martedì 25 ottobre 2016

"Gli InterrogATTIVI" Ep. 15 - Sciarada


E' ancora tempo per "Gli InterrogATTIVI", la rubrica che da ormai oltre 10 mesi e 14 episodi trova spazio sul mio blog, e che è dedicata a voi e a tutte le domande che, se ne avete voglia, desiderate pormi.
Chi ancora non la conoscesse o non avesse partecipato è invitato a leggere QUI tutte le informazioni in merito a questa iniziativa, io aggiungo solamente che spero che tanti altri tra voi vogliano prendere parte alla cosa inserendo nel post introduttivo che vi ho linkato nuove domande per me.
Questo perchè ho terminato i quesiti "utilizzabili" per proseguire oltre questa mia iniziativa, ne serviranno necessariamente degli altri per sperare di andare avanti, perciò mi auguro che qualcuno di voi abbia voglia di cimentarsi consentendomi di non interromperla :)

Riepilogo episodi precedenti

In questo quindicesimo episodio de "Gli InterrogATTIVI" mi dedicherò alle domande che mi ha posto Sciarada. Anche lei è una conoscenza abbastanza recente della mia esperienza in Blogger, ho scoperto da poco il suo spazio pieno di citazioni, riflessioni, pensieri, arte e letteratura e mi è piaciuto molto, quindi vi invito a passarci e a dare uno sguardo, sicuro di darvi un buon consiglio :)
Ho trovato davvero interessanti ed originali i suoi quesiti, li ritengo degli ottimi spunti di riflessione e buonissime occasioni di condivisione, quindi mi appresto a risponderle con grandissimo piacere :)
Benvenuti quindi a questo nuovo (e speriamo non ultimo! ^^) episodio de "Gli InterrogATTIVI":

1) C'è nella lingua italiana una parola che senti tua più delle altre e che pensi possa rappresentarti e una che invece ti infastidisce e cancelleresti per sempre dal vocabolario? Mi piace molto questa domanda, davvero :) Allora... la parola "costruire" mi piace molto, e credo possa rappresentarmi bene: perchè da quando ho memoria ho sempre cercato di inseguire degli obiettivi e di raggiungerli, di far crescere dei rapporti interpersonali importanti negli affetti e nelle amicizie e di coltivarli al meglio con costanza, di alimentare i miei sogni ponendomi delle mete o immaginando come poterli realizzare. E poi, oggi, è davvero un momento di vera "costruzione" tutto intorno a me, credo che mai come adesso il mio futuro si stia delineando, nelle cose che faccio, nelle scelte che ho preso e che sto per prendere a breve... quindi si, penso di potermi definire felicemente un "costrutture" :)
La parola che invece cancellerei è "insensibilità": attorno a noi ce n'è davvero troppa, il mondo è pieno di gente che pensa solo a se stessa, che non sa chiedere scusa, che non sa preoccuparsi degli altri, che non sa capire nemmeno quello che gli viene scritto davanti a caratteri cubitali o detto a quattr'occhi nel modo più chiaro possibile. Se il mondo fosse più sensibile, secondo me, avremmo da guadagnarci tutti tantissimo, non soltanto singolarmente, ma proprio come società.

2) Preferisci il bianco e nero o le sfumature? Sicuramente le sfumature, con preferenza per quelle tendenti al bianco. Perchè si, indubbiamente in tutti noi c'è anche un pò di nero e ancor più ne possiamo trovare nella vicende della nostra vita di tutti i giorni, quindi penso che sia assolutamente opportuno tentare di tendere al bianco, coi nostri comportamenti, con le azioni che commettiamo, con il nostro approccio alle cose e agli altri. Perchè se colori di nero ciò che di suo lo è già rimane tutto uguale, non si nota la minima differenza, mettendoci invece un pò di bianco anche il nero più cupo migliora, e passa al grigio.
Secondo me passiamo tantissimo tempo ad incupirci e sprechiamo quel tempo che, invece, è tanto prezioso, perciò ecco, viva le sfumature, viva i colori e viva cercare di tendere al bianco :)

3) Mi dici una tua caratteristica mentale o anche fisica che ti piace e una che non ti piace? Beh, penso che una mia caratteristica positiva sia l'affidabilità, con tutto quello che ne consegue: una persona affidabile, lo dice il termine stesso, è un individuo che sa meritarsi la nostra fiducia, è qualcuno su cui possiamo contare sicuri che non rimarremo delusi. E quindi si, dovendo trovarne una, direi che questa è una caratteristica di me che mi piace. Fisicamente la mia fidanzata cita spesso i miei occhi verdi, quindi facciamo quelli, non saprei davvero che altro dire ^^
Caratteristiche che non mi piacciono... beh, a volte quando accadono cose che non mi aspettavo mi agito un pochino più del dovuto, intendo internamente eh, non nelle esternazioni, e questo credo che non sia proprio il massimo, perchè fa prima di tutto danno a me stesso, vivere con qualche ansia di troppo addosso, sovrappensiero, non è il top, e a volte mi è pesato molto. Insomma, vorrei essere forse meno "emotivo internamente", a volte.

4) Che cos'è per te la stupidità e cos'è l'intelligenza? La stupidità è non usare l'intelligenza, semplicemente :) Comportarsi in modo sciocco, irrispettoso, violento, sgradevole e così via sono tutte azioni stupide dovute alla mancanza di intelligenza. Bisogna poi distinguere tra stupidità intesa come "ignoranza" e stupidità "di cervello", la seconda è quella più pericolosa. L'intelligenza invece, di rimando, la dimostra chi sa capire le cose, le situazioni, se stesso e pure gli altri, e che ha quindi dei comportamenti ragionati, ponderati, precisi. E in questo caso non è tanto una questione culturale ma più semplicemente "di interiorità", ritengo intelligentissime delle persone anche non molto acculturate ma che sanno stare al mondo in maniera eccezionale, mentre magari dei presunti "tuttologi" pieni di titoli, premi e quant'altro, nel loro stare al mondo, si dimostrano in realtà molto poco intelligenti.

E anche per questa puntata è davvero tutto :)
Saluto quindi tutti voi non prima però di avervi rinnovato nuovamente l'invito a lasciarmi QUI le vostre domande. Come ho già detto, al momento non ne avrei altre per poter proseguire la rubrica, spero quindi che qualcuno di voi abbia voglia di partecipare rendendo possibili nuovi episodi ed evitandone così l'interruzione :)

Ringrazio perciò Sciarada per avermi "regalato" questa ulteriore puntata della rubrica ponendomi le sue interessanti domande e, come è consuetudine, faccio "omaggio" anche a lei di un brano musicale che chiude l' episodio odierno.
Ora, dal momento che "Anima Mundi", il titolo del suo blog, era il termine che usavano i filosofi platonici per indicare la vitalità della natura, scelgo un pezzo che parla appunto della natura e spero sia una scelta gradita o, quantomeno, azzeccata nell'intenzione, anche perchè dice proprio "anima mundi" nel testo, anche più volte ^^



Alla prossima! :)

20 commenti:

  1. Appena conosciuto un nuovo blog... :)
    Grazie Maurì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questa è sicuramente una cosa bellissima che questa rubrica (arrivata ora forse davvero alla fine, se non giungono nuove domande ^^) ha cercato di fare: oltre a conoscere me, infatti, è stato anche un modo per far conoscere a voi altri di... voi :)
      Perciò, se dopo questo post tu hai conosciuto e apprezzato lo spazio di Sciarada non posso che esserne molto contento :)

      Una buona domenica! :)

      Elimina
  2. Sono state domande per nulla scontate.
    Mi rivedo in molte risposte...specie numero 4.
    Costruire è sempre bello, perché si crea.
    Anche distruggere mi piace troppo XD

    Bellissima canzone. La rubrica, vedrai, continuerà :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sono state delle domande molto introspettive e ricche di spunti di riflessione quelle che mi ha fatto Sciarada, ho risposto anche più "coinciso" del solito per motivi di tempo, ma davvero, ho trovato molto molto stimolante questa serie di questiti, e sono contento che annche voi lo mettiate in evidenza :)
      E' piacevole poi anche ritrovarsi nelle risposte, del resto non credo che siamo così diversi con molti di voi, e anche per questo ci troviamo così bene assieme poi, no? :)

      Vediamo se continua la rubrica, altre domande non ne ho, se però ti avanza qualche volontario dalle moz interviste indirizzamelo pure, mi farebbe solo piacere! ^^

      Buona domenica :)

      Elimina
  3. Delle belle e originali domande che penetrano nel profondo di noi stessi.
    Un applauso a Sciarada e un abbraccione forte a te per quello che hai risposto e che ti appartiene tutto, la sensibilità, l'intelligenza, la tolleranza, la gradevolezza, la generosità, l'affetto, l'amore e ti perdoniamo se non sfoghi le tue cose " un pochino nere" ..imparerai crescendo..
    Ti voglio sempre più bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nellina :)
      Come ho giò scritto nei commenti precedenti, è bello che anche voi, come me, abbiate trovato stimolanti le domande di Sciarada, significa che siamo un pò tutti sulla stessa lunghezza d'onda, e questo fa piacere come pensiero :)
      Per il resto beh, mi fai sempre tanti complimenti lusinghieri per i quali dovrei ringraziarti da qui al prossimo compli-blog e, probabilmente, non sarebbe ancora abbastanza... sei una persona davvero dolce, presente e speciale, e anc'hio ti voglio bene, incontrarti è stata davvero una bella cosa :)

      Un abbraccione e buonissima domenica :)

      Elimina
    2. ..troppo buono mio caro Maurizietto..speriamo di poterci incontrare "carnalmente"( non mi fraintedere.).ne sarei entusiasta...felice serata amico caro!

      Elimina
    3. Prima o poi ci riusciremo, vedrai :)

      Un abbraccio :)

      Elimina
  4. Ciao Maurizio.
    Sei stato speciale, come sempre.
    Abbraccio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia :)
      Tu invece mi lusinghi come sempre con i bellissimi complimenti che mi fai, ed io allora ti ringrazio e ricambio il tuo abbraccio :)

      Buona domenica

      Elimina
  5. Ciao Maurizio mi ha fatto piacere leggere le risposte ai quesiti interessanti e profondi posti da Sciarada :)anch'io sono una persona ansiosa ed emotiva quindi mi sono ritrovata nella risposta che hai dato..in passato i livelli erano davvero patologici,ora sono un po' migliorata per quanto il mio carattere e'di base sempre così...
    Un saluto:)
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosy,
      è bello riscontrare delle similitudini con gli altri, e ritrovarsi quindi nelle considerazioni altrui, ancor più nelle sensazioni :)
      Essere emotivi secondo me è un pò "croce e delizia", come si dice... poi ovviamente ognuno lo è in modo diverso, più o meno acuto e "manifesto" (io se voglio riesco a nasconderlo bene almeno in apparenza, credo), ma di base se si ha un certo tipo di interiorità si vivono tutte le cose in un modo speciale, fortissimo, che magari non tutti capiscono ma che per noi che lo viviamo in prima persona... è coinvolgente al 100%. Questo ovviamente è splendido quando vivamo cose belle, decisamente meno quando finiamo dentro momenti "bui", però alla fin fine io non mi cambierei con qualcuno che ha una sensibilità diversa dalla mia, proprio no... non vorrei essere fatto in quel modo, non lo capisco e non mi piace, anche se sicuramente sono poi più sereni di me, a volte.
      Preferisco essere così, con anche questo "limite" di iper sensibilità che però, spero, si dimostri alla fine sempre più una forza che uno svantaggio, perchè in fondo io nelle cose ci metto tutto me stesso, non tiro mai dentro il cuore. Ovviamente questo mi espone a "rischi" in termini di vulnerabilità ma, almeno nella mia testa, mi regala anche molto di più quando riesco a condividere tutto quello che ho dentro con chi me ne da la possibilità. Quello che vedi è quello che è, quello che do è tutto quello che ho.
      Spero la penserò sempre così, anche se a volte mi dico che potrei e dovrei stare più sereno in certe situazioni e che questa agitazione, alla lunga, non mi gioverà più di tanto in termini di salute ^^ prendiamola a ridere, ovviamente :)

      Un saluto a te e buona domenica :)

      Elimina
  6. La prima cosa che ho notato di te è stata la capacità di andare a fondo nelle cose pur se complicate e difficili, ti muovi con disinvoltura e delicatezza nel profondo guidato da una lucida e disarmante semplicità che considera anche il rovescio della medaglia, non lasci mai niente al caso, questa è una grande dote che mi ha colpita e che ritrovo in queste tue risposte che mi piacciono tanto. Sei una bellissima persona punto e bellissima è la canzone che mi hai dedicato, ho molto apprezzato e gradito. Sono anche contenta che tu, Nella e gli altri tuoi amici che non conosco, abbiate trovato stimolanti le mie domande, grazie a te per tutto, grazie a loro e un saluto a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sciarada :)
      Queste tue domande come vedi hanno colpito in tanti, qualcuno è anche passato da te dopo averti letta qui, e mi fa davvero piacere :) ti ringrazio quindi ancora degli spunti che mi hai dato per questo post :)
      Poi beh, in questo commento mi hai assolutamente lusingato, non è per nulla "ordinario" ricevere pensieri così, apprezzamenti di questo tipo a 360° e di tale profondità. Te ne sono grato e mi tengo strette queste belle parole, sono soddisfazioni che nascono da piccole cose ma che, in realtà, poi si rivelano grandi grandi, perchè è bello vedere "capite" tante cose del mio carattere, del mio modo di scrivere e di comunicare... davvero :)
      Quindi io posso semplicemente ribadirti quanto mi abbiano fatto piacere le tue parole e sperare di sapermele "meritare" anche nelle cose che scriverò in futuro, di riuscire a continuare a dare agli altri questa percezione positiva di me :)
      Per la canzone sono contento ti sia piaciuta, mi sembrava adatta per tema e proprio contenuto testuale legato al titolo del tuo blog :)

      A presto allora, ti auguro una buonissima domenica, un abbraccio :)

      Elimina
  7. E' proprio vero, le domande che Sciarada ti ha posto sono proprio carine e per nulla scontate.
    Partendo dalla terza domanda, ero sicura che le tue risposte sarebbero state quelle che hai dato. Per gli occhi non c'è proprio alcun dubbio e chi ha la fortuna di vederli con attenzione come faccio io, capisce di che parlo (anche se chi guarda i tuoi occhi come faccio io è decisamente troppo vicino a te, quindi c'è un problema xD). E per il tuo carattere, io ti conosco bene e so quanto sia sensibile soprattutto in certe occasioni, ma so anche che sei tanto forte ed infatti questo mi permette di ricollegarmi alla prima domanda, perché tu tutto sei meno che insensibile. Quel ruolo forse semmai spetta a me nella coppia xD
    E poi, anche se così rischio di non fare un discorso che fili liscio come l'olio (parole forti, dato che l'olio va contro i miei ideali), non posso certo restare indifferente alla parola "costruire", che è stata punto di partenza per un post bellissimo che mi hai dedicato e che è poi la canzone che mi pare abbiamo deciso sia la nostra :-D (anche se non so se posso accettare che non sia una di Tiziano xD). E poi si, in questo momento la tua vita è fortemente in costruzione, quindi ti auguro che le basi che hai gettato siano tanto forti e resistenti da poterci mettere su quello che più desideri (per quanto riguarda noi, io sono certa che lo abbiamo fatto e che niente ci potrà buttare giù).
    Ti amo e so che tu sei pieno di sfumature, per questo amo stare con te, che mi completi come nessuno mai, che stai bene anche con le mie parti tinte di nero e che sei profondamente intelligente, con la testa e con il cuore. Ti amo amore. Tanto e sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, per quanto riguarda i miei occhi io sono ben felice che siano una tua "esclusiva", e penso pure che se tu li vedi tanto belli è, probabilmente, perchè è bello ciò che, mentre tu li osservi, io sto guardando, cioè te.
      Penso infatti che le cose belle "chiamino" altre cose belle, e quindi determinino pure la nostra bellezza esteriore. Ovviamente questa considerazione può essere valida anche al contrario, per questo motivo ritengo importante cercare di avere attorno, e dentro, il più possibile cose positive, che tanto come vedi dagli eventi di stamattina, i "fattori esterni" che ci portano, loro si, vera preoccupazione non mancano mai.
      Ciò detto, io so di avere una certa interiorià, di essere fatto in un certo modo che, per alcune cose, mi porta dei vantaggi e per altre meno, ma credo che questo valga poi per tutti, e per ogni tipo di personalità. Cerco perciò semplicemente di fare del mio meglio nella consapevolezza di ciò che sono ma non chiudendo mai al tentativo di poter essere diverso quando davvero serve, infatti per certe cose credo di essere sicuramente cambiato, di aver mutato alcuni aspetti di me più o per necessità o per scelta. Poi è ovvio che, come si dice, "chi nasce tondo non muore quadrato", però magari "ovale" si, ritengo un limite farsi schiacciare dalla propria sensibilità, come da qualsiasi altra cosa che possiamo avere dentro. Perchè tutto è migliorabile e ognuno di noi, se è davvero "dentro" quello che vive e desidera dare il meglio di se verso se stesso e verso gli altri, è capace almeno potenzialmente di rendersi migliore. Poi riuscirci è tutta un'altra storia, ma c'è pure chi nemmeno ci prova, io almeno uno sforzo minimo cerco e cercherò sempre di farlo.
      Detto ciò io spero di costruire cose importanti e belle, nella mia vita con gli altri e anche dentro di me come singolo, mi auguro di farcela perchè credo sia assoltuamente fondamentale per stare bene, che è poi l'unica cosa che conta secondo me e di cui ognuno di noi dovrebbe sentire naturalmente il bisogno. Basta poco ma cambia tutto, se invece stiamo lì a macerarci dentro e magari nel frattempo dall'esterno succede qualche casino impensabile... non penso ci si ritrova in una bella situazione, poi.
      Grazie per le belle cose che hai scritto di me, è sempre piacevole sentire certe cose da chi amiamo e ci ama, perciò spero che penserai sempre (e solo?) queste cose di me, mi darebbe tanta forza e serenità, aiutandomi a superare i miei limiti e le mie difficoltà quando magari si fa buio, perchè ogni tanto capita.

      Elimina
  8. Buongiorno! Complimenti alle domande molto belle! Molto interessanti le tue risposte! Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Shane :)
      Un saluto a te e grazie del passaggio, buon fine settimana! :)

      Elimina
  9. Sono molto d'accordo con te sulla parola "costruire" , c on tutto ciò che di positivo essa implica. La parola "insensibilità" non ci dovrebbe proprio essere nè nel vocabolario, nè nel nostro modo di essere. Purtroppo non è così e tutti ne paghiamo le conseguenze.. Bella intervista. Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirtillo :)
      "Costruire", in tutti i sensi, è fondamentale, negli affetti, nei sogni, negli obiettivi, se non ci si impegna a costruire qualcosa... siamo destinati all'infelicità, perchè se non lo facciamo noi di certo non lo faranno altri al posto nostro... è rarissimo succeda questo.
      Quanto all'insensibilità beh, con me sfondi una porta aperta... credo sia uno dei più enormi problemi della nostra società, dove ci concentriamo troppo sull' "io" senza pensare agli altri, chiudendoci a loro e al confronto con loro, con tutto quello che ne consegue, ovvero muri che vengono tirati su per proteggere il proprio orticello pensando egoisticamente e lasciando fuori la... vera felicità :)

      Un saluto a te! :)

      Elimina