martedì 21 marzo 2017

Colpi Bassi

Ciao a tutti. Mi ritrovo a scrivere nuovamente dopo oltre un mese, non è un qualcosa cui sono abituato e, infatti, me ne rammarico non poco. Purtroppo però esistono cose più grandi di noi, senz'altro di me, e ammetto che, questa volta, scrivere l'ennesimo post "positivo" di autoconvincimento come, ultimamente, ho spesso fatto, non mi è proprio riuscito. Ho tentato ma niente da fare.
Questo perchè, appunto, pur essendo quello il mio modo di essere, di fare e di affrontare le cose, e pur credendoci veramente eh, ci sono situazioni, momenti, che vanno "oltre", che riescono a fiaccare anche la più sentita delle buone intenzioni, la più ottimista delle persone.
Senza scendere nel merito, è un periodo molto difficile per delle persone a me vicinissime, purtoppo più di una, come se una perfetta "legge di Murphy" si fosse presentata all'improvviso facendo andare nel verso sbagliato più situazioni possibili. E visto che non si tratta di me ma di altri, di affetti e figure importantissime, direi fondamentali, nella mia vita, trovare un modo per gestirle, per non lasciarsi condizionare, è davvero difficile.
Mi ci trovo dentro e quindi le vivo perchè altro non posso fare, non mi è possibile tirarmene fuori nè tenerle lontane dai miei pensieri, così le affronto al meglio che posso anche per le persone che le stanno subendo in prima persona, per dar loro man forte visto che, più che mai, adesso questo a loro serve. Di rimando capirete però che ovviamente è complicato per me, qui nel mio spazio, venire a parlare come se nulla fosse, scrivere i miei post pieni di positività come ho sempre fatto. Perchè stavolta "ballano" cose troppo importanti, e allora esce fuori quell'istinto di conservazione credo normale, umano: se per le cose belle sono sempre il primo a voler condividere, in questo caso... preferisco la riservatezza. O comunque, sapendo che non riuscirei ad escludere quello che vivo in negativo dal mio modo di scrivere estremamente positivo... mi trovo in una condizione di blocco.
Per questo motivo, visto che tutto ciò va avanti da circa un paio di mesi buoni, ho preferito non proseguire con una serie di post incentrati sullo stesso concetto e tema, anche se poi scriverli mi è stato utile, mi è servito per andare un pochino più avanti di volta in volta, ma alla lunga... ho capito che non era il caso di continuare in quella direzione, o meglio, lo ho "sentito".
Perciò mi scuso con voi se ultimamente sono mancato qui e nei vostri spazi, sappiate solo che è successo per cause più grandi di me, e che il non esserci è stato, ed è, per me davvero un dispiacere, visto quanto ho sempre amato dedicarmi a questo spazio, interagendo con tutti voi e accrescendo così, post dopo post, stima vera, assolutamente autentica, nei vostri confronti.

Non posso quindi dirvi che ri-scriverò a breve, di certo però spero di farlo, augurandomi che quello che sta accadendo attorno a me si possa un po' ricomporre lasciandomi il tempo e la serenità necessari per poter fare le cose che ho sempre fatto e che mi piacciono, e che ultimamente ho dovuto trascurare per affrontare questa situazione.
Certo, per onestà vi dico che non la vedo così probabile questa "condizione", in ogni caso ci tenevo a fare un attimo il punto, anche nel rispetto di chi, ultimamente, mi ha lasciato messaggi a post precedenti per chidermi se tutto andasse bene. Purtroppo non ci va, almeno non per me, ma vista la vicinanza tra me e queste persone il tutto ricade comunque nelle mie giornate, nei miei pensieri e nella mia serenità, in un periodo poi dove, per assurdo, parallelamente sono immerso in diversi progetti lavorativi impegnativi come realizzare un videoclip per un giovane cantante, terminare la sceneggiatura di un lungometraggio da me ideato, girare un web-documentario potenzialmente proponibile alle principali piattaforme del settore... insomma, ammesso che ce ne sia poi uno eh, era di certo il momento meno adatto per vivere tutto questo. E senza dubbio mai prima, nella mia vita, ho vissuto qualcosa del genere.
Ma detto questo ok, schiena dritta e sguardo comunque alto, proviamo a reagire perchè è l'unica cosa sensata da fare. E allora per quanto riguarda gli impegni che devo portare avanti mi rimboccherò le maniche cercando di far tutto, anche perchè il mio futuro "sento" passerà moltissimo per l'esito di questi lavori e quindi è necessario fare e dare il massimo, per non avere poi rimpianti.
Ovviamente se le cose "attorno" andassero meglio mi aiuterebbe non poco, ma non può essere così adesso perciò, assodato questo, non voglio sprofondare, non posso, e probabilmente non devo. Per me e non soltanto.
Poi... lo vedremo poi.


Alla prossima

30 commenti:

  1. Ciao Mau.
    Posso comprendere cosa stai provando, perché anche a me sono accadute (in successione) tutte cose così negative e destabilizzanti.
    Prenditi tutto il tempo che occorre, io ti mando un abbraccio con la speranza che tutto possa rimettersi presto in sesto... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miki,
      grazie per questo tuo messaggio, che ovviamente mi fa piacere e mi trasmette qualcosa di positivo, e quindi al momento più che mai utile.
      Come tu stesso ben sai, è proprio la successione, il presentarsi "a cascata" di cose negative, e non negative come può essere litigare con qualcuno eh, ma proprio cose grosse grosse.... ciò che più destabilizza. Perchè appunto, se già la prima ti stordisce, la seconda... può davvero mandarti KO.
      Non so dirti se siano cose risolvibili, spero almeno possa esserlo una, pur solo in parte... in ogni caso ho il dovere di reggere questo colpo per le persone che sono coinvolte, che ovviamente hanno bisogno di me, e che più di tutte ne soffrono.

      Ti ringrazio ancora, un salutone e una buona giornata ;)

      Elimina
  2. Penso che sia capitato a tutti di bloccarsi proprio per questo motivo... ognuno a causa di problemi esterni magari diversi, che hanno finito per intaccare momentaneamente anche lo stile di scrittura o quella apparentemente semplice pace mentale che ti fa dire "ecco, adesso mi rilasso e scrivo qualcosa sul blog".
    Capita quando la vita gira intorno a svolte profonde, importanti...

    Se ti alleggerisce, il non scrivere e non condividere, allora fallo per tutto il tempo che serve. Noi siamo qua, legati alle tue condivisioni, e aspettiamo sempre col sorriso di leggere i tuoi bei post energetici e positivi.
    Se però può aiutarti buttare un po' di quella pesantezza qua dentro, anche senza star troppo a spiegare che succede (la riservatezza prima di tutto), fallo. Il blog serve pure a questo.
    Aiuta un sacco sentire che dietro agli schermi c'è empatia che ci viene indirizzata senza attese di ricevere nulla in cambio.

    Tutto 'sto imperversare per dirti che: ora più che mai devi fare quello che ti senti e non farti appesantire pure dalla sensazione di aver smollato il blog. Prenditi il tuo tempo.
    E respira tanto... sennò è un attimo rischiare gli attacchi di panico.

    Ti abbraccio forte. Tieni duro, roccia ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eva,
      intanto beh, ho apprezzato molto questo tuo messaggio davvero "pieno" e soprattutto sincero, positivo... perciò te ne ringrazio molto. Anche perchè so che tu puoi capire particolarmente bene di cosa parlo.
      Effettivamente si, io ho sempre avuto il mio stile di scrittura che poi non è che la conseguenza di uno "stato mentale" che mi porta a scrivere determinate cose in un determinato modo: quando ho quei momenti di tranquillità, senza pensieri, vengo qui senza aver preparato nulla, clikko "nuovo post" e... tutto viene da se.
      Scrivere in questo modo da una parte è buono perchè ne esce per forza qualcosa di autentico, dall'altra è però legatissimo alla mia serenità personale. E, se per abitudine e carattere sono uno che ama ricercarla e non fa nulla per guastarla, è chiaro che quando subentrano agenti esterni così "pesanti"... mi mandano nel pallone. Ultimamente, con l'inizio di questa trafila di problemi, avevo iniziato a scrivere post di auto-convincimento che, di fatto, erano più che altro messaggi a me stesso, in cui ho cercato e ancora cerco di credere. Ovviamente però, se poi le cose si aggravano, o addirittura come successo si sommano anche riguardando più persone care nello stesso momento, e con la medesima gravità... è davvero difficile auto-convincersi.
      Comunque sia hai ragione, una possibilità è anche usare il blog per buttare via un po' di quella pesantezza, per ricevere un commento confortante, per... stare un pochino meglio, sfogandoti quando, magari, altrove non puoi farlo, proprio per proteggere queste persone, per non farti vedere da giù da loro che più di tutti hanno bisogno del tuo supporto, della tua positività. E' che per mia natura io vivo le cose negative molto "intimamente", penso sempre di non voler disturbare gli altri, di avere la forza per farcela comunque da solo, oltre che quella personalissima riservatezza che mi porta a difendere chi ho a cuore anche in questo modo. Pur se, appunto, può "costarmi" portarmi il fardello tutto da solo, però sono fatto così, anche se questo non mi rende più bravo, nè eroe (come poi volevo dire utilizzando questa specifica canzone). Semplicemente è il mio modo di essere, tendo a farmi carico dei problemi degli altri e a cercare di dargli una mano, al contempo però proteggendone la riservatezza di queste problematiche, pure al costo di doverle gestire da solo.
      Detto ciò, è bello sapere che ci siete, pur lontano da me e pur senza esserci mai incontrati, ma avendo però scambiato anni di parole, pensieri ed emozioni qui e nei vostri spazi che, davvero, non valgono meno di tanti rapporti presunti "autentici" delle nostr vite di tutti i giorni. E' bello pensare che esiste questa empatia e che quindi qualsiasi cosa verrà scritta, anche lontana dal nostro solito "stile", verrà capita.

      Quindi si, mi prendo il mio tempo ma spero, a prescindere da quanto sta succedendo (che, ahimè, pare indirizzato in una certa direzione... non servirebbe illudersi diversamente, e non mi sento di farlo), di poter scrivere presto nuovamente qualcosa, magari nel mio stile, perchè è importante, perchè mi piace, perchè mi aiuta e perchè poi, come vedi, qualsiasi cosa scrivo porta comunque a commenti come i tuoi che... fanno tanto piacere :)

      Un grande abbraccio a te, buona giornata e grazie delle tue parole :)

      Elimina
  3. Mi dispiace tantissimo apprendere che,per persone a te sicuramente molto care e' un periodo difficile...l'affetto,il forte legame che ci lega a queste e' tale che quando la loro serenità,la loro salute soprattutto (che,credimi,e' in assoluto la cosa più importante che c'è...)viene messa in discussione o va incontro a problemi, anche la nostra tranquillità ne risente...e la nostra voglia di fare crolla in modo progressivo o anche di colpo.
    Dentro di noi avvertiamo un senso di pesantezza che non ci da pace e non riusciamo a trovare quiete se non quando il problema viene superato o si iniziano ad intravedere segnali,seppure piccoli che ci fanno pensare ad un miglioramento e quindi una piccola speranza,una piccola luce inizia ad apparire..e anche solo questa può sollevare il nostro umore.
    Capisco perfettamente il tuo stato d'animo e comprendo che in situazioni simili l'ultimo dei nostri pensieri e' il blog..un momento di svago al quale dedicarci quando siamo mentalmente sereni..ma se tale presupposto viene meno non dobbiamo assolutamente sentirci in colpa..le cose importanti sono ben altre.
    Spero che questo momento così difficile possa passare quanto prima e che tutto possa risolversi per il meglio per chi ti sta vicino e ami!Te lo auguro con tutto il cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosy,
      come in tutte le altre occasioni, iinanzitutto ti ringrazio per questo tuo commentarmi sempre "pieno", sempre molto amichevole ed affettuoso.
      E' verissimo che la salute è la cosa più importante, ancor più lo è quando riguarda le persone a noi vicine, quando appunto puoi, per la prima volta in vita tua, iniziare a pensare, per questi problemi che vivono, a prospettive... mai considerate.
      Quindi si, tutto questo non può non avere ripercussioni su di noi, anche se ci si prova, si cerca di far altro, pensare ad altro, essere positivi... però non sempre è facilissimo riuscirci, anche per i più ottimisti.
      Al momento siamo in una situazione di "stallo", nel senso che sono state fatte diverse analisi di svariati tipi e stiamo attendendo il ricovero a questo punto. Parallelamente, poi, anche un altra situazione a un altro parente stretto rende tutto più complicato.
      Comunque sia, oggi cerco intanto di rispondere qui a voi e poi di passare nei vostri blog, posso farlo perchè ho un ritaglio di tempo e mi va davvero :)
      Poi spero di poter scrivere presto qualcosa, qualsiasi cosa, magari nel mio stile, e magari (lo vorrei tanto) anche darvi buone notizie.

      Un abbraccio e un caro saluto, buona giornata e grazie a te :)

      Elimina
  4. Avevo già avuto la sensazione, nel corso della lettura del post precedente, che ci fosse qualcosa che non andava. E il tuo silenzio di quest'ultimo mese ha avvalorato la tesi.
    Fino al tuo nuovo post.
    Cosa posso dirti Mauri, in questi anni ho imparato a conoscerti un pochino ed è naturale per me dire che sì, non potresti fare diversamente.
    Mi spiace tantissimo, per la situazione dolorosa che coinvolge persone a te molto care e naturalmente te.
    Credo sia impossibile, in questi frangenti, continuare con la vita di prima, quando pensieri fonte di preoccupazione animano la quotidianità. Anche il venire qui e provare a proseguire con il bloggare sarebbe una forzatura, diventerebbe innaturale.
    E credimi, sarebbe avvertito da tutti.
    Molto meglio prendersi del tempo, stare vicino alle persone che in questo momento avranno tanto bisogno di te mettere da parte tutto quello sul quale non riusciresti a concentrarti. Che giustamente, ora, ti pare superfluo.
    Ragazzo, hai un equilibrio e una forza interiore che sarà indispensabile in questo periodo. Ti farà affrontare e ti farà sostenere il momento complicato nel modo migliore possibile. In questo ho estrema fiducia.
    Abbi cura di te, e abbi cura delle persone che ami.
    Noi ti aspetteremo sperando che tutto si possa risolvere per il meglio.
    Ti abbraccio forte.
    Avessi bisogno (sono una bravissima valvola di sfogo) puoi raggiungermi tramite modulo di contatto posto sul mio blog.
    Riabbraccio e a presto, prestissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mari,
      non avevo dubbi sul fatto che tu potessi cogliere, anche in precedenza, che qualcosa non andava, ormai ci conosciamo da un po' e soprattutto ci "capiamo" molto. E questa è una bella cosa, che fa piacere.
      Come ho scritto nel commento precedente, al momento siamo in una situazione "sospesa", la maggior parte delle analisi è stata fatta, direi anzi tutte perchè davvero non avrei mai pensato potessero esisterne così tante. Quindi ora c'è da attendere la fase ospedaliera e vedere che succede. Come scrivevo nel post, poi, non è nemmeno questa l'unica cosa che mi turba, l'unico problema serio di salute che è ultimamente emerso nella famiglia, perciò... tutto ciò è riuscito a "bloccare" persino me.
      Anche se, almeno, dopo aver scritto questo post ho desiderato terminare quella mia sceneggiatura e ci sono riuscito: magari non sarà nulla di che e dovrà essere perfezionata ecc... ma ci tenevo, e ci sono riuscito, nonostante tutto.
      Quindi si, cerco di stare vicino a chi devo ma, prima ancora del dovere, voglio, poi credo sia normale avere alti e bassi, momenti magari in cui si riesce a non pensarci ed altri dove, dal null, si cade giù semplicemente al pensiero di quello che sta accadendo e che potrebbe ancora capitare.
      Non so se ho davvero questo grande equilibrio, ma ti ringrazio di riconoscemelo, e di restare "in attesa" dei miei post, che spero quantoprima di tornare a scrivere, perchè vorrebbe dire qualcosa di bello... quindi ci spero tanto :)
      Grazie anche per la tua disponibilità e vicinanza, sono cose importanti, belle e preziose, assolutamente non da poco :)

      Un abbraccio grande :)

      Elimina
  5. Forza Maurizio!
    Testa alta che andrà tutto per il meglio!
    "Non può piovere per sempre", no?
    Noi ti aspettiamo qui.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Misa,
      ti ringrazio del tuo commento che mi sprona a cercare di pensare e vedere positivo, trasmettendomi buone sensazioni che, di questi tempi, fanno certamente piacere e sono utilissime :)

      Un abbraccio anche a te, e una buona giornata :)

      Elimina
  6. Mi dispiace tanto per questo periodo nero che state passando tu e le persone che ami! Ma chi l'ha detto che si debba sempre e per forza essere positivi? Delle volte, secondo me, si può anche solo essere realisti e capire che il bicchiere non è per nulla pieno, non è manco del tutto vuoto, ma sia solo un bicchiere da riempire....Non so se le cose si sistemeranno, sebbene io me lo auguri per te e i tuoi cari, ma siete persone che si amano e un modo per trovare un vostro equilibrio di serietà son sicura che lo troverete...Nel frattempo noi ti aspettiamo e abiuriamo il meglio! Un abbraccio grande, grande e forte, forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica, mi fa piacere ritrovarti dopo un pò di tempo.
      Grazie anche a te per la vicinanza ed il sostegno, è sicuramente un momento duro e come tale viene quindi vissuto, diciamo che tendenzialmente io amo stare in tranquillità e, CREDO, ne trasmetto agli altri. Ovviamente quando viene meno, a monte, questa mia caratteristica per via delle problematiche esterne che possono sopraggiungere, non so se mi riesce più così bene e, per questo, mi sono un pochino "bloccato" qui, ma non per un discorso di "positività a prescindere", cui nemmeno io credo perchè sarebbe un'illusione sbagliata, quanto per non dare preoccupazioni a nessuno di voi per le cose che vivo. Perchè, pur ovviamente nei limiti della virtualità, comunque se una persona che seguo da molto scrive di avere problemi a me dispiace, quindi cerco di evitarlo a voi, ecco.
      In ogni caso certo, il realismo è indispensabile, in tutti i casi, anche quando si "vola" sulle ali dell'entusiasmo, figuriamoci adesso. E, proprio per questo, mi porta a defilarmi un pochino.
      Ma spero comunque di avere presto un cambiamento, positivo, che porti le cose a sistemarsi e, quindi, la giusta tranquillità per godermi il mio spazio e la mia voglia di condividere e comunicare con voi.

      Quindi beh, speriamo di ritrovarci presto, intanto grazie ancora e una buona giornata a te :)

      Elimina
    2. Sono certa che riuscirai a ritrovare quella serenità e tranquillità perché da quel che leggo, e per me le parole hanno un peso molto grande, hai tutte le carte in regola e le capacità! :) Noi ovviamente fedelissimi ti aspettiamo e continuiamo ad augurarti il meglio <3

      Elimina
    3. Ti ringrazio molto Federica per queste parole e questo augurio :)

      Una buona giornata a te :)

      Elimina
  7. le belle parole degli altri non sono replicabili, e non so quanto serva aggiungere di nuove... ti dico solo che, i brutti giorni, la SuperNonna mi ha sempre detto, durano esattamente quanto quelli belli...
    sii paziente ed abbi il coraggio di credere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice,
      credo moltissimo nelle parole sagge delle nonne, quindi trovo saggio quanto ti diceva, perchè è un modo per pensare, per cercare di credere, che quello che ci capita di negativo sarà presto compensato da qualcosa di positivo.

      Quindi si, proviamo a crederci :) Un saluto e una buona giornata :)

      Elimina
  8. Capitano a tutti questi periodi negativi e diventa difficile scrivere perchè non ci sarebbe niente di positivo da dire. Ti auguro che tutto passi e si risolva nel migliore dei modi e che le persone a te care possano stare bene. Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirtillo,
      ti ringrazio della tua vicinanza, spero davvero che al più presto tutto possa risolversi per questi miei cari, le cui condizioni di salute è inevitabile che incidano sulla mia tranquillità, sui miei pensieri... davvero su tutto.

      Buona giornata :)

      Elimina
  9. Maurizietto caro, come vorrei stringerti forte e sentirti sussurrare quello che accade anche se saresti muto come un pesce o forse chissà..
    Io sono la regina di questi periodi bui, quindi capisco tutto e la ritrosia anche del parlarne.
    Istintivamente io non potrei è già successo molte volte che sfoghi qualche malessere anche molto grave sul blog.
    Una liberazione, per poi tornare ad essere quella di prima e di sempre.
    Ci vorrà tempo ma passerà, non influirà sul tuo lavoro se non di striscio, sei forte hai cervello sei un " UOMO"
    Io sono qui , pronta a qualsiasi evenienza se fosse necessaria.
    Ti stringo forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Nella,
      sei sempre piena di dolcezza e premure, ti ringrazio tanto.
      E' bello sentire questo affetto, questa partecipazione. Intanto ho cercato di impegnarmi su altre cose, per pensar meno a questi problemi, anche se poi li vivo quotidianamente. Comunque sia adesso vedremo come evolveranno, cercherò in ogni caso di affrontarli al meglio :)

      Un abbraccio e buona giornata :)

      Elimina
  10. Maurizio, penso di capire quello che provi in un momento come questo. Anche se i problemi non sono direttamente tuoi possono indubbiamente incidere su di te ma sono sicuro che riuscirai a superare questo momento e che ciò aiuterà anche i tuoi amici a venirne fuori. Forza e coraggio a te ed anche agli altri. Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si Elio, è così, anche se non sono direttamente miei... alla fine lo diventano, per l'importanza nella mia vita delle persone che li stanno vivendo.
      Comunque si, con forza e coraggio si affronta tutto, questo stiamo facendo e così continuerà ad essere.

      Un abbraccio a te :)

      Elimina
  11. Come annunciato da me, sarò molto breve in questo commento perché hai scritto di una cosa importante, anche se non specificando proprio nel dettaglio, quindi non voglio essere fuori luogo :-*

    Ti scriverò solo per ribadirti ancora una volta che ti amo e che puoi assolutamente ed in ogni caso/momento contare su di me. Che anche se non vuoi "appesantire" nessun altro, io sono e sarò ben felice di aiutarti a portare qualche fardello, come tu faresti con me. Perché da un pochino ormai le persone che ti sono care lo sono molto anche a me, ed anche se viviamo lontani siamo riusciti entrambi (e credo di poterlo dire con una certa sicurezza) a diventare una parte della famiglia dell'altro. Ed anche se ovviamente non nello stesso modo, anche io capisco quanto possa far paura una esperienza del genere. Però ti ho detto dall'inizio che voglio fidarmi e credere con tutte le mie forze che andrà tutto bene. E quindi andrà tutto bene ed in ogni caso potrai sempre aprire il tuo cuore a me, che farò di tutto, semmai, per curare anche eventuali ferite e darti la forza di cui hai bisogno :-*

    Ti amo :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che tu ci sei sempre, che tieni a loro (anche perchè loro tengono ormai tantissimo a te), che sei vicina a me e che puoi essere davvero determinante nel darmi una mano in questo momento.
      Credo fermamente in te ed in questo, conto ciecamente su di te ma non da oggi, da sempre praticamente, perciò, anche se a volte è tutto tanto difficile e "strano", puoi star sicura che, dentro di me, la CERTEZZA che tu sei il mio più sensazionale e decisivo "aiuto" non viene meno mai.

      Ti abbraccio e ti stringo forte, ti amo tanto :*

      Elimina
  12. Ciao Maurizio ti lascio solo un abbraccio e un augurio che tutto possa essere affrontato e superato nel modo migliore.
    Purtroppo esisto questi eventi spiacevoli nella vita, ma passano e se un segno lo lasciano nel tempo si cicatrizza e tutto troverà una giusta collocazione.
    A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Carolina, e ricambio il tuo abbraccio :)

      Elimina
  13. Chi sa come mai questi colpi bassi vanno sempre in una direzione ed è sempre quella sbagliata. Sappi Maurizio che ho sempre letto tutto quello che hai scritto, ma sono rimasta in silenzio perché sono estremamente arrabbiata con la vita e con il suo disegno, non lo capisco e neanche lo voglio capire più. Sono qui solo per dirti che faccio il tifo per te e per le persone a cui tu tieni, ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sciarada,
      so quello che hai passato recentemente anche tu, leggendo sempre il tuo blog, quindi capisco ciò che provi e i tuoi silenzi... visto che, in una certa misura, è simile a ciò che ultimamente ha bloccato e sta bloccando me.
      Spero che possa tornare quindi il sereno, per me, per te, per tutti... anche perchè certe cose davvero, non si riescono a capire e, forse... non c'è davvero niente da capire, o almeno, non conviene star lì a cercare di farlo, ma soltanto sperare che, appunto, torni il sereno dopo tanto buio.

      Grazie del tuo passaggio e delle tue parole, una buona giornata :)

      Elimina
  14. Caro Maurizio, capisco l'istinto e la necessità di ritirarsi in un angolino in momenti difficili.
    Ti leggo da poco e ti conosco molto poco, ma ti abbraccio e sono fermamente convinta che tu sia una risorsa preziosissima per le persone a cui tieni, con la tua empatia e sensibilità!
    A presto, un abbraccio.
    G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao G,
      mille grazie per questo tuo commento e per la vicinanza, oltre che per questa bella opinione che hai di me come persona e che, ovviamente, non può che trasferirmi qualcosa di molto positivo.
      Mi auguro di riuscire ad essere davvero quella preziosa risorsa per loro, per poterli aiutare a stare meglio e magari, parallelamente, riuscire a starci anch'io un pochino di più di quanto non possa esserlo ora.

      Un saluto e una buona giorata a te :)

      Elimina