assieme anche se per esempio di calcio non sa niente (ricordo come fosse ieri quando disse "Maradona è brasiliano vero?" ^^) e questo rappresenta quindi un profondo punto di distanza tra noi, però poi per fortuna col tempo lo riesco ad istruire a dovere al punto che, oggi, quando ci incontiamo è addirittura in grado di sostenere decentemente una conversazione in tema, oppure finge benissimo che gli interessi almeno un pò per non darmi un dolore, ma a me va bene lo stesso :D Durante il secondo anno delle medie, quindi, convinco "S" dopo un' estenuante opera di martellamento a venire a fare gli scout nella mia parrocchia. Di per se non sembra nulla di eccezionale, eppure questo risulterà poi un passaggio determinante della nostra amicizia e del futuro di "S": perchè anche durante gli anni del Liceo, dove le nostre strade si separano, ci permette di restare in continuo contatto senza perderci, perchè ci fa affrontare esperienze di condivisione e amicizia molto forti che altrimenti non avremmo mai potuto vivere e non ci avrebbero fatto conoscere l' un l' altro così a fondo. E poi perchè "S", prima di entrare nel gruppo, era sostanzialmente ateo al punto di non farsi nemmeno il segno della croce, non recitare le preghiere con noi e così via... ed invece, oggi, la sua strada lo ha portato a scelte completamente opposte a quelle di allora.
Già, oggi il mio prezioso ed inestimabile amico "S" ha scelto di dedicare la sua vita a percorrere una strada assolutamente impensabile per lui in passato, una storia degna di una versione moderna di San Francesco, ovviamente con le dovute proporzioni ma mica poi tanto perchè "S" è stato in Terra Santa, ha fatto un lungo percorso di fede in cui si è messo completamente al servizio degli altri donando loro al 100% la sua incredibile bontà d' animo ed il suo tempo. E poi, "S", in realtà poteva scegliere e fare tutt' altro, ha completato brillantemente gli studi in tempi perfetti, è entrato nel mondo del lavoro, eppure... ha avvertito che la sua strada fosse un' altra, e adesso quindi sta per mettersi in gioco fino in fondo per toccare con mano se ciò che sente dentro è davvero quello che vuole "fare da grande", anche se poi, grande, lui già lo è.
Ecco, l' esperienza di "S", che ovviamente non ha vissuto con troppa serenità la maturazione di questa scelta soprattutto per pressioni esterne non dipendenti da lui e volte a "minare" le certezze che, invece, andavano maturando nel suo cuore, mi ha fatto tanto riflettere. Ho la fortuna di poter parlare con lui di tutto questo con buona continuità, e la franchezza del nostro rapporto è qualcosa che davvero so mi porterò dietro per tutta la vita, e che mi permette quindi di essere estremamente sincero quando ci confrontiamo. E allora poco importa se io per primo (lui lo sa benissimo) non farei questo tipo di scelta, perchè assodato ciò io lo vedo, lo ascolto, lo guardo e... lo appoggio pienamente e fortemente in quello che sta scegliendo di fare: e mi dà perciò estremo dispiacere quando vedo che, da altre parti, si cerca di fiaccarne questo spirito entusiasta, positivo e voglioso di andare nella direzione in cui, semplicemente, il suo cuore gli dice che è giusto dirigersi. Anche perchè la vita, in fondo, cos' è se non si insegue ciò che si vuole? a che serve? anche perchè poi fai sempre in tempo a cambiare direzione se ti accorgi di aver sbagliato ad imboccare qualche incrocio, ma volete mettere la differenza che c'è tra FARE, e quindi sperimentare, piuttosto che scegliere per partito preso, o non osare per sciocche paure? E se poi, soprattutto, è davvero quella la tua strada? indubbiamente solo "osando" puoi scoprirlo davvero.
Insomma, questo post nasce da tante cose, in primo luogo dalla riflessione sincera su una scelta di vita che una persona per me molto importante sta prendendo e su quanto sia invece, paradossalmente, qualcosa di molto lontano dal me di oggi quel tipo di ambito ed ambiente. In secondo luogo, è davvero incredibile come la vita riservi "imprevisti" di questo tipo, come ad un certo punto si possa trovare la propria strada ed inseguirla con encomiabile forza d' animo anche quando gli altri non ti appoggiano. E poi beh... anche se il percorso spirituale di "S" è cominciato quando ha smesso l' esperienza scout, seppure attraverso la conoscenza con persone che ha incontrato lì, mi chiedo (e ne rido spesso con lui) se davvero servissi io per... metterlo su quella strada, se non sia stata quella mia ostinazione a volerlo lì a... dare il primo colpetto alla pallina della sua vita che, poi, ha cominciato a girare, girare e girare per arrivare alla scelta di oggi. Va a finire che sono stato uno "strumento" del... padrone di casa... (indica verso su sorridendo, ndr ^^) ... ihihih :)))))
Vglio quindi concludere ribadendo al mio amico "S" che io sono al suo fianco, sempre, comunque ed ovunque, perchè quella che sta facendo lui può anche essere una scelta che io non farei, ed infatti così è, ma detto questo ho visto nei suoi occhi e avvertito dalle sue parole l' esigenza sincera di fare questa esperienza e allora, per me, non c'è altro che conti di più che la felicità delle persone cui tengo. Perciò, "S", io sono accanto a te e ci resto, se avrai bisogno di aiuto o, meglio, se vorrai invece semplicemente venirmi a dire quanto sei felice adesso che hai potuto inseguire la strada che sentivi più tua. E al limite oh, mi farai un battesimo, una comunione, una cresimetta... il matrimonio no, perchè c' hai tante qualità ma come oratore ti emozioni e ti impappini, ihihih :)))))

Sei un amico importante, "S", so quanto hai "sofferto" per arrivare a decidere di mollare tutto per dedicarti a questa esperienza e ho pensato, con questo post che chissà mai se leggerai, di lasciarti un segno tangibile del fatto che un amico vero e sincero ce l' hai e ce l' avrai sempre, assieme a tutto il suo sostegno pressochè incondizionato. Perchè sei una persona buona, perchè sei un amico speciale, perchè semplicemente non potrebbe che essere così ;)

Maurizio

E ti lascio pure una bella canzone che ci piaceva tanto ascoltare a casa tua con quel catorcio di stereo vecchio (ora posso dirtelo ^^) quando tornavamo da scuola.


Certo che davvero, l' età mi fa diventare trooooooppo buono! Non ti ci abituare! :D

Alla prossima! ;)

24 commenti:

  1. Maurizio, sei l'artefice di questo guaio. Hai consegnato S nelle mani del nemico, io Dio più geloso e malvagio che ci sia!! XD
    A parte scherzi, anche io ho un amico che ha intrapreso un percorso simile (e ora è proprio in Terra Santa!!), ovviamente io non condivido nemmeno un centesimo di grammo di questa sua vocazione (sai come la penso sulla religione, sulla fede e su quel gelosone di Dio :p), ma a ognuno il suo.
    Bellissimo post, un'amicizia speciale.
    Ma... che gli avevi fatto, in prima media, di birbonate?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhhhh, te ce scherzi ma più di qualcuno la pensa davvero così! ^^ Ma io credo (e lui conferma) che la sua strada sarebbe comunque andata a finire in questa direzione, magari per vie diverse ma... resto dell' idea che le cose, se devono accadere davvero, accadono e basta, un modo per palesarsi lo trovano insomma ;)
      Sicuramente è una scelta importante e non consuetissima, in ogni caso con altrettanta certezza posso dire che, se poi lui porterà davvero fino in fondo questo percorso (visto che l'iter è piuttosto lungo), sarà senza dubbio una vera vocazione, in quanto appunto, come un novello San Francesco, il mio buon amico S è "partito" da una situazione nella quale era proprio agli antipodi di questo mondo. E questo, a pensarci, fa riflettere, nemmeno poco :)

      Quanto all'amicizia beh, si, è davvero un rapporto speciale il nostro, come detto vorrei vederlo più spesso di quanto non sia possibile per i suoi tanti impegni ma, senza dubbio, pur vedendolo poco gli affiderei tranquillamente anche le cose più care che ho, sicuro che me le curerebbe come fossero sue ;) Troppe cose potrei raccontare, soprattutto degli anni degli scout, è davvero un amico importante per me :)
      Quanto alle medie... sai come sono i bambini di 11 anni dai... ^^ comunque erano dispettucci, niente di che dai :D E mi sono pentito presto ^^

      Buon pomeriggio e fine settimana Moz! ;)

      Elimina
    2. Che cattivello che eri! :P
      Però è figo che sia diventato il tuo migliore amico!
      Quanto alle scelte, ognuno ha le sue... penso anche io che le cose che devono accadere accadono e basta^^

      Moz-

      Elimina
  2. La vita ci riserva sempre delle grandi sorprese.
    Scusa mi presento sono Pia e se mi permetti vorrei seguiti.
    Scrivi molto bene e mi hai emozionata con questa grande esternazione di amicizia.
    Un saluto ed a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia, intanto benvenuta :)
      E assolutamente, ci mancherebbe che io debba permetterti di seguirmi, se ti piace il mio spazio e quello che scrivo, e ne hai voglia, posso anzi essere solamente contento di ciò :) Come lo sono se mi dici che le mie parole ti hanno colpita ed emozionata ;) E hai ragione, la vita è davvero imprevedibile :)

      Perciò beh, allora ci ri-leggiamo presto, passo a vedere il tuo spazio con piacere, quindi ti saluto e ti auguro un buon weekend :)

      Elimina
  3. Ma che bello...sentirsi dire questo, da un amico...
    Te lo meriti, un S così :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gioia :)
      Beh, diciamo che il post è nato molto spontaneamente e... ho semplicemente scelto di seguirne l'onda, scrivendo quello che sentivo dentro. Senza poi una apparente motivazione, sarà che ho "avvertito" che lui potesse aver bisogno di un segnale, in questo momento importantissimo per la sua vita, e... non mi sono voluto far attendere. Ed è bello che questo blog conserverà in futuro queste parole, è un bel pensiero ;)
      Lui ha anche letto e gradito, quindi... direi che non potevo sperare di meglio ;)

      p.s: oltretutto, ma è un segreto questo, io con lui sono sempre stato molto "avaro" di complimenti ecc... mentre lui è tutto l'opposto... ^^ hai presente Scrubs, Cox e JD? ecco, quelli siamo noi! :)))) E quindi puoi immaginare quanto sia "eccezionale" tutto questo... insomma, è proprio vero, ormai mi sono rammollitissimooooo ^^

      Buon sabato a te, un caro saluto ;)

      Elimina
  4. Certe scelte di vita sono sempre da rispettare, specie se ci si mete in ballo per gli altri. E fortunato S ad averti per amico. E' uno che con le idee chiare da sempre ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si, in generale per me il rispetto è fondamentale proprio da ogni punto di vista, figuriamoci poi per scelte di vita così personali. Lui poi lo ripeto, è davvero la persona più buona che conosca, e da tanti anni già si dedica agli altri con grande generosità, ho specificato di non essere assolutamente un "fervente", anzi non pratico nè frequento più l'ambiente, però ecco penso che se poi lui andrà fino in fondo di persone così non possono che averne bisogno, davvero predisposte verso il prossimo, verso l'ascolto e verso l'aiuto. In realtà, credo ne ha bisogno proprio la nostra società in generale ;)
      Sulla fortuna, se è mia o sua... non lo so, io penso sia reciproca e mi va bene così... ;) non ci preoccuperemo di stabilire un "vincitore" in questo :)

      Un salutone franco, passa un buon fine settimana! :)

      Elimina
    2. .. tanto pe' cambià sta' a piove ...porcaccia di quella pupazza... ahah..

      Elimina
  5. Penso...che è bello avere un amico come te S ne può essere solo contento.
    Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Carolina ;)
      Ma come detto poco sopra nel commento precedente a questo, sinceramente non so se sia più fortunato lui o viceversa, e non è nemmeno un aspetto importante ;) Forse la vera fortuna è stato l'incontro in se, questo sicuramente :)

      Saluti a te, buon weekend! :)

      Elimina
  6. Bello avere un amico così, anche se io già i fermerei ..a ..bello avere un amico, che con l'aria che tira in questi periodi, gli amici veri quasi sono tutti in estinzione.
    Ognuno deve essere libero di percorrere la propria strada , giusta o sbagliata che sia, ma mai avere poi dei rimpianti per non averla percorsa. Penso che S abbia avuto il giusto tempo per meditare e indubbiamente sarà una persona molto realizzata!
    Auguri cari a lui e un grande abbraccio a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella :)
      Sicuramente si, è merce rara e secondo me si è già molto fortunati a poterli contare su tutte le dita di una gli amici veri.
      E dici bene anche sul resto, ognuno deve poter percorrere liberamente il proprio percorso, e se questo poi è un caro amico è doveroso dargli il massimo supporto, a prescindere da tutto ;)

      Un grande abbraccio a te, passa una buona serata :)

      Elimina
  7. Sentirsi sorretti dagli amici è fondamentale quando si prendono decisioni e strade difficoltose... in bocca al lupo al tuo amico S!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si Valeria, di sostegno ce n'è sempre bisogno, anche per le piccole cose figuriamoci quindi per scelte ed in momenti tanto importanti, dove magari da altre parti invece mancano. L'amicizia non è poi proprio questo? ;)

      Buona serata a te, e buona domenica per domani :)

      Elimina
  8. Ciao Maurizio, io ho un amico che si chiama "S" e vive a Mestre (VE). Ci conosciamo come te ed il tuo amico dai tempi della scuola, ci scriviamo, anni fa per lettera ed oggi per e-mail. Ci vediamo una volta all'anno (se tutto va bene) ma non siamo come voi uniti dalla fede, anche se siamo uniti nelle nostre idee di progresso e di pace nel mondo.
    Un amichevole abbraccio a tutti due e buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elio,
      è un bell'esempio la storia di te e del tuo amico, ed è vero che esistono persone con le quali puoi sentirti e vederti anche pochissimo eppure il legame resta solido e intatto nel tempo, come se quest' ultimo non avesse effetto su di esso :)
      Quanto a noi due, in quanto a fede direi che stravince lui ^^ abbiamo però fatto un lungo percorso di esperienze comuni che, sicuramente, ci hanno molto unito, e che rimarranno per sempre preziosi ricordi :)

      Una buonissima domenica anche a te, grazie del tuo passaggio e del tuo contributo personale graditissimo :)

      Elimina
  9. Già dalle prime righe avevo intuito chi fosse S (anche se all'inizio la consonante non mi suggeriva nessuno, ihih) e poi ne ho avuto conferma continuando.

    Ovviamente, pur non conoscendolo personalmente, ho il privilegio di sapere di lui attraverso i tuoi racconti sempre dettagliati (a volte anche troppo, dato che adesso conosco informazioni per cui ti dovrei punire, ma vabbbbè) e quindi mi ritrovo già in debito nei suoi confronti per quel bellissimo gesto che fece inconsapevolmente e che ti ha salvato la vita xD me ne ricorderò, e soprattutto lo ricorderò a te :-///

    Però, venendo al succo del post e mettendo da parte gli scherzi, come hai ben riportato tu in qualche commento soprastante, penso che la fortuna sia stata davvero bilaterale: tu sicuramente, oltre che un fidanzato magnifico, sei un amico altrettanto di valore, e lo dimostrano le bellissime parole che hai dedicato ad S con tanto affetto e sincerità; parole che, in realtà, mi hai sempre anticipato (anche se poi continui ad insultarlo...eh...se solo sapesse quante volte hai detto fra le righe di amarlo, ihih) e quindi, non hai messo nero su bianco tanto per scena.
    D'altro canto, però, mi hai raccontato con altrettanta gioia quante volte lui sia stato pronto a sostenerti con belle parole e, a mio avviso, anche con molto scrupolo e saggezza.
    Insomma, mi sembra che voi due facciate un connubio perfetto: non di certo due persone che si danno il contentino a vicenda tanto per!

    Quanto alla sua scelta, non è certamente una delle più semplici e cercando di immedesimarmi per quanto possibile, immagino quanto sia stato lungo il suo percorso 'personale' più che 'tecnico' e già solo per la forza di portarlo avanti merita tutta la stima possibile. Se ha deciso che questa potrebbe essere davvero la sua strada, come hai scritto tu sul post, vale la pena continuare: c'è solo da guadagnarci, da perdere non c'è davvero nulla.
    Quindi si, in bocca al lupo ad S che ha il coraggio di prendersi un rischio che però lo porta a qualcosa che in cuor suo è la cosa giusta e non si accontenta della mediocrità di molte apparenze.
    Ed un bravo a te, che da una giornata poco ispirata hai tirato su un gran, bel post :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che pure la lettera "S", che non è quella con cui inizia il suo nome di battesimo, in un certo senso però... non è stata scelta a caso :) Ed è vero, anche se non lo conosci personalmente però te ne ho parlato spesso, poi sul "troppo"riguardo i dettagli dei miei racconti beh, io sono una persona sincera e dico tutto, tu invece (ovviamente ^^) non apprezzi mai... che ci vuoi fare, la vita va così per noi brave persone, vessate da reginette nane fredde e glaciali :D ihihihi :)))))
      E per quel suo gesto, che in realtà poi fu semplicemente una parola, in francese, so quanta stima ha guadagnato da parte tua, anche se sottolineo ancora una volta (perchè con te non è mai abbastanza, essendo cocciuta come un torello furioso ^^) che, in ogni caso, non sarebbe mai successo nulla anche senza. Giusto per ribadirlo :))))
      Quanto al resto, beh, mi dedichi sempre parole dolci e speciali, che mi fanno sentire importante per te e al contempo fortunato ad averti, a poter avere vicino a me una persona tanto speciale che mi capisce e conosce nel profondo, e ogni giorno di più :) Ed hai ragione sul mio rapporto con S, credo ci siamo da sempre ben completati, proprio perchè non siamo mai stati uguali, e le differenze secondo me servono e poi rafforzano, perchè ognuno mette del suo e questo ti apre non poco la mente, gli orizzonti, le possibilità :) E' stata assolutamente una fortuna bilaterale, ognuno sa che può contare sull' altro ed in tutti questi anni ce ne siamo vicendevolmente dati prova più e più volte nel concreto, quindi andando ben oltre le parole ma agendo coi fatti ;)
      Lui adesso sta maturando questa importante scelta ed io credo che, al di là del fatto che io possa sentire o meno, capire o meno quello che dentro di lui lo ha portato a questo, posso e anzi DEVO fare solo e soltanto una cosa, che è appunto sostenerlo e dargli appoggio. Anche perchè so che percorso ha fatto, che persona è, e quindi ritengo che per assicurarsi che quella sia davvero la sua strada il tentativo debba necessariamente farlo. Poi il tempo gli darà le risposte che cerca, e che magari il suo cuore conosce già ma con la prova tangibile... sarebbe poi tutto più facile, in un senso o nell'altro ;)

      Sono contento di avergli dedicato un post, in effetti si, non era una gran giornata ispirata quella, ma appunto questo ti dimostra che basta un attimo e... si può far "girare" un momento di fiacca in qualcosa di positivo, ci vuole davvero pochissimo :)

      Un abbraccio, Adam.... ehhmm... Maurizio ^^ Ihihihi :-*

      Elimina
  10. Alla faccia di Moz... siamo in diversi ad avere queste "cattive" compagnie tra i nostri amici!!! Anche a me è successa una cosa simile alla tua... non si tratta del mio migliore amico, ma di uno dei più cari amici del liceo... 5 anni di scuola insieme, famiglia cattolica la sua (di CL) ma lui non particolarmente coinvolto... all'università le nostre strade si dividono... economia io, medicina lui... bene o male continuiamo comunque a sentirci ogni tanto, a incontrarci... poi viene coinvolto, non mi ricordo nemmeno come, nella pastorale giovanile della nostra diocesi... fa diverse esperienza, tra cui quella del punto giovane... comincia ad appassionarsi, ma nel frattempo continua ad avere anche delle ragazze (non storielle da una botta e via, un paio di ragazze con cui sta qualche anno)... poi iniziano a circolare delle voci... del suo ingresso in seminario... a un compleanno in cui siamo invitati entrambi troviamo l'occasione per parlare... e, seduti sulle scale, mi conferma le voci che avevo sentito.... a luglio la laurea in medicina, a ottobre l'ingresso in seminario! sono molto felice per lui... anche per tutto il percorso che lo ha portato fin lì! non mi ricordo adesso quanti anni gli manchino, mi sa 3... non posso fare previsioni, essendo sola non posso azzardare date di matrimoni vari... però mi piacerebbe comunque averlo accanto nei momenti importanti della mia vita... intanto mi sa che tra un po' prenoto una chiacchierata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kanchan :)
      Che dirti, grazie mille per questo perfetto esempio che hai portato e condiviso qui, lo farò senz' altro leggere a "S" visto che la storia del tuo amico e la sua... direi hanno diversi punti in comune, soprattutto la parte sullo studio per poi far tutt'altro, quindi penso gli farà piacere avere questo riscontro :) E poi, sul tuo rapporto col tuo amico, sicuramente chi sceglie di intraprendere quella strada ha grande sensibilità e attenzione per gli altri, quindi penso proprio che farai bene a prenotare una bella chiacchierata con lui, di certo può darti un punto di vista delle cose diverso da quelli che potrebbero darti generalmente i tuoi altri amici. E come dicevo in altri commenti, secondo me la diversità di vedute è sempre un arricchimento, mai un limite ;)
      Sulla tempistica... si, mi pare siano 7/8 anni in tutto, e sinceramente anche a me, se poi lui andrà davvero fino in fondo, farebbe tanto piacere dargli un ruolo d'eccezione in certi momenti della mia vita. In ogni caso, anche solo da invitato, ci sarebbe e ci sarà, però... in effetti si, se le cose andranno per lui davvero in quel modo sarà bello, se ne avrà voglia, trovarci in una situazione di questo tipo :)

      Ti ringrazio ancora molto per questo tuo lungo e dettagliato commento, che è un contributo importante e, credo, anche molto "normalizzante", dimostra infatti che è una scelta possibile e non così in-frequente ;)

      Passa una buonissima settimana, un saluto :)

      Elimina
  11. L'amicizia, se vera, profuma sempre di ricordi.

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, e qui ce ne sono tanti, anche perchè di anni pure... dal 1997 direi che ne sono passati abbastanza, l'anno prossimo faremo la festa dei 18 anni :D

      Una buonissima giornata a te Astro, mi fa piacere ri-leggerti dopo diverso tempo ;)

      Elimina