lunedì 29 agosto 2016

"Gli InterrogATTIVI" Ep. 12 - Lucia Nadal


Per la mia (e spero anche vostra ^^) gioia è ancora tempo per una nuova puntata de "Gli InterrogATTIVI", la rubrica che dallo scorso gennaio trova spazio sul mio blog e che è dedicata a voi e a tutte le domande che desiderate pormi.
Chi ancora non la conoscesse o non avesse partecipato è invitato a leggere QUI tutte le informazioni in merito a questa iniziativa, io spero che ancora molti di voi vogliano prendere parte alla cosa inserendo nel post introduttivo che vi ho linkato nuove domande per me.
Senza ulteriori quesiti infatti non potrei andare avanti con la rubrica, visto che il post di oggi esaurisce le domande sin qui giunte, perciò sarei molto felice se qualcuno si volesse aggiungere, dando un futuro alla mia iniziativa che, altrimenti, vedrebbe con questo episodio la sua interruzione :)

Riepilogo episodi precedenti

La puntata numero dodici de "Gli InterrogATTIVI" risponde alle domande di Lucia Nadal. Ci siamo "incrociati" solo da pochissimo tempo, quello che ho potuto capire di lei è che ha una forte spiritualità e sensibilità, due qualità sicuramente importanti. Rispondo quindi alle sue domande con piacere :)
Benvenuti perciò al dodicesimo episodio de "Gli InterrogATTIVI":

1) Scrivi che ti piace scrivere: di chi? di che cosa? Sin da piccolo ho sempre avuto la passione per la scrittura, ricordo ancora i primissimi racconti di fantasia quando ancora andavo alle scuole elementari. Storie con pirati, animali parlanti, cavalieri... se ci penso mi viene da ridere ^^ Nel tempo ho coltivato questa passione dedicandomi anche alla poesia, ho scritto poi un piccolo spettacolo teatrale per bambini (sempre sui pirati ^^) e un paio di libricini rimasti inediti. Fondamentalmente mi è sempre piaciuto inventare racconti, storie, personaggi più o meno originali, mi hanno anche detto che potrei dedicarmi alle fiabe ma non so se sarebbe un passo troppo lungo... mi piacerebbe però provare, che non si sa mai :)
Un pò come, in fondo, è accaduto per il cortometraggio che ho realizzato lo scorso luglio, era una cosa che avrei sempre voluto fare ma non avevo avuto mai l'occasione, soprattutto i mezzi, per poterla realizzare, poi all'improvviso mi è capitata la possibilità, ho individuato il soggetto, inventato la storia e scritto con entusiasmo la sceneggiatura e adesso... il mio lavoro "esiste", ed è anche in concorso ad un festival. Una bella soddisfazione insomma, mi piacerebbe adesso che si potesse sviluppare ancora anche perchè ho già in mente come far procedere la trama di questa serie, quindi sarebbe positivissimo se fossi chiamato a farlo.
Per il resto ho da ormai diversi anni questo blog dove parlo un pò di tutto, soprattutto delle emozioni grandissime e bellissime che vivo con la mia fidanzata, e del grande amore che provo per lei.

2) Il miglior libro letto. Perchè? A questa domanda ho già risposto in una puntata precedente (tutti con la passione dei libri eh? ^^), cercherò comunque di farlo in modo diverso, più specifico :) E allora, il libro è "Salvate il soldato Ryan", che ho letto nel 2000 mentre mi trovavo in vacanza al mare con la mia famiglia. Il racconto mi ha rapito sin da subito, sarà che ho sempre avuto un forte interesse per gli avvenimenti di quello specifico periodo storico (da piccolino ascoltavo con attenzione i racconti di mio nonno che aveva partecipato al confitto come soldato), fatto stà che leggevo una pagina e non riuscivo a fermarmi, l'ho davvero divorato in credo un paio di giorni al massimo.
Oltretutto da questo libro è stato tratto un bellissimo film con Tom Hanks, che ha vinto svariati Oscar e che io vidi solo DOPO aver letto il libro: fu davvero speciale ritrovare, nello schermo, tante cose sorprendentemente uguali a quelle che la mia immaginazione mi aveva suggerito mentre leggevo. Insomma, di "motivi" per questa mia scelta ce ne sono tanti, e certamente anche il film ha fatto il resto, di sicuro mi ha coinvolto davvero tanto, e poi beh, i fortissimi valori morali di questo gruppo di uomini, il loro essere fragili, incredibilmente umani, dietro quelle divise, il pensiero che abbiano dovuto affrontare non per loro scelta tutto quello che è accaduto in quegli anni... sono cose che rimangono, e che lasciano pensare e riflettere realizzando che non si tratta di una storia di fantasia ma di qualcosa che è realmente accaduto nel nostro mondo, nella vita che noi stessi viviamo.

3) Pensi di rispondermi per Natale? Beh, siamo alla fine di agosto quindi direi di si, sono ampiamente in tempo per Natale, evviva! ^^ Quando mi impegno riesco a regalare qualche soddisfazione, ahaha :)))

E anche stavolta abbiamo detto, anzi scritto, tutto! :)
Quindi vi saluto e vi rinnovo l'invito a lasciarmi QUI le vostre domande, ribadendo che se così non sarà non potrò purtroppo proseguire oltre rubrica non avendo più materiale su cui lavorare, perciò aspetto speranzoso vostri nuovi quesiti! :)

Concludendo quindi ringrazio Lucia Nadal per aver voluto partecipare e le rendo "omaggio" con un brano musicale come è consuetudine di questa rubrica. Conoscendoci da molto molto poco la scelta non è stata semplicissima, ma visto che leggendo nel suo blog ho percepito la sua forte spiritualità, spero/penso/credo che questo pezzo sia abbastanza adatto :)


Alla prossima! :)

martedì 16 agosto 2016

Road To... Roma Web Fest!

"E quindi uscimmo a riveder le stelle". Eh si, dopo tanti mesi di intenso lavoro il cortometraggio che ho sceneggiato, dialogato e scenografato ha finalmente preso vita!
Si tratta della puntata pilota di una web serie ambientata negli uffici di un'azienda pubblica, che racconta in chiave comica le vicissitudini di un gruppo di impiegati scansafatiche che, invece di lavorare, occupano il loro tempo nei modi più disparati.
Il protagonista principale della serie è Max (liberamente ispirato ad una persona che io ben conosco ^^), grande appassionato di calcio e decisamente poco dedito al lavoro, condivide l'ufficio con il mite e bistrattato Tonino e al loro fianco troviamo l'addetto alle pulizie Mimì, grande amico di Max e sua "spalla". In questo primo episodio l'arrivo inatteso di una nuova direttrice efficiente ed innovativa, nei confronti della quale i nostri commetteranno una lunga serie di gaffe, scombina del tutto le loro abitudini.
Nelle puntate successive, che sono già completamente scritte e ci auguriamo verranno realizzate nei prossimi mesi, l'ufficio di Max verrà letteralmente "sconvolto" dalle novità che questa nuova figura introdurrà, e parallelamente non mancheranno colpi di scena, nuovi personaggi e tanto altro :)
Per riuscire a realizzare e produrre concretamente tutto questo, però, c'è bisogno anche di voi. Già, perché la web serie, che è stata recentemente presentata in anteprima assoluta in un noto teatro di Roma ricevendo un primo finanziamento per il suo sviluppo, è anche in concorso al Roma Web Fest, importante vetrina dove può ottenere non poca visibilità e dove soprattutto, per la categoria in cui siamo iscritti, sono previsti due premi: uno per il maggior numero di voti ricevuti sul web e l'altro assegnato da una giuria di qualità.
Ecco quindi che, almeno per quanto riguarda i voti dal web, ognuno di voi se lo desidera può dare un piccolo ma potenzialmente decisivo contributo votando e facendo votare  il cortometraggio, assegnandogli cinque stelle :)

COME VOTARE

1) Collegarsi al sito del Roma Web Fest a questo link: CLICCA QUI
2) Sotto al video troverete scritto "Vota questo video" e 5 stelle, cliccate la 5° stella per assegnare il voto

Si può votare una volta soltanto con ogni dispositivo, quindi è possibile assegnare un voto sia con i dati del telefonino che con il wi-fi :)

Vi ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto, e mi auguro che il cortometraggio vi piaccia :)
Attendo ovviamente le vostre impressioni, i pareri, i consigli per migliorare e se volete anche le curiosità che potessero venirvi in merito, se ce ne fossero ^^

Un abbraccio a tutti e a presto allora... grazie! :)

Alla prossima!

mercoledì 10 agosto 2016

"Gli InterrogATTIVI" Ep. 11 - Paola S.


Dopo una pausetta non da poco (perdonatemi davvero, ma a breve proverò a giustificarmi in un nuovo post! ^^) ci si ritrova per l'ennesima volta con "Gli InterrogATTIVI", la rubrica che dall'inizio del 2016 trova spazio sul mio blog e che è dedicata a voi e a tutte le domande che desiderate pormi.
Invito chi ancora non la conoscesse o non ha partecipato a leggere QUI tutte le informazioni in merito a questa iniziativa, augurandomi di vedervi ancora partecipare numerosi inserendo nel post introduttivo che vi ho linkato nuove domande per me.
E questo ve lo faccio presente oggi più che mai perchè, dopo questa puntata, non ne avrei più altre da proporvi, quindi o arrivano nuovi quesiti o, ahimè, mi toccherà chiudere baracca qui. Non permettetelo! ^^

Riepilogo episodi precedenti

L'undicesima puntata de "Gli InterrogATTIVI" è dedicata alle domande di Paola S., che beh, direi non ha bisogno di presentazioni: è stata tra i miei primissimi follower quando ancora si chiamava Stella Paola (poi ha cambiato i documenti e il nome per poter falsificare la sua altezza, ihihi ^^), è la mia migliore amica e, soprattutto, anche la mia bellissima fidanzata.
Mi ha rubato il cuore al primo sguardo ma, ammetto, lo aveva fatto ancora prima, quando ho iniziato a leggere il suo blog ed i suoi pensieri e... mi sono sentito "calamitare" a lei. Per mia fortuna la stessa cosa è successa all'inverso ed è iniziato così il rapporto più bello ed importante della mia vita. Il resto è storia... la più bella che io conosca.
Beh, adesso sono assolutamente pronto a rispondere alle sue domande, che stranamente sono soltanto due come numero ma piene di "contenuto potenziale" che, quindi, corro a sviluppare :)
Benvenuti allora all'episodio numero undici de "Gli InterrogATTIVI":

1) Nel corso della tua esperienza come blogger hai letto tanti blog diversi, tenuti da gente diversa. Se tu non fossi tu, chi di loro pensi potresti essere con più probabilità? Per essere più chiara, quale blog senti che avresti potuto scrivere tu, anche solo in parte, tra quelli che segui o hai seguito, perché molto vicino al tuo modo di essere/fare? Ho seguito e seguo diversi blog che mi piacciono molto, e in cui "rivedo" qualcosa di me, del resto penso sia normale "legare" con chi ha dei punti in comune con il nostro mondo, accade nella vita e nelle amicizie di tutti i giorni e vale sicuramente anche per il blog.
Rispondendo alla tua domanda, mi hai chiesto di escludere te ed io lo faccio, e quindi pur se vedo chiare affinità con diversi blogger che seguo scelgo il blog di Mariella: sin dalla prima volta in cui sono passato lì mi sono sentito a mio agio, in un ambiente a me familiare, lei poi è una donna molto sensibile, qualità che io apprezzo molto, con tante idee e voglia di fare, soprattutto con una grande capacità di comunicare in modo fortissimo e precisissimo i suoi pensieri e le sue sensazioni. Non la conosco personalmente ma scommetterei senza esitazione sul fatto che sia al 100% quello che appare, che il suo blog insomma sia uno specchio attendibilissimo della sua anima e della sua identità.
A me piacciono le cose pulite, sincere, quelle che vengono fuori istintive e che sono scritte mettendoci non solo l'abilità nelle parole ma anche se non soprattutto le emozioni che si avvertono dentro. In questo senso, credo che lo spazio di Mariella sia quindi assolutamente vicino al mio modo di essere e di stare al mondo, inoltre abbiamo anche avuto spesso modo di scambiarci lunghi commenti che mi convincono ancor più delle nostre somiglianze come blogger e prima ancora come persone e, di conseguenza, della bontà di questa scelta.

2) So che non ami che le persone molto vicine a te ti leggano qui, ma hai pensato un giorno, quando avrai figli o nipoti, a far scoprire questo tuo spazio? O lo terrai custodito per te (e noi) come si fa coi vecchi diari di gioventù? Domanda molto interessante anche perché arriva, come tu ben sai, alla vigilia di un post che potrei pubblicare a breve riguardante il mio famoso cortometraggio e che, di fatto, mi "esporrebbe" non poco. Anche se poi, riflettendoci, non so dirti un motivo specifico, darti un perché del mio non aver mai voluto che chi mi sta vicino, anche molto, sapesse di questo spazio... sarà semplicemente l'aver pensato che restare più o meno "anonimo" mi permettesse il massimo della libertà espressiva. Fondamentalmente è per questo che ho preferito scegliere questo comportamento, anche per "andare con le mie gambe", non so se mi spiego, penso che se avessi un gruppo di amici e parenti a commentarmi probabilmente perderei alla lunga gli interventi degli altri, le loro opinioni che sono per me invece importanti e positive, perché del tutto estranee al mio mondo e alle mie conoscenze. Per capirci, un amico o parente sarà sempre "condizionato" nel giudicare qualcosa che magari già conosce, una persona esterna no, ed io ho voluto e voglio avere questo tipo di riscontro, qui sul blog almeno. Perché appunto esternamente a questo spazio come sai parlo delle stesse cose personalmente con chi non legge qui, senza alcun problema, è semplicemente un modo per tenere separati due ambiti, una mia preferenza ecco.
Per quanto riguarda il futuro, credo che quando racconterò/remo a figli e nipoti di come ci siamo conosciuti sarà inevitabile rivelargli l'esistenza di questo mondo, e allora è chiaro che avranno la libertà di leggere quando e quanto desiderino, sempre che gli interessi ^^ Perché potrebbe pure essere che non gli importi niente eh, metti che prendono da quel cuore di pietra della madre... ahahahah :))))) Scherzo! ^^
Semmai, e qui sono assolutamente serio e la tua domanda mi ha aperto gli occhi su questa eventualità nemmeno così remota se ci pensi, mi preoccupa di più la possibilità che, nel tempo, Blogger imploda, vada offline o affini... infatti oggettivamente bisognerebbe pensare di "backup-parsi" un po' tutto, se non si vuol perderlo.

E anche per questa puntata è tutto! :)
Quindi vi saluto rinnovandovi l'invito a lasciarmi QUI le vostre domande, ricordandovi un'ulteriore volta che se così non sarà non potrò purtroppo proseguire più rubrica. Quindi attendo speranzoso vostri nuovi quesiti! :)

Concludendo quindi ringrazio la mia adorata Paola S. per aver preso parte all'iniziativa e, come è consuetudine per questa rubrica, "omaggio" anche lei con un brano musicale.
Mi è capitato spessissimo di farlo qui, scegliendo tanti pezzi diversi come corollario agli svariati post che ho voluto dedicarle, ma non ho comunque esaurito le mie risorse e le mie idee. E quindi scelgo un brano che ho conosciuto grazie a lei non tanto tempo fa, esattamente in occasione del matrimonio di due suoi/nostri amici dove ho avuto il piacere, e il privilegio, di poterla accompagnare, bellissima come e più di sempre.
Ascoltarlo lì, in quel contesto dolce e romantico e con tante belle immagini sotto, mi ha molto colpito, e poi è un buon mezzo per ribadirle, ancora una volta, che tutto quello che ho è lei, e che ne amo ogni dettaglio, ogni sfaccettatura, ogni caratteristica, comprese quelle che ci rendono a volte diversi, distanti... ma che, in fondo, fanno tutte parte di quel miracolo che è lei, per me. Oggi e per sempre.


Alla prossima! :)