lunedì 23 febbraio 2015

Nord Sud Ovest Est

Una decina di giorni fa mi trovavo alla fermata del bus con la mia bella valigia, pronto a raggiungere la metropolitana in centro per recarmi poi in stazione. Mentre attendevo, una signora di credo una 50ina d'anni massimo mi si avvicina e mi chiede "ma che è passato l'autobus?". Io le rispondo cortesemente di no, intanto però tra me e me penso "per questa fermata gira un solo autobus, quindi se fosse passato direi proprio che l'avrei preso... o sembro uno che sta qua con la valigia a fà le statistiche per l'ATAC?".
Con questo atavico dubbio dentro di me ho poi affrontato il mio consueto lungo viaggio, passato bellissimi giorni, avuto una pesantissima influenza... ma tutto questo lo sapete già.
Quello che invece non sapete, e di cui oggi vi parlerò con gioia, è che la mia bellissima fidanzata è una persona davvero attenta ai dettagli, oltre che una maga dell'orientamento in senso lato. Se avrete il problema di voler capire dove vi trovate non utilizzate obsolete app con il GPS del telefonino o anacronistici "TomTom", piuttosto chiedete a Lei e ben presto... sarete più confusi di prima! ^^ E perchè non si dica che non porto esempi concreti a conforto della mia tesi, avvalendomi della più aggiornata tecnologia potrò offrirvi anche un supporto grafico all'avanguardia a riprova di quanto sto sostenendo. Ma andiamo con ordine ed elenchiamo le innumerevoli prove in mio possesso:

1) Nella città dove la dolce fanciulla studia non lontano dalla sua abitazione c'è un Supermercato, con un parco davanti. Per andare a far la spesa, quindi, ci rechiamo sempre là, l'ultima volta però entriamo nel parco per una passeggiatina e, con mia grande sorpresa, noto che sulla strada che costeggia l'area verde c'è un secondo supermercato. Distante dall'altro un 150 metri massimo (a esser generosi, per me anche meno) e sulla medesima strada, semplicemente dietro l'angolo "coperto" dagli alberi del parco. Agevolo immagine di pregevole fattura:


Chiedo quindi alla carissima figliuola se ci fosse mai andata e Lei, candidamente, replica con un "ehhhh, avevo sentito che ce n'era uno, ma pensavo fossero leggende metropolitane, temevo di perdermi per arrivarci, effettivamente è troppo lontano". In tutto questo, sottolineo, dal punto dove eravamo seduti nel parco si vedeva distintamente l'ingresso del supermercato dove andiamo di solito, ed anche quello che la gente che stava facendo la spesa lì aveva in buste e carrelli... E sospetto che, a far silenzio e concentrarsi bene, avrei potuto anche sentire i loro dialoghi. Ma si, decisamente troppo lontano... argh! ^^

2) Un sabato sera le propongo di portarla fuori a cena, e le chiedo se volesse andare in qualche posto in particolare. Non l'avessi mai fatto! Mi prende sottobraccio e inizia a dirmi "si, mi era piaciuta la pizza che ho mangiato una volta con papà e mia sorella, era un posto vicino alla stazione, adesso lo troviamo". Serve dirvi che abbiamo brancolato nel buio e al gelo (forse causa del mio successivo malanno, ma vabbè ^^) finchè, stremati, siamo andati sul sicuro recandoci su mia illuminata iniziativa in una pizzeria dove eravamo già stati? ^^ Ma la cosa particolarmente sfiziosa ed ironica è stata che la mattina dopo, andando al supermercato (sempre quello! ^^) a comprare delle uova ecco spuntare, praticamente all'angolo dietro il supermercato stesso, questo locale che, il giorno prima, sembrava si trovasse in Burundi stando ai racconti di Lei, e invece era anch'esso a due passi da noi ^^

3) Un giorno parlavamo di un evento astronomico, e cioè della possibilità in una specifica serata di poter avvistare ad occhio nudo la stazione spaziale internazionale. Tutto molto bello ed interessante, un'occasione sicuramente da non perdere. L'unica cosa necessaria da fare per poterla vedere era semplicemente rivolgere lo sguardo verso nord est. Insomma, nulla di più facile per chiunque, ma non per Lei! ^^ Non servirono infatti i miei tentativi di spiegarle passo passo come orientarsi guardando il sole e ancor più inutile fu quindi insegnarle come fare a trovare il nord est in base ad esso, le mandai addirittura un' immagine di casa sua dall'alto, presa da Google Earth, con la freccia precisa ad indicare "guarda da questa parte". Senza star qui a spiegarvi oltre, secondo voi è riuscita a vedere la stazione spaziale quella sera oppure no? Esattamente... esattamente! ^^

4) Una volta eravamo sul balcone di casa sua, le dissi "sai, io sto da quella parte lì, dietro le montagne e andando poi in diagonale verso sinistra". Da quel giorno i teorici del "vuoto assoluto" non la smettono di ringraziarmi, visto che nell'espressione di Lei lo hanno finalmente rintracciato dopo anni di ricerche :DDDDDD

Potrei proseguire con diversi altri esempi ma credo che questi siano più che sufficienti a rendere l'idea, oltre che a "costarmi caro" quando Lei leggerà tutto ciò. Però è la verità, e la verità non và mai taciuta ^^
In ogni caso ecco, se vi trovaste mai a dover aver bisogno di un aiuto su come orientarvi... NON rivolgetevi mai qui ^^

Salutandovi, credo che il post mi offra una buona occasione per ricordare assieme a voi i balli smodati, improbabili ed immotivati di Mauro Repetto col primo Max, perciò mi congedo con questo pezzo sui punti cardinali più che mai attuale! ^^


Alla prossima! ;)

(se c'arrivo, che adesso l'ira funesta si abbatterà certo su di me ^^)

mercoledì 18 febbraio 2015

Torno Subito

Questo è un breve post "volante" che serve a farvi sapere che sto bene e vivo e lotto con voi. Cioè, oddio, bene bene no perchè da domenica sera mi ha colpito la pesante influenza che sta girando ultimamente e che dalle mie parti mancava da un biennio almeno, perciò una volta che ha voluto ri-presentarsi lo ha giustamente fatto in grande stile arrivando a sfiorare i 40 gradi. Ma a parte questo tutto fortunatamente procede per il verso giusto.
Le ultime settimane mi hanno portato prima diversi impegni, poi una partenza che mi ha regalato giorni intensi e bellissimi e, infine, appunto questo malanno di stagione che mi ha allettato ma non del tutto abbattuto.
Quindi vi saluto amichevolmente dal mio letto di dolore (in maniera particolare a Franco che mi ha mandato un messaggio visto che non mi leggeva da un pò, very very sweet) e conto di riprendermi al più presto anche perchè mi sto bombardando di medicinali come se non ci fosse un domani.
Detto questo, per concludere il mio fugace passaggio non vedo canzone migliore come colonna sonora del momento di quella di Gloria Gaynor che spopolava negli anni '70, anche se io scelgo una sua cover ironica e recente perchè, ad oggi, mi sento uno zombie tipo il tipo che la canta, oltre ad invidiare il paninozzo che verso metà video si mangia. Dopo giorni di minestre... ci sta, credo.


Insomma, sopravviverò e ci ritroveremo presto... alla prossima ;)