lunedì 16 marzo 2015

"La Vertigine Non è Paura di Cadere..."

Un saluto a tutti e ben ritrovati. Giorni pienotti gli ultimi, che hanno portato dalle mie parti una terzina mica male di "cambiamenti epocali", ovviamente in senso e modo profondamente diverso.
Partendo da quello meno rilevante in termini assoluti, ma che poi a conti fatti si rivelerà il più influente sulla mia vita di tutti i giorni, annuncio che dopo anni di ricerche ho finalmente sostituito il mio storico divano. Una scelta impegnativa e non poco "sofferta" ma che andava decisamente fatta in quanto la sua imbottitura in ecopelle nera era ormai letteralmente finita a causa dell'usura accumulata in anni ed anni di onorato servizio, quindi ho dato retta al famoso spot tv e, per una volta, "beato chi se lo fà er sofà" sono io ^^
In ogni caso mi hanno detto che la consegna non avverrà prima di metà maggio, quindi ho tempo per prepararmi al "distacco", voglio comunque tranquillizzare tutti i sentimentaloni che passano di qua che non vi deluderò assolutamente, infatti non mi sbarazzerò del mio amato divano in maniera definitiva, ma verrà trasferito in una nuova location dove comunque non smetterà di rendersi utile, magari dopo una piccola sistemata all'imbottitura. Anche perchè dentro ha un bel letto mai usato e, poi... ci ho visto TUTTE le partite della Roma nell'anno dell'ultimo scudetto (2000/2001), quindi a livello affettivo non potrei mai disfarmene, ci sono legato emotivamente ^^
Però è vero che è giusto guardare avanti e cambiare, specie sulla comodità delle cose che utilizziamo con fequenza, l'ho scoperto tempo addietro con il materasso del letto quando mi dicevo "ma che lo sostituisco a fare, dopotutto il mio non è mica rovinato" ed infatti rovinato proprio non era, però la differenza tra i due si è poi rivelata abissale, e determinante per il mio riposo di qualità. Oggi mi chiedo come facessi a dormire senza ^^
E quindi adesso aspetto l'arrivo in pienissima primavera di questo nuovo compagno di vita, che tra l'altro è di un tessuto diverso e di un colore che proprio mai avrei pensato di poter gradire e ancor più di prendere. Però l'ho visto, m'è piaciuto, mi ci sono seduto e ho deciso di acquistarlo. Così, all'improvviso, in meno di mezz'ora e dopo anni di ricerche senza esito. Ogni tanto è anche bello fare queste scelte di campo :)
Poi, cambiamento epocale numero due è senza dubbio la nascita del primo figlio di un mio carissimo amico. A parte che il bimbo è davvero bello (fortuna che non ha preso dal padre insomma, ahaha! ^^) e non vedo l'ora di andarlo a trovare a casa appena possibile anche per portagli un pensierino che ho già individuato, la cosa che mi ha fatto particolarmente effetto è che il suo è stato il primo matrimonio di un amico al quale sono andato, tre anni fà, perciò vederne "il frutto", quello poi più meraviglioso possibile che è una nuova vita, lascia addosso una bella sensazione. Non so se mi spiego, cioè, al di là del fatto che con lui siamo davvero stretti anche perchè conosco da sempre tutta la famiglia, parenti d'ogni tipo compresi, l'idea che io sia stato presente quel giorno e che ora a distanza di tre anni loro siano ancora insieme e finalmente abbiano formato una famiglia è davvero un bel pensiero. E poi certo, realizzi anche che i tempi stanno cambiando quando questi amici fanno da "apripista" a questi eventi fin qua mai conosciuti da nessuno di noi altri, anche se poi va detto che lui è di circa un lustro più grande quindi c'è tempo per tutto e per tutti ^^ Però certamente fa effetto, e credo sia normale :)
Infine, last but not least, un altro amico di quelli davvero importanti ha accettato un'offerta di lavoro all'estero e, quindi, tra un mese e mezzo prende e parte per (almeno) un triennio destinazione centro Europa. Un'opportunità davvero ottima per lui sotto tutti i punti di vista, che io infatti l'ho invitato a cogliere con entusiasmo non lasciandosela sfuggire visto anche il periodo in cui siamo che definire "di magra" è poco, in ogni caso certamente anche questa novità rappresenterà un ulteriore importante cambiamento. Anche perchè nel nostro quartiere sono andati via un pò tutti negli ultimi anni, ormai eravamo rimasti solo io e lui... quindi adesso resterò l'unico portabandiera dello storico gruppo, l'Highlander, e questo sinceramente mi fà un pochino strano. Però ci pensi un attimo su e capisci che è normale, è giusto e anch'io potendo farei lo stesso, le opportunità vanno colte e, soprattutto, quello che davvero si desidera và raggiunto senza rimandare. E allora, visto che so che è la cosa giusta per lui, sono felice per la sua partenza e sono certo sarà una grande esperienza che ne segnerà la vita.
Poi si, l'estero è sempre l'estero, ma tutto sommato oggi il mondo è molto ben collegato, i mezzi di comunicazione di vario tipo non mancano e le distanze non sono più insormontabili, specie volando. E qui viene il bello ^^
Dovete sapere che il mio carissimo amico ha una paura megagalattica degli aerei ^^ Perciò egli sostiene che preferisce andare in questo luogo col treno, che impiega 14 ore (se lo prendi diretto) piuttosto che salire su un aereo che, in 1 ora e 30 scarsa, ti porta a destinazione. Sto quindi cercando di farlo rinsavire facendogli presente che, per un'andata e ritorno, impiegerebbe più di un giorno in treno SE TUTTO VA BENE (cosa tra l'altro ampiamente improbabile, io di treni ormai me ne intendo... ^^), mentre in aereo si tratta di 3 ore. Cioè, 3 ore... un'inezia! Lui però sembra resistere anche di fronte all'evidenza, preferendo un vero e proprio "viaggio odissea" sulla terraferma piuttosto che avere a che fare con qualcosa dotato di ali. Poi oh, ognuno giustamente fa quello che vuole, e se la sua paura è davvero così forte ovviamente la rispetto, mi chiedevo però quanto questo tipo di timori siano realmente diffusi e soprattutto fino a che punto vincolanti (nel senso di "terrorizzanti") per chi ne soffre. E' una curiosità.
In ogni caso, quando andrò a trovarlo (apro parentesi qui perchè so che QUALCUNO starà proprio adesso pensando "si, se ti dò il permesso io di andare!" ^^) sarà all the life con l'aereo, su questo non c'è alcun dubbio: costa meno, impieghi quasi un decimo del tempo (a viaggio poi eh! ^^) e ti salvi da tutta la scomodità di un'interminabile calvario in treno, dove io poi nemmeno dormirei in quanto non riesco assolutamente a farlo, anche negli orari più tardi e improbabili e pure se stanchissimo. E poi l'aereo è così bello, mi piace l'idea di libertà che dà e quindi non vedo l'ora di poterlo ri-prendere, non solo per questa meta ovviamente :)

E vabbè, queste erano le novità dei miei ultimissimi giorni, un saluto a tutti voi, buon inizio di settimana e... alla prossima! ;)

38 commenti:

  1. Aereo tutta la vita, si. Comunque andare a lavorare all'estero non è cosa semplice: ci vuol coraggio.
    Il mio ragazzo ormai lo fa da molti anni, e io lo seguo. Anche se poi finisce che ti manca la gente che parla la tua lingua. Anche solo per comprare la lattuga +_+

    Ps. ma di che colore è il divano nuovo, allora?
    Buona serata, Mauri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eva :)
      Si beh, non ho mai vissuto all'estero ma sicuramente deve essere particolare non poter comunicare con chiunque nella propria lingua, questo di certo fa una bella differenza, anche se poi gli italiani stanno ovunque, e appunto esistono modi "rapidi" come l'aereo per tornare a casa appena possibile. In ogni caso lo troverei stimolante, anche se avere nostalgia di casa in quel contesto lo vedo molto probabile e normale. Ma come dici tu ci vuol coraggio, specie se l'opportunità, come in questo caso, è davvero buona ;)
      Per quanto riguarda l'aereo, oltre che per la comodità lo vedo anche come un ottimo modo di ottimizzare i tempi, poniamo lui voglia tornare in Italia in treno impiega 14 ore di quelle che avrebbe libere, contro 1 e 30 in aereo... non c'è partita, e quando appunto sei "in viaggio" sempre meglio poter sfruttare al massimo ogni secondo, credo :)

      Per il divano è sul rosso, da nero a rosso son passato... volevo una cosa ad alto impatto! ^^

      Una buonissima giornata e un grande abbraccio a te :)

      Elimina
    2. BEEEEELLOOOO il divano rosso... :))
      Terrore da volo? Eccomi qui.

      Elimina
    3. Si, non l'avrei mai detto prima di vederlo però... è un bel colore su un divano, ci sta bene, "stacca" anche bene... insomma, almeno in negozio è stata una piacevole scoperta, spero lo sarà altrettanto in casa :)
      Per il volo quindi anche tu sei del partito anti-aereo? anche in casi come quello del mio amico, 1 ora e mezza contro 14? Dimmi di no, ti prego, che lui giusto stamattina mi ha confermato che preferisce le 14 ore, e mi sono disperato ^^

      Buona giornata Gioia :)

      Elimina
    4. Comunque, sarà la vecchiaia, ma il prossimo divano lo voglio verde acqua o giallo acceso o meglio ancora fucsia. Al momento ne ho uno (fighissimo, per carità) grigio. Mi si spegne il cuore a sedermici. Io necessito di colori, e spero che codesta moda pallosissima del minimalismo grigio finisca presto.
      Quindi goditi il tuo bel divano rosso. Credo sia stata un'ottima scelta ;)

      Elimina
  2. Fammi sapere come va con il sofà che devo prenderlo anche io.. ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Cristina,
      certo te lo potrò dire con certezza solo quando m'arriva, quindi fra un paio di mesi, però in negozio era parecchio comodo :) Magari potrò darvi insomma dei buoni "consigli per gli acquisti" per arredare la nuova casa, stile Maurizio Costanzo :D

      Buona giornata :)

      Elimina
  3. "Ma è voglia di volare, mi fido di te, mi fido di te, cosa sei disposto a perdere..."
    Bellissimo titolo per il post, Mauri.
    Io sono come te, nessuna paura di volare, non ho avuto paura di farlo nemmeno quella volta che sorvolando l'Egitto dal Cairo ad Assuan, ci ritrovammo su di un aereo di chiaro stampo fantozziano, con la tendina che divideva lo spazio passeggeri dalla cabina di guida, e ci facemmo tutti i vuoti di aria che puoi immaginare, un balzo dopo l'altro.
    Non rinuncerei mai alla comodità e velocità che lo contraddistingue. E al fatto che posso rimanere il più possibile nel posto di vacanza tanto poi sarà brevissimo il rientro. Allora quante notizie belle: la nascita di un figlio, messaggio di speranza perpetua. E poi l'acquisto di un bel divano nuovo per la tua casa. Io sono reduce da un trasloco e da mesi di stress pesantissimo. Ma niente è stato più bello che scegliere l'arredamento per la nuova casa. Ottima scelta il tessuto. Ne ho avuti due in casa per 14 anni e me ne sono separata a malincuore perché nella casa nuova non c'era lo stesso spazio ed ho optato per materiale e forma diversa. Lavavo e rilavavo il cotone ed era sempre bello. Quindi sei andato a casa della Ferilli?
    Ti lascio con un in bocca al lupo al tuo amico per la scelta stimolante che ha fatto.
    Un abbraccio a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "mi fido di te, mi fido di te, cosa sei disposto a perdere..." però non è carino ribadire in un luogo filo tizianoferrese versi cosi profondi e destabilizzanti... ;)

      Elimina
    2. Ciao Mariella :)
      Sapevo che ti avrei "colpita al cuore" con Lorenzo, ehehe :) Che poi, guarda un pò, il bimbo appena arrivato tra noi lo hanno chiamato proprio così :) La canzone in se, poi, mi è sempre piaciuta molto, per un periodo l'ho ascoltata spesso, e il titolo quindi mi è venuto quasi automatico :)
      Che esperienza in Egitto! ^^ Forse l'aereo fantozziano potrei anche capire che porti un minimo di timore, però ^^ Anche se poi lo prenderei uguale, viva i temerari! :)))) Ma meglio un classico "Boeing", indubbiamente ^^ E si, come scrivevo anche nella risposta a Eva poco sopra, quando uno ha del tempo per viaggiare secondo me deve cercare di sfruttarlo al massimo giungendo il prima possibile neòlla sua meta, a meno che il viaggio non sia la strada, allora è diverso. Perciò ovviamente impiegare tempi esigui per raggiungere mete anche lontanissime è un vantaggio mica da poco. Oltretutto poi ormai anche volare costa spesso meno degli altri mezzi, e allora... non c'è motivo per non farlo (a meno che il luogo che devi raggiungere non abbia collegamenti aerei, a quel punto fai di necessità virtù).
      Per il divano guarda, il tessuto non lo avevo/avrei mai considerato, anche in passato abbiamo sempre avuto divani in pelle/ecopelle a casa, poi ho un vago ricordo di un coso indefinito "bombato" tipo in velluto (molto '80s ^^) ma ero troppo piccolo per ricordarlo (e forse è meglio così ^^). Tra l'altro era davvero parecchio tempo che andavo qua e là a cercare qualcosa senza mai restare convinto da prezzo, qualità e misure... invece questa domenica ho preso, sono andato dalla Ferilli senza un'idea precisa (ma col cash in tasca ^^) e in mezz'ora "zac", tutto fatto. Del resto, passandoci abbastanza tempo è importante sia comodo, quello era l'aspetto che mi interessava di più, poi comunque credo che, rispetto a dove devo metterlo, ci stia bene, e cambi volto alla stanza visto anche il colore. Sarà divertente, in ogni caso ormai l'ho preso quindi andrà bene per forza :D E mi conforta il discorso del tessuto, non avendone esperienza, poi comunque si, è lavabile e sfoderabile quindi non dovrebbe esserci problema :)

      Un grande abbraccio a te, sempre carinissima coi tuoi bei commenti "pieni" :)

      Elimina
    3. Francuzzo, personalmente mi dissocio dal "filo tizianoferrese" ^^ Ovviamente però Lei non gradirà di certo questa battuta con annessa piccola critica al suo beniamino, e ti dico che, conoscendola, potresti richiare che inizi a citarti parti di questo o quel testo di canzoni di Tizianuccio per evidenziarne l'altezza poetica. Nel caso così davvero succeda, buona fortuna a te! ^^ Quando si "impunta" è come un Dobermann, non te molla più :D Auguri! :D

      Elimina
    4. Infatti Maurizio, anche a livello di costo ormai e' più vantaggioso l'aereo. No impossibile farne a meno ma magari come dici tu evitando di ripetere il volo "emozionante" egiziano. Anche io sono stata tentata dal colore rosso per il nuovo divano, ma alla fine avendo una parete color tortora ho deciso per pelle di color cioccolato con la chaise longue!

      Elimina
    5. Eh si, pensa che per curiosità ho guardato sia il volo che l'aereo per l'immediato e poi per giugno, da Roma a dove andrà il mio amico, tanto per vedere la differenza sia nel fare il biglietto all'ultimo che con largo anticipo. In entrambi i casi vince sempre l'aereo, anche di parecchio! Perciò già solo quello basterebbe per scegliere, ma capisco che lui davvero ne sia terrorizzato, anche se affrontare un 28 ore andata e ritorno piuttosto che 3... mi disturba solo a pensarci :D
      Per il divano guarda, la scelta del colore e del modello è stata del tutto casuale, mi servivano determinate misure e cercavo una buona qualità, ho misurato tutto il misurabile e mi piaceva anche l'impatto che avrà poi a casa mia, ma prima di andare allo showroom non avrei MAI creduto di prenderlo rosso :D E' bello anche ricredersi insomma ;) Così come il color cioccolato e, ancor più, la chaise longue che ovviamente tu, da donna saggia e con gusto, hai prontamente fatto tua :)
      Ma ci riuscirò anch'io, questo è poco ma sicuro, mi serve solo più spazio (il mio salone è lungo e stretto quindi ci sta male purtroppo)... però pian piano ce la faccio :D

      Ciao! :)

      Elimina
    6. Franco, non costringermi davvero a risponderti per le rime quanto a Tiziano, perché potrei iniziare e non smettere più :-P

      Elimina
  4. Un divano nuovo è sempre una bella emozione, come quella un po' malinconica di staccarsi dal vecchio. Io l'emozione l'ho avuta quando dopo aver ristrutturato casa e aver cambiato anche il divano, quelli del negozio si sono accorti che non sarebbe mai passato per le scale O_O E un divano a tre posti bello in pelle rossa comodo con i poggiapiedi rialzabili a motore (due) Quindi impossibile da smontare. Lui il mio caro divano è arrivato per via aerea, il negozio ha noleggiato un camion per traslochi con il carrello che ha sollevato e portato dal terrazzo in casa il divano...che emozione eheheheh. Meno male che la mia casa e solo a due piani ;) Lo sai che ci sono corsi per far sparire la paura di volare? E' un vero peccato che il tuo amico si precluda questa esperienza. Io non ho mai volato per più di 3 ore e mezza, e dico che proprio volano...e di solito si arriva anche prima. Nell'attesa del divano goditi sfrutta e coccola il vecchio... ;) Un abbraccio grande ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara! :)
      Il mio mi hanno assicurato che ci passa senza problemi per scale e porte, ed effettivamente anche dalle mie accurate misurazioni (e vedendo le dimensioni di quello che già c'è) non dovrebbero verificarsi imprevisti :) Però che cosa da VIP il divano che arriva per via aerea! :))) Sai, tipo il presidente di una super compagnia, o di un paese, che arriva dal cielo via elicottero... fà effetto ^^ E poi, da come lo hai descritto, mi sembra anche molto comodo, questi divani con il sistema motorizzato per allungarsi e stendersi sono davvero ideali, io però per adesso opto ancora per quelli tradizionali, anche per un discorso di spazi (il mio sogno resta un due posti con la chaise longue incorporata, magari con il sotto dei due posti estraibile per farne un letto d'emergenza).
      Per la paura di volare eh, potrebbero servire quei corsi al mio amico, anche se ha già letto, senza esito evidentemente, libri a riguardo... poi forse è anche un discorso semplicemente di carattere, io devo dire che nemmeno la prima volta che lo ho preso ho avuto timore di nulla, è stato magari "strano" quando andava in diagonale mentre si alzava, ma nulla di traumatico :)
      Quanto al divano vecchio, si si, lo coccolo anche perchè gli voglio bene ^^ E comunque non sparirà, il letto dentro è praticamente immacolato, sappiamo già dove spostarlo dandogli ancora modo di rendersi utile :)

      Un grande abbraccio a te, buona giornata! :)

      Elimina
  5. Comunque anche a me continua a procurare brividi l'aereo anche se ne ho presi a palate.. decollo e atterraggio sono sempre momenti delicati e cerco di distrarmi il più possibile...
    senti ma, non per farmi gli affari vostri, il divano per caso ha risentito in maniera drastica anche delle recenti trasferte stelliane?!? ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come, un cuor di leone come te ha i "brividini" al decollo e durante l'atterraggio? no dai ^^ Come scrivevo poco fa a Sara, io trovai "strano" giusto il decollo, la prima volta, l'andatura diagonale, poi però una volta realizzato che funziona così... non mi ha fatto più nè caldo nè freddo ;)

      Per il resto, colgo ovviamente il battutone sul divano... ^^ Facendo però finta di recepirlo come un riferimento al semplice DORMIRE (^^) posso dirti che no, assolutamente, Lei non è certo una che puoi far dormire sul divano, è stata Miss Crotone del resto... :)))))
      Quindi no, è stata una scelta svincolata da qualsivoglia aspetto particolare, solo un rinnovamento :P

      Buona giornata :)

      Elimina
    2. Accidenti Francuccio, somigli ad un altro Franco di mia conoscenza che durante l'atterraggio e il decollo ghermisce la mia mano a tal punto che prima o poi me la staccherà lo sento!!!

      Elimina
  6. Periodo di fermento un po' per tutti, direi.
    La questione divano è annosa, quello dei miei sogni è enorme e ad angolo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, vedi che ci capiamo! :)
      Se il tuo divano dei sogni per "angolo" intende la presenza di una chaise longue incorporata (quindi che alla fine ti esce a forma di L) allora mi trovi STRA-D'ACCORDO, è anche il mio grande obiettivo per il futuro :D
      Che tra l'altro ce ne stavano pure eh, ottimi davvero e comodissimi... solo che, per la stanza dove dovevo metterlo, non c'è possibilità purtroppo di prevedere un divano così, quindi dovrò ancora attendere per realizzare il grande sogno di una vita. Ma ce la farò ^^

      Buona giornata a te! :)

      Elimina
  7. Primavera nuova , cose nuove ,m i sembra giustissimo, al divano al bimbo al lavoro del tuo amico che capisco alla perfezione con la sua " Vertigo" aerea. Guarda , per lavoro , ho dovuto girare il mondo e in certi luoghi non potevo arrivare ne per terra ne per mare ,e quindi mi restava questo sacrificio immane come sempre faccio (ma ormai mi aiuta l'abitudine) con posti centrali, lontano dal finestrino , conversazioni con i primi venuti, per non soffrire cosi' tanto il mal d'orecchie, insomma 'na ciofeca,...ma questa sono io...Grandi voli a voi tutti, a me, se potete , risparmiateli!
    Bacio adorabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nellina :)
      Si, diciamo che visti questi cambiamenti altrui nel mio piccolo, tramite il divano, ho voluto cambiare pure io ^^
      Per l'aereo ecco, tu quindi condividi il timore del mio amico, anche se poi appunto per via del tuo lavoro hai girato tantissimo, ma immagino che il "disagio" per il volo a questo punto resti sempre se c'è dall'inizio, che insomma anche l'abitudine non aiuti molto. E' un qualcosa che mi incuriosisce molto, magari per qualcuno una cosa è normalissima e per altri insormontabile, se ci pensi è curioso come siamo fatti :)
      Comunque sicuramente a fare quattro chiacchiere con te i vari "primi venuti" che incontri sull'aereo non si annoieranno mai, sai davvero tante cose interessanti, sul mondo musicale e non, e poi sei sempre simpaticissima :)
      Un salutone a te allora, buonissima giornata e settimana :)

      Elimina
    2. No ,Maurizietto mio, poi l'abitudine arriva con le dovute precauzioni e poi non ho una lunga conversazione...spesso dormo!ahahahah
      Bacioni per due , miei cari!

      Elimina
  8. Ciao Maurizio!
    Una cosa quasi in comune ce l'abbiamo, tu devi cambiare il divano io il letto.
    Mi dispiace molto perché è bello e ancora intatto, ma la mia schiena ultimamente fa i capricci, quindi urge assolutamente...
    Ti farò sapere come è andata...ahahahah...
    Poi è bello vedere come cambiano le vite degli amici e molto tenera è stata la tua descrizione sul loro bimbo.
    La paura del volo è difficile da spiegare, ma te non ne hai, quindi vola ragazzo, vola...
    Bacissimi e serena serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia :)
      Eh si, anche il letto è un cambiamento epocale, ma se non ci dormi più bene sopra, fra materasso e rete, diventa necessario, come scrivevo nel post io quando ho cambiato materasso ormai quasi un paio di anni fa credevo fosse una cosa superflua in realtà, e invece fa enorme differenza. Sul riposo non bisogna tralasciare nulla, a conti fatti è a letto che passiamo la maggior parte delle nostre giornate. Si, lo so che sembro uno di quelle televendite in TV della Eminflex, o di Fabbricatore, ahahah :DDDD
      Quindi si, cambialo se non riesci più a riposarci bene e poi fammi sapere ^^
      Per il resto si, ci sono tanti cambiamenti nelle vite dei miei amici in questo momento, e di solito queste cose arrivano tutte assieme, come fosse un "effetto domino"... a volte succede, quindi chissà che non ci siano altre novità. Io intanto aspetto il mio bel divano che tra l'altro, su per giù, mi arriva in "zona compleanno", quindi mi vale pure come regalo ^^
      Quanto al volo, spero davvero di poterlo fare, volare sia con gli aerei che anche senza... è un bell'invito il tuo, ti ringrazio molto :)

      Un abbraccio e buona giornata a te :)

      Elimina
  9. partiamo da titolo che riporta ad una canzone tra le più tatuate sui corpi...
    c'è un nesso tra questo ed il tuo post?
    assolutissimamente no...
    ma era bello fartelo presente, ed invadere i tuoi commenti divanosi ed elettivi col mio stile "alla cazzo"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo che questa canzone fosse una delle più tatuate, sarà che di tatuaggi proprio non me ne intendo :) Però il nesso tra titolo e post credo ci sia, in maniera più evidente nelle cose dette (la paura del volo del mio amico) ma anche fra le righe, ovvero per altri aspetti e passaggi disseminati qui e là tra un divano e un altro in cui si parla di responsabilità da prendersi e cambiamenti di vita. Ma forse tu intendevi il nesso tra l'osservazione che hai fatto e il post... non so :)
      In ogni caso in questo spazio ogni commento, in qualsiasi stile sia, è sempre gradito, e anzi adesso mi incuriosisce il termine "elettivi", in che senso devo intenderlo? :)

      Buona giornata a te ;)

      Elimina
  10. Ciaoo! Scusami se ti scrivo frettolosamente ma sono sempre ultra impegnata! Spero di essere un pò più presente! A presto buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Shane :)
      Non preoccuparti e soprattutto non scusarti di nulla, avere tanti impegni è bello e positivo, l'importante è che tu stia bene, poi per la presenza sul blog ci sarà tempo :)

      Un saluto allora, e buona serata a te :)

      Elimina
  11. Scommetto che il divano ha lo stesso colore della maglia della Roma (lol). Se contiene un letto potresti ospitarmi se dovessi ripassare da quelle parti. Scherzo, sono troppo amante della libertà mie ed altrui. Buonanotte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, ciao Elio :)
      In realtà è un rosso leggermente diverso, però certamente un pochino si avvicina, ma non è stata una scelta voluta! ^^ E no, non è divano letto questo, ho puntato forte sul divano rinunciando al letto anche perchè effettivamente in quella stanza non mi è mai servito, quindi ho optato per un divano totalmente divano :)))

      Buona giornata a te, chissà dove sarai andato a far passeggiate, l'importante è che ci posti sempre le tue bellissime foto :)

      Elimina
  12. Ciao Maurizio,contenta per il tuo divano nuovo sai io ultimamente di cambiamenti epocali me ne indendo,macchina,denti e chissà che altro ancora salterà fuori.
    Per il resto non aggiungo nulla sono tra quelli che prenderebbe il treno per 14 ore anziché l'aereo :-(( ma forse un giorno chissà...
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carolina :)
      Lo so, lo so, è stato ed è un periodo di grandi cambiamenti per te, altro che il mio divano rosso ^^ Quel che conta è che li si affronti sempre con la giusta predisposizione, godendosi a pieno quelli buoni e comunque non scoraggiandosi di fronte a quelli che possono essere inizialmente difficili da affrontare, o anche solo sembrarlo ;)
      Per il treno guarda, giusto ieri ne ho preso uno che ha fatto 1 ora di ritardo, e pensavo "e quello scemo di (Nome del mio amico ^^) si vuol fare 14 ore così invece dell'aereo?"... :)))))
      Poi ovviamente se c'è una paura proprio forte, un disagio totale, non ci metto bocca, però... io credo che, soprattutto se non avete mai provato, prima di dire che qualcosa non fa per noi bisogna SEMPRE tentare. Per l'aereo e per tutto ;)

      Buonissima settimana a te, e alla tua "sorellina" che ti fa tribolare sempre... ;)

      Elimina
    2. Hai ragione Marizio,conto di provarci quando sarà possibile,così rischio davvero di non uscire mai dai confini.
      Grazie anche per quanto hai scritto nel mio blog.
      Un abbraccio

      Elimina
  13. Non c'è nulla da fare, i matrimoni degli amici decretano la tua vecchiaia. Anche se sei diciottenne.Quindi pensa la nascita di un figlio.
    Scommetto che il tuo orologio biologico starà impazzendo, eh. Già non sei certamente il più giovane dei giovani, immagino quindi che aver visto quel pargoletto e poi aver guardato il tuo viso devastato dalle rughe e dal tempo, sia stato devastante.
    Ma non ti preoccupare, una fidanzata nel fiore degli anni come me, serve a risollevare la situazione. Pensa se ne avessi avuto...non so un numero a caso, 32.
    Eh, per un pelo ti sei salvato.
    Comunque non è questo il punto, quindi sorvoliamo anche se oggi mi sento particolarmente in vena e portata alla cosa, ma no, sarò discretamente non cattiva.

    Quanto al divano, non posso credere che questo grande momento sia davvero finalmente arrivato. Credevo fosse una leggenda che si narra nei vicoli bui di Roma per far spaventare i bambini monelli che non vogliono finire la cena, quella del divano nuovo a casa Maurizio C. Ed invece, a dimostrazione del fatto che spesso la fantasia supera la realtà, ce l'abbiamo fatta. Ed abbiamo anche preso un colore deciso ed interessante. Mi sto quasi commuovendo. Vedo lo schermo appannato a causa delle lacrime, ma cercherò di contenermi. Se non altro per finire questo commento di rara bellezza.

    Quindi si, andando alla fine, quoto il tuo amico con cui condivido la paura di prendere l'aereo. Che poi, certo, non ci ho mai provato quindi magari non posso dire davvero di averne paura, ma se teniamo in considerazione il fatto che affacciandomi dal balcone del primo piano già sento di non essere proprio nel mio habitat naturale, potremmo azzardarci a dire che non amo l'dea del volo.
    Un po' come non condivido l'ideologia dell'olio, no?

    Comunque, prima di pubblicare credo valga la pena sottolineare la tua simpatia nell'affermare che andrai, prenderai, volerai...se ti riferisci a viaggi che ti porteranno sulle sponde Crotonesi (capiamoci) allora si, è ok; per tutto il resto non sarò prolissa e credo di poter riassumere tutto in un semplice:
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahhahahahaahahahah. Come no. Credici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ti trovo ispirata, non c'è che dire...
      Non mi metto a rispondere a tutto, stavolta, anche se ovviamente colgo e raccolgo tutte le tue osservazioni, per la maggior parte come al solito poco fondate e inopportune, ma ormai ti si conosce anche fin troppo bene, e ti si accetta per come sei.
      Il bimbo comunque come sai ancora non l'ho visto personalmente, conto di andare settimana prossima con il mio amico che ama gli aerei, prima che appunto voli (leggi "prenda il treno per 14 ore se gli dice bene") verso altri paesi. Paesi che non ho mai veduto e vissuto (in realtà no, ma non contraddico Bocelli) e che certamente non ri-vedrò, a quanto pare, visto il terrore psicologico che mi stai facendo su questa mia voglia, più avanti, di raggiungerlo per qualche giorno come ogni comune mortale farebbe al posto mio, avendone possibilità e trattandosi di un amicizia ventennale. In ogni caso non mi oppongo alla tua follia, ho smesso di farlo, quindi dantescamente "guardo e passo".
      Si vola e và SOLO verso Crotone, altre tratte non sono consentite in questa dittatura tirannica nella quale mi sono cacciato. Fatta, oltre che di privazioni, anche di sempre ficcanti offese personali come quelle che mi hai perpetrato all'inizio di questo tuo illuminante commento, ma alle quali ho già anticipato di non voler rispondere, in nome della mia sempre nota signorilità, che c'è chi ce l'ha e chi proprio no, e non si compra in giro.
      Ah, per quanto riguarda il divano ribadisco per offrirti altro materiale per i tuoi "show" che probabilmente arriverà dopo che avrò compiuto gli anni, quindi diventerò ancora più vecchio e potrò espormi così al tuo irresistibile (?!) talento comico,
      Mentre per quanto riguarda l'aereo, se non stai vicina al finestrino (ma nemmeno là in realtà, è una percezione diversissima dal balcone secondo me, pur essendo più alti) non ti accorgi di nulla, quindi prima di escluderlo a priori provalo. Vale per l'aereo come per tutto.

      E allora un caro saluto a te, o monarca del regno delle due Sicilie, che il tuo feudo possa espandersi sempre più, e i tuoi sudditi servirti reverentemente da qui all'eternità. Del resto, da qualche giorno hai anche ricevuto la corona, quindi... non ti ferma più nessuno ;)

      Elimina